Carnevale 2020: le feste più belle in Italia da nord a sud | Mammeacrobate

Dopo questo lungo mese di gennaio le vacanze sembrano ormai lontanissime e le giornate tutte uguali. Scuola, studio, lavoro, faccende domestiche e chi più ne ha più ne metta. Occorre una soluzione in fretta. Perché non approfittare del Carnevale per organizzare una gita di famiglia? Ecco le feste di Carnevale più caratteristiche in Italia da nord a sud perfette per il divertimento di grandi e piccini.

Carnevale in Valle d’Aosta

In Valle d’Aosta il Carnevale è festeggiato con canti, danze, cortei e rappresentazioni per celebrare le tradizioni secolari. Nella suggestiva Valle del Gran San Bernardo e nelle località di Pont-Saint-Martin e Verrès gli eventi da non perdere sono: il Carnevale della Coumba Freida con la caratteristica parate delle “Landzette”, maschere che rievocano le uniformi dei soldati di Napoleone;  il Carnevale di Pont-Saint-Martin con la rappresentazione della regione da parte dei Romani, la leggenda del Diavolo e San Martino e quella della Ninfa del fiume Lys; il Carnevale di Verrès rievoca un momento storico del 1450 quando la contessa Caterina di Challant in piazza si unì alle danze della gioventù del paese. Imperdibile il Carnevale storico nella stupenda cornice valdostana.

Quando: Carnevale della Coumba Freida – febbraio; Carnevale di Pont-Saint-Martin – 20-26 febbraio; Carnevale di Verrès – 20-25 febbraio.

Carnevale di Venezia

Tra i più famosi, non solo in Italia, c’è il Carnevale di Venezia. Troverete divertimento, maschere e colori in ogni Sestriere (quartiere) della città. Gli eventi sono numerosi: dal grande spettacolo della Festa Veneziana sull’Acqua, al Volo dell’Angelo in Piazza San Marco (fissato quest’anno il 16 febbraio) al concorso della maschera più bella, al quale possono partecipare anche i bambini. Come tutti gli anni, inoltre, in Campo San Paolo è allestita la pista di pattinaggio su ghiaccio. Il Carnevale di Venezia è uno spettacolo che attira milioni di turisti.

Quando: dall’8 al 25 febbraio.

Ti può interessare anche: Venezia con bambini e passeggino, le 5 cose da non perdere!

Carnevale di Viareggio (LU)

Viareggio è famosa per il suo Carnevale, che dura quasi un intero mese. La festa quest’anno è dedicata alle generazioni e il lungomare della città toscana è invasa dai carri a tema e dalle maschere, accompagnati da musiche e balli tradizionali. Per i bambini sono organizzati laboratori didattici al Museo della Cittadella.

Quando: 1, 9, 15, 20, 23, 25 febbraio.

Carnevale di Fano (PU)

Nelle Marche si svolge il Carnevale più antico d’Italia, esattamente a Fano. Qui i carristi diventano ciceroni che spiegano il significato, le modalità di costruzione e i valori che caratterizzano i propri carri, non solo quindi sfilata di carri allegorici. Tra i giganti di cartapesta non manca mai il Vulon, detta El Pup, la maschera storica di Fano. È famoso il “getto” di biscotti, caramelle e cioccolato, eredità del passato quando al termine di un Palio il vincitore lanciava al pubblico offelle al miele. Tanti sono gli eventi per i più piccoli, come l’atelier di trucco e costume realizzato dal laboratorio “Fano Città dei Bambini”.

Quando: 9, 16, 23 febbraio.

Carnevale di Ronciglione (VT)

Se non conoscete Ronciglione potete approfittare del suo Carnevale storico per visitare questo borgo medievale della Tuscia viterbese con i vicini Monti Cimini e il lago di Vico. Il suono del campanone della torre del Comune e la Cavalcata degli Ussari segnano l’inizio della festa. Bande folcloristiche e carri allegorici affollano le vie rinascimentali e barocche del centro. Non è solo una sfilata, ma un teatro a cielo aperto dove gli attori improvvisano uno spettacolo unico.

Quando: dal 9 al 25 febbraio.

Ti può interessare anche: Lavoretti di Carnevale per bambini, i 20 più belli!

Carnevale di Cento (FE)

Tra i più importanti in Emilia Romagna, il Carnevale di Cento risale al primo decennio del Seicento, nel 1990 diventa Carnevale d’Europa e sancisce il gemellaggio con quello di Rio de Janeiro – è stato l’unico Carnevale al mondo a essere ospitato nella Notte dei Campioni di Rio, sfilando nel famoso sambodromo. La sfilata dei carri è caratterizzata dal “gettito”, dal lancio verso il pubblico di coriandoli, dolci e regalini e si conclude con la premiazione del carro vincitore e del rogo di Tasi, la maschera tradizionale del posto. Protagonisti, oltre alle cinque società carnevalesche, anche gli ospiti che ogni anno si esibiscono sul palco: stavolta ci saranno J-ax, gli Eiffel 65 e altri personaggi dello spettacolo.

Quando: dal 9, 16, 23 febbraio e 1, 8 marzo

Carnevale di Putignano (BA)

Tra i più antichi d’Italia, il Carnevale di Putignano è quello sicuramente più lungo. Inizia addirittura il 26 dicembre con le Propaggini, tradizione che vede poeti dialettali decantare satire sul palco della piazza cittadina e finisce il martedì grasso. L’edizione del Carnevale 2020 ha per tema “la terra vista dal Carnevale”, è sorprendente quanto i maestri cartapestai curino nei dettagli i carri allegorici. La maschera tipica è Farinella, che da semplice fornaio diventò il salvatore della città.

Quando: 9, 16, 23, 25, 29 febbraio.

Carnevale di Acireale (CT)

In Sicilia il Carnevale più conosciuto è quello di Acireale. Le sfilate dei carri e delle maschere invadono le vie del centro storico, con l’obiettivo di regalare al pubblico ore di assoluta spensieratezza. Si assiste a un teatro di maschere, coriandoli, luci, fiori, musica che ha inizio con la parata di apertura delle bande comiche e folcloristiche che danno vita alla corte della Regina del Carnevale con la consegna delle Chiavi della Città a Re Burlone.

Quando: 8-9, 15-16, dal 20 al 25 febbraio.