Le uova di Pasqua diventano una torta, anzi due!

0
Tweet about this on TwitterShare on Facebook58Pin on Pinterest0Share on LinkedIn0Share on Google+0Share on Tumblr0Email this to someonePrint this page

Quanta verità nel post pasquale sulla sproporzione tra il numero di bimbi in famiglia e le uova di Pasqua ricevute!

Le case si trasformano in dolci pollai, diciamo così, e ancora oggi, alle porte dell’estate, quasi tutti abbiamo in frigo quel bel sacchetto pieno di pezzi di uova pasquali che chissà che fine faranno…

Fortunatamente il cioccolato è buono e si presta a molti impieghi (anche se resto concorde sul non eccedere con le uova di Pasqua!!).

Uno di questi è la torta! Da fare con i bimbi, si intende!

Ingredienti

  • 200 grammi di farina 00
  • 50 grammi di fecola di patate
  • 150 grammi di zucchero se usate tutto cioccolato fondente, oppure 100-120 grammi se lo usate tutto al latte
  • burro fuso, in base al gusto personale: 200 grammi per chi ama la torta più morbida, 50-60 grammi per i più salutisti
  • 300 grammi di cioccolato fuso
  • 3 uova
  • mezza bustina di lievito per torte
  • 1 pizzico di sale
  • latte a disposizione

Preparazione versione A: il tortone marrone!

 a) Imburrate e infarinate i lati della tortiera, meglio se del diametro da 22 cm. Sul fondo mettete della carta forno. Intanto accendete il forno a 180°.

b) Mischiate bene i tuorli con lo zucchero.

c) Mentre fate sciogliere il burro e, a parte, il cioccolato, montate a neve gli albumi (che possono essere poi riposti in frigorifero, così da sciogliersi, mentre fate gli altri passaggi).

d) Mischiate poi la miscela di tuorli e zucchero con il burro fuso e il cioccolato fuso.

e) Aggiungete ora farina, fecola, lievito e sale e rendete il composto omogeneo. Se è troppo denso, aggiungete del latte. La consistenza deve comunque rimanere abbastanza corposa.

f) Aggiungete ora gli albumi montati a neve, mescolando delicatamente.

g) Il composto è pronto per essere versato nella tortiera. Infornate a 180° per 1 ora. Controllate la cottura con uno stuzzicadenti: se è il caso, rimettete in forno per altri dieci minuti.

Varianti: dei pezzi di noci nell’impasto, uno strato di marmellata spalmato in mezzo alla torta a fine cottura, dei disegni con lo zucchero a velo (montagne innevate, scritte…): ci si può sbizzarrire!

Preparazione versione B: la ciambella bicolore!

Gli ingredienti sono gli stessi e nella preparazione cambiano pochi passaggi:

  • Usate una bella tortiera a ciambella, da imburrare e infarinare.
  • Il cioccolato non scioglietelo tutto: tenetene da parte almeno 50 grammi, preferibilmente fondente, da fare a pezzi. Dei bei pezzi, un po’ più grossi delle classiche gocce di cioccolato.
  • Quando arrivate alla fase “d”, procedete senza aggiungere il cioccolato fuso. Arrivate alla fine dell’impasto, tenendolo abbastanza denso, e dividetelo a metà. Nella prima metà aggiungete il cioccolato fuso, del latte se il composto è troppo denso, e mischiate bene. Nell’altra metà aggiungete il cioccolato a pezzi, del latte se il composto è troppo denso, e mischiate bene.
  • Nella tortiera versate un primo strato di composto scuro e poi un secondo strato di quello chiaro, lasciate che mischino come vogliono!
  • Infornate a 180° per 1 ora scarsa. Controllate la cottura e se è il caso rimettete in forno per cinque minuti.

 

photo credit: Wielkanocna babka z lukrem via photopin (license)


Autore del post

Laura Campagnoli, mamma di Tommaso e Francesco, una passione irrefrenabile per tutto ciò che ruota intorno alla casa ma incapace di gestirla (la casa), un marito superattivo eco-addicted e un lavoro più che full time. Pigra fisicamente ma non di mente. Acrobata come tante mamme in (precario) equilibrio tra lavoro, casa, bimbi, marito, amiche, genitori e nonni, hobby e sport (poco)… e non necessariamente in quest’ordine!