Le 6 cose che rendono un viaggio con i bambini una vacanza | Mammeacrobate

Quindi, è estate, fa caldissimo e hai deciso di fare un weekend al mare con i bambini? Una mini-vacanza? Figo. Ma è proprio così? Non per essere super deprimente ma è probabile che ti aspetti un weekend di delirio pazzesco. Ma sì, non importa la destinazione, importa il viaggio? Parliamone.
Un weekend di vacanza con i bambini può essere fonte di stress dalla partenza, passando per il traffico in autostrada, le urla e i litigi in spiaggia, fino all’ultima valigia disfata.

Per quello che sono tornata totalmente e piacevolmente sorpresa del nostro weekend con Citroën e Fantini Club che posso riassumere in una parola sola: comfort o, all’italiana, sciallo totale.

Ecco le 5 cose di cui non posso fare più a meno durante una vacanza con i bambini

citroen-c4-gran-picasso

  1. Partenza intelligente

    Parliamo del fatto che volevamo partire alle 4 per non trovare traffico e alle 6 stavamo ancora dormendo?
    Dopo un’ora di auto eravamo già fermi, bimbi pimpanti e sclero in agguato. La prossima volta, puntare più di una sveglia!

  2. Ricaricare le batterie

    No, non è una metafora. Un viaggio senza cellulari, videogiochi, ipad può diventare un incubo: Citroën C4 Gran Picasso è rifornita di una porta USB, ma anche una presa jack,  una presa da 12V, una presa elettrica.
    La mia salvezza.

  3. Tintarella di Luna

    Di solito il sole non è nostro amico. Si insinua tra gli oscuranti appiccicati ai finestrini e ovviamente i raggi arrivano nel pieno degli occhi della piccola. La saliva con certi oscuranti sembra non bastare mai.
    Le tendine parasole di Citroën C4 Gran Picasso sono a scomparsa ma soprattutto compaiano a coprire tutto il finestrino! Anche i tettino panoramico, che è già di suo un gran diversivo, si può oscurare. Ma cielo e nuvole di ogni forma si riconoscono lo stesso.
  4. Un massaggio

    No, non sono stata dall’estetista, né alla Spa, anche se al Fantini Club di Cervia c’era questa possibilità. In un momento di tregua, nel quale la piccola dormiva e i grandi erano presi da whatsapp e Mario Bros, il mio sedile ha iniziato a farmi un massaggio lombare. Giuro.
    Ho socchiuso gli occhi e lì ho pensato per la prima volta di essere in vacanza.

  5. Le camere seperate dell’Hotel Villa del Mare

    No, non ho avuto un momento di crisi matrimoniale. Ho gioito enormemente nel vedere che l’albergo ci aveva preparato una quadrupla con due stanze. La bellezza alle 23.30 di chiudere fuori dalla porta le voci dei figli e aprire le finestre del terrazzo al rumore del mare non ha paragoni.

    vista-cervia-mare

  6. Il baby club dagli 1 ai 14 anni del Fantini Club

    Non mi era mai successo. Mi hanno tenuto anche la piccola.

 

Author

Sono una – quasi - donna con un bambino di sei anni e una seconda cosina appena nata. Più tante, troppe, passioni: dall’uncinetto alla illuminotecnica! Non è facile coltivarle tutte e infatti non lo faccio, ma internet mi aiuta a sopperire alla mancanza di tempo e di energie: tutto quello che mi piace lo trovo in rete ed è in rete che trovate me, Castagnamatta.