Come creare un blog: tutto quello che è bene sapere

0

Fenomeno del momento, moda super trendy o semplice sogno di successo? Com’è, come non è, a tutt’oggi i blog sono un fenomeno decisamente diffuso e quasi tutte/i hanno almeno pensato una volta: “Quasi quasi apro un blog”.
Ma se di siti super specializzati e abituati a dirvi come aprire un blog ce ne sono parecchi, noi vogliamo parlare vis a vis con tutte le mamme che ci hanno scritto per farci la fatidica domanda: “Ma da che parte inizio per creare un blog?”.

Partiamo con il dirvi subito un’amara verità: avete presente quei titoli d’effetto dei giornali? Quelli del tipo “Lascia un posto sicuro e diventa blogger di successo” oppure “Lavorava in banca, ora gira per il mondo”, ci siamo capiti no? Bene, consiglio spassionato: DI-MEN-TI-CA-TE-LI.
Da giornalista vi ammetto: i titoli servono sempre d’effetto per ottenere i click, ma poi in questo caso, la realtà è un’altra…

Le donne si sa, dopo essere diventate mamme, acquisiscono i “super poteri”, scoprono energie mai immaginate, trovano forza e creatività inaspettate. Ecco che il blog può diventare un nuovo progetto a cui dedicarsi con passione e impegno, un vero e proprio smart-working. Da qui l’idea di darvi alcuni consigli da seguire se volete aprire un blog.

1. Osservate e leggete tanto

Prima di creare un vostro blog dovete conoscere tutti quelli già presenti! Ovviamente sto scherzando, ma un consiglio importante che mi diede proprio Mamme Acrobate quando avviai il mio blog era stato questo: osserva bene cosa c’è online e cerca di capire cosa ti piace e cosa no. Serve trovare il proprio stile, la propria nicchia o semplicemente la propria identità in quanto blogger. Capire cosa si vuole raccontare e come, e inizialmente osservare aiuta a partire con il piede giusto.

2. Studiate e scegliete delle guide ben fatte

Vi consiglio di iniziare dalla mini guida completa di 1&1 capace di dirvi passo per passo tutte le cose che serve fare per aprire un blog con tantissimi spunti e tools utilissimi da usare. Alcuni essenziali. Qui trovate decisamente tutto quanto serve sapere per iniziare e anche di più (alcune cose non le sapevo e io avrei iniziato già da un po’ a onor del vero). 

3. Prendete consapevolezza dell’impegno che richiede

Non esiste blogger che sia riuscito a creare un blog di successo senza averci dedicato ore, settimane e mesi. Senza aver passato serate se non che notti a lavorarci dentro. E sapete un’altra cosa? Più successo ha il blog, e più lavoro richiede… Ma quando si fa qualcosa che piace davvero, allora, tutto cambia.

4. Serve passione!

Proprio per il punto appena detto, la passione è essenziale! Sconsiglierei vivamente di aprire un blog solo per crearne dei profitti, mentre lo consiglio vivamente come forma di espressione, creatività e ve lo dico, anche catarsi. Scrivere fa davvero bene e alle volte scrivere in modo pubblico aiuta a capirsi meglio. L’importante è che vi piaccia quanto fare e vedrete che le soddisfazioni non mancheranno.
La passione ripaga voi e il vostro impegno a prescindere dal lato economico.

5. Guadagnare con il blog

Stando ad alcuni articoli online su come guadagnare con il blog, ci sono blogger che hanno ottenuto tantissimi soldi nel giro di pochi mesi, solo che la realtà è che quei blogger sono anche espertissimi web marketer ovvero professionisti del marketing online e se hanno guadagnato tanto, vi assicuro, non è di certo per il semplice blog o per i semplici articoli che vi hanno pubblicato sopra con tanto amore. Eh no, non funziona così.

Le forme di guadagno ci sono, ma possono essere a volte lente e quasi sempre non prevedono di certo uno stipendio a fine mese.
In Italia i blogger professionisti che vivono di solo blogging sono pochi, e che vivono esclusivamente con gli incassi che arrivano dal blog, sono ancora meno (non ne conosco nessuno in realtà, ma metto in conto e spero ce ne siano).

Stando nella norma: si può guadagnare una volta che il blog diventa autorevole (qualitativamente quindi riconosciuto), ha numerose visite (tanti visitatori e tante pagine lette) e si dimostra capace di qualità professionale. Tutto questo si traduce in due soli concetti: tempo, tanto. E impegno, tanto. I guadagni a quel punto possono arrivare da pubblicità, progetti con clienti o collaborazioni con agenzie. Tante e diversificate le formule, ma la base resta sempre comune: la capacità di raccontare, un prodotto o una marca, un momento o un cliente, ai propri lettori.

Detto – tutto – questo, il blog è una delle esperienze più gratificanti e divertenti che mi siano capitate nella vita! Passione pura. Per questo ogni volta che mi si chiede: “Ma come fai? Ma non ti stanchi mai?”… La mia risposta è no, mi diverte e tanto!

Vi auguro la stessa passione!

 

 

Foto Copertina
Diritto d’autore: tassev / 123RF Archivio Fotografico

Foto interna articolo
Diritto d’autore: undrey / 123RF Archivio Fotografico


Autore del post

Giornalista e blogger, in sintesi quando non parlo, scrivo. Ho creato un mio blog di viaggi chiamato Fringeintravel perché amo andare.
Fosse per me sarei sempre in mezzo alla natura, ma la realtà è che vivo a Milano, scrivo di moda, benessere, viaggi e senza piastra per i capelli non mi muovo! La contraddizione fa parte di me… E quella citazione “Non si è mai tanto sinceri come quando si è incoerenti” è decisamente la mia preferita.