In aereo con i bambini: 10 consigli per volare serene con i figli

La tendenza è cambiata.
E per questo trovo interessante trattare nuovamente il tema: come prepararsi per andare in aereo con i bambini?

Dopo anni e anni in cui tutti i neo genitori si sentivano dire: “Adesso hai finito di viaggiare eh?”, oggi finalmente il web è invaso da una sana e giusta ribellione: viaggiare con i figli piccoli si può. In molti casi, si deve.
E per quanto possa apparire un’impresa titanica, con le dovute cautele (e una buona dose di pazienza), i viaggi in aereo si possono intraprendere senza che ci siano rischi aggiuntivi per i vostri figli o per il vostro sistema nervoso.

L’informazione sul web ormai dilaga e le compagnie aeree stesse si sono adattate, offrendo numerosi servizi proprio a chi viaggia con i figli al seguito.

Meridiana in particolar modo ha iniziato a promuovere un’intera campagna al fine di informare i genitori che intendono viaggiare con i propri figli su quanto è bene fare sia prima del volo, che una volta saliti a bordo.
Una vera e proprio guida online chiamata “Bambini tra le nuvole” che analizza ogni genere di situazione nel dettaglio: quali documenti portare, come muoversi nel caso di un minore che viaggia da solo e quali sono gli aeroporti “baby friendly” che permettono ai bambini di trovare uno spazio dedicato a loro.

A questo vanno aggiunti importanti consigli che la guida dà e che vi vado a riportare qui di modo che siate pronti per ogni evenienza.

Ecco cosa fare e cosa non fare.



1. Niente bibite

Evitate bevande eccitanti per i vostri figli, meglio latte o camomilla nel caso ipotetico che la bevano.

2. Tappa toilette

Andate in bagno prima di salire a bordo per evitare che il bimbo ci voglia andare dopo 5 minuti che siete seduti sull’aereo.

3. Rifornitevi di snack e dolci per il volo

Quando il gioco si fa duro, voi almeno, avete qualche arma da usare.

4. Imbarcatevi per ultimi

Sembra una sciocchezza? E invece è una grande idea. In questo modo potrete continuare a muovervi il più possibile in aeroporto limitando il tempo di attesa che separa la salita a bordo dalla sua effettiva partenza.

5. Controllate di aver preso i medicinali

Nel caso in cui non si senta bene, almeno, avete i farmaci consueti.

6. Vestite i vostri figli con cose molto comode

E possibilmente a cipolla visto che a volte sui voli fa caldo, altre freddo a seconda del posto assegnato (nel caso abbiate freddo chiedete delle coperte).



7. Intervenite per il mal d’orecchie

Prima di partire fate sempre una visita da un otorino con vostro figlio di modo da essere certi che vada tutto bene e seguite le indicazioni del medico. Mentre per contrastare gli sbalzi di pressione dei bambini quando siete in fase di decollo o atterraggio fate masticare delle caramelle o delle gomme ai bambini più grandi e un bel ciuccio per i neonati.

8. Latte a bordo

Per Meridiana non ci sono limiti di quantità essendo una bevanda essenziale per i bambini, solo magari consigliano di tenerlo a portata di mano nel caso in cui vogliano verificarne il contenuto ai controlli.

9. Diventate creativi

Dovete intrattenere i vostri figli in fase di volo: organizzatevi con album da disegno, matite e ancora lettori di film e cartoni animati, per non parlare dei videogames che in questo caso potrebbero rendervi il viaggio fin piacevole.



10. Catalizzate l’attenzione del bambino

Tenuto conto che anche gli adulti sono tesi in fase di atterraggio e decollo, cercate di attirare l’attenzione dei più piccoli affinché non si agitino e vengano distratti da voi. 
Come? Questo la guida, in effetti, non ce lo dice!

photo credit: IMG_8145 via photopin (license)

Author

Giornalista e blogger, in sintesi quando non parlo, scrivo. Ho creato un mio blog di viaggi chiamato Fringeintravel perché amo andare. Fosse per me sarei sempre in mezzo alla natura, ma la realtà è che vivo a Milano, scrivo di moda, benessere, viaggi e senza piastra per i capelli non mi muovo! La contraddizione fa parte di me… E quella citazione "Non si è mai tanto sinceri come quando si è incoerenti" è decisamente la mia preferita.