Venezia con bambini e passeggino: le 5 cose da non perdere

1

La magia della laguna, tra calli e canali, conquista al primo sguardo: impossibile resistere alla bellezza di Venezia! In ogni stagione, la città lascia senza fiato. Romantica, storica, unica, è una meta davvero da non perdere. Dopo aver letto un articolo sulle 15 cose imperdibili da fare a Venezia sul magazine di Expedia Discover, ci siamo chieste se quest’ultime fossero adatte anche a famiglie con bambini. Visitarla con loro, soprattutto con i più piccoli, che hanno bisogno del passeggino, può creare infatti qualche dubbio: tra gradini e vaporetti non è sempre facile muoversi in città, ma vi assicuriamo che con una buona dose di organizzazione ci si può godere la Serenissima in compagnia dei nostri bambini. La loro presenza ci regalerà ricordi ancor più speciali! Ecco i nostri consigli per un weekend meraviglioso a Venezia.

Come organizzarsi per visitare Venezia con bambini piccoli

Non vi sorprenderà sapere che girare con il passeggino a Venezia non è sempre semplice. Può essere sì scomodo, ma non è impossibile, dunque partite con spirito di adattamento e positività e andrà tutto bene. L’ideale è sicuramente organizzarsi con un passeggino leggero, se possibile, e magari con un marsupio o una fascia, da alternare nei luoghi più complessi. Se decidete di viaggiare in treno, davvero comodo dalle grandi città, potrete raggiungere il centro di Venezia, la stazione di Santa Lucia, e da lì muovervi direttamente a piedi, oppure utilizzare i vaporetti. Se trascorrerete tra i canali tutto il weekend, potete scegliere l’abbonamento di validità 72 ore, così da avere corse illimitate. Non proprio economico, ma ne vale la pena. Con il passeggino il vaporetto è accessibile, anche se va chiuso e lasciato fuori (anche in questo caso il marsupio può esservi molto utile, soprattutto se il bebè fa la nanna!).

Il Sestiere di Cannaregio

Partiamo proprio dalla Stazione di Santa Lucia, per percorrere la Strada Nova, che collega la stazione alla zona di Rialto. Questa è la zona perfetta per iniziare a respirare Venezia. Scoprirete qui l’area pedonale più importante della città, oltre ad essere la più turistica. Tra bancarelle e negozietti, non perdetevi una visita al Ghetto Ebraico, al Palazzo Ca’ D’Oro, al Ponte delle Guglie e al Ponte dei Tre Archi. E per incuriosire i fratellini più grandi potete fare un salto nella calle più stretta di tutta Venezia, chiamata Calletta Varisco, larga solo 53 centimetri!

Dal Ponte di Rialto a Piazza San Marco

Dove scattare la foto di famiglia? Naturalmente sul Ponte di Rialto! Sullo sfondo potrete ammirare i riflessi dell’acqua lungo il Canal Grande e le caratteristiche gondole che trasportano i turisti. Sembra di essere in una cartolina d’altri tempi! Raggiungerete da qui Piazza San Marco, il cuore di Venezia, dove, tra le orchestrine, i bar e la rincorsa ai piccioni, potrete godervi qualche momento di pausa, prima di mettervi in fila per entrare nella Basilica.

venezia con bambini ponte sospiri

Il mercato di Rialto

Antico luogo di scambio e d’incontro, Rialto ospita oggi come ieri un mercato tradizionale da non perdere, curioso per tutta la famiglia. Un luogo davvero suggestivo: troverete il tradizionale mercato del pesce sotto le Logge della Pescaria e quello di frutta e verdura nel vicino Campo de L’Erbaria, ovvero la Piazza delle Erbe. L’atmosfera è incredibile, tra voci e colori ricchi di folklore che lo animano.

Palazzo Ducale

Luogo simbolo di Venezia, si trova proprio in Piazza San Marco. L’accesso è consentito con il passeggino, grazie a un ascensore al quale verrete accompagnati dal personale del Palazzo Ducale. Ogni sala è accessibile, comprese le prigioni (anche se con qualche gradino!), passando dal emozionante Ponte dei Sospiri: lungo solo 11 metri, attraversa un canale molto stretto, denominato Rio di Palazzo. Bellissimo!

Con il vaporetto a Burano e Murano

Avrete già gli occhi pieni di meraviglie, ma a Burano rimarrete estasiati: il silenzio regna, i panni sono stesi al sole e le case hanno facciate dai colori allegri. Inevitabile innamorarsene! Per raggiungerla basta prendere il vaporetto 12. Visitate la Chiesa di San Martino e osservate le nonne che sull’uscio lavorano il merletto. Godetevi una passeggiata senza fretta.
Dalla fermata di S. Zaccaria, che si trova sul lungomare tra Piazza San Marco e Palazzo Ducale, prendete il vaporetto 4.2, che vi porterà a Murano. Qui scoprirete la lavorazione del vetro. Non tutte le fornaci sono aperte ai turisti, ma alcune vi permetteranno di seguire delle dimostrazioni. I bambini rimarranno a bocca aperta e le mamme potranno dedicarsi allo shopping, portando a casa qualche piccolo souvenir in vetro!

 

Foto copertina
Diritto d’autore: gurgenb / 123RF Archivio Fotografico

Foto Ponte dei Sospiri
Diritto d’autore: efired / 123RF Archivio Fotografico


Autore del post

Innamorata della vita, dei viaggi, della buona cucina. Smanettona, amo i social e la condivisione, più offline che online: le lunghe tavolate, le domeniche in famiglia, la risate esagerate. Freelance per vocazione, lavoro sul web dal 2009, nel 2013 divento co-founder di PaperProject.it. Nel 2016 realizzo il mio più grande sogno: diventare la mamma di Giacomo.