Dieta della pizza: una pizza al giorno

Avete letto bene, una dieta che non solo ha una pizza a settimana, come dovrebbero avere tutte le diete equilibrate, ma addirittura ne ha una al giorno…

Manuela mi ha chiesto quasi per gioco una dieta dove fosse presente una pizza al giorno… e la mia prima replica è stata “molto difficile perché ci sono pizze e pizze e anche nella stessa pizzeria è probabile che la pizza di oggi sia diversa da quella preparata ieri e da quella che sarà preparata domani”.
Difficile ma non impossibile, con i dovuti accorgimenti e con le dovute variazioni e con la consapevolezza che una stima precisa delle calorie quotidiane e degli apporti dei nutrienti non è possibile, eccolo lo schema settimanale della pizza.

Ecco qualche suggerimento prima di iniziare la dieta della pizza

  • Scegliete la pizza sottile , meno impasto e meno bordo significano meno calorie
  • Spesso la pizza è buona anche se si chiede di farcirla con poca mozzarella di latte vaccino o addirittura se la mozzarella viene sostituita con della ricotta
  • Aggiungere sempre verdure alla pizza (grigliate se non condite o crude o cotte al vapore)
  • Chiedere che non sia aggiunto olio durante la preparazione della pizza sia durante la fase della farcitura sia al momento dell’uscita dal forno e in caso aggiungetelo voi magari usando anche quello piccante, ne basta meno per avere comunque sapore
  • Fate attenzione agli ingredienti: carciofini e funghi vanno benissimo se al naturale meno quelli sott’olio, le verdure grigliate vanno bene se non condite, il tonno è ok, ma solo se non preso direttamente dalla scatola e non sgocciolato a dovere…
  • Via libera a peperoncino e origano o foglie di basilico per insaporire la vostra pizza
  • Se vedete che la pizza è unta, potete prendere ogni fetta usando un tovagliolo di carta… e l’olio in più verrà assorbito!
  • Provate anche le pizze con l’impasto integrale
  • Concludete il pasto con una porzione di frutta fresca non frutta sciroppata o dolci
  • Mentre mangiate la pizza bevete acqua naturale, non bibite zuccherate o alcoliche
  • Se volete preparare l’impasto in casa sarete sicure di non aggiungere zucchero nell’impasto o nella salsa al pomodoro
  • Potete preparare l’impasto a casa con le seguenti dosi eventualmente anche per più giorni e conservandolo poi in frigorifero se per 1-2 gg o in freezer se lo preparate per l’intera settimana. Ricordate di far lievitare bene!

Ingredienti:              

150 gr di farina
10 gr lievito di birra
75 ml di acqua tiepida ( o più se servisse)
sale q.b
1 cucchiaino di olio extra vergine d’oliva

 

Disporre la farina a fontana, fare un buco al centro e mettere il lievito sciolto in un poco di acqua tiepida. Aggiungere sale e olio. Impastare tra loro gli ingredienti aggiungendo mano a mano l’acqua tiepida. Lavorare fino a quando non si stacca dalle dita. La pasta deve essere morbida e elastica al tatto. Formare una palla e lasciarla lievitare in luogo tiepido per 2 ore o almeno finchè l’impasto non raddoppia di volume, coperta con un panno umido. Stendere la pasta su una teglia ricoperta di carta da forno e farcire. Infornare nel forno caldo a 200-250° per 15-20 minuti.

 

Ecco per voi lo schema settimanale della dieta della pizza

COLAZIONE

1 vesetto di yogurt magro (bianco o alla frutta, purchè magro) + 20 g di cereali semplici (senza glassature, aggiunte di frutta secca o cioccolato) oppure un bicchiere di latte parzialmente scremato + 20 g di fette biscottate o biscotti secchi o pane

SPUNTINO E MERENDA

Un frutto o una porzione di macedonia non zuccherata

BEVANDE

Almeno 1,5 l di acqua al giorno che comprende una tisana depurativa alla sera e una drenante durante la giornata.

PRANZO E CENA

In aggiunta allo schema che segue sempre una porzione di verdura cotta o cruda a piacere 8cotta significa anche un piatto di passato di verdura o minestrone come primo piatto) + 2 cucchiaini di olio + un frutto

 

PRANZOCENA
LUNEDI’Carne bianca 130 gBase pizza (anche rossa)+ rucola+ pomodorini + scaglie grana
MARTEDI’Uova n°2Base pizza (anche rossa)+ gamberetti + zucchine grigliate
MERCOLEDI’Carne rossa 160 gBase pizza (anche rossa)+ 40 g affettato (cotto- crudo-bresaola-speck) + 80 g mozzarella + verdure
GIOVEDI’Legumi in scatola 120 gBase pizza (anche rossa)+ 120 g ricotta + spinaci
VENERDI’Carne bianca 130 gBase pizza (anche rossa)+ tonno sgocciolato o salmone 160g + cipolle o verdure
SABATOCarne rossa 130 gPizza vegetariana
DOMENICAPesce 160 gBase pizza (anche rossa)+ 40 g affettato + 80g mozzarella + verdura

Ricordo che lo schema non deve essere segiuto per più di una settimana e che come ogni schema alimentare dovrebbe essere abbinato a un aumento dell’attività fisica: parcheggiare più lontano, scendere una fermata prima della metro, usare la bici o andare a piedi per le commissioni vicino casa, dopo cena se il tempo ce lo consente e se ne abbiamo di tempo, fare una camminata di 15 minuti…

E buona pizzata!

 

photo credit: a.has via photopin cc

Author

Roberta Cattaneo, mamma di Giacomo e Matilde. Professione: DIETISTA. Possiamo imparare molto dai nostri figli, ed è per questo tra i vari settori che la mia professione abbraccia ho un debole per l'educazione alimentare dei più piccoli: quella giocosa dei laboratori del gusto, quella divertente delle storielle e indovinelli, quella gustosa dei mille assaggi.