Viaggiare con gli animali: documenti e consigli

Trattasi di uno degli argomenti più caldi quando arriva l’estate: il viaggio insieme al proprio animale domestico al fine di poter passare voi delle splendide vacanze in compagnia dei vostri cani e gatti. Qui vi vogliamo dire come organizzarvi e cosa serve davvero sapere quando partite con il vostro animale.

Documenti

Per poter partire con il vostro cane o gatto (o furetto?) serve che l’animale possa essere identificato e per questo serve:

  • Identificazione tramite tatuaggio (se prima del 3/07/2011) oppure sistema elettronico identificativo.
  • Passaporto individuale per l’animale rilasciato da un veterinario abilitato dalle autorità competenti e che riporti il numero identificativo dell’animale.
  • Tutte le vaccinazioni effettuate dall’animale vanno riportate sul passaporto così come le visite mediche e gli eventuali trattamenti contro zecche o echinococco di modo che questo documento sostituisca tutte le altre certificazioni che erano necessarie prima della legge in merito al passaporto per l’animale.
  • Per i cani il rilascio del passaporto può essere effettuato una volta compiuta iscrizione all’anagrafe canina.
  • Tenete inoltre presente che serve informarsi sulle norme del Paese in cui dovete recarvi perché in alcune Nazioni non accettano esemplari di razze canine ritenute pericolose.

Vaccinazioni

Chiunque di voi ha un animale, sa bene quanto tempo e dedizione richiedono le vaccinazioni in linea generale, ma quando si viaggia ci sono regole molto chiare che vanno seguite con precisione.

  • Obbligatorio se si viaggia all’estero sottoporre l’animale a vaccinazione antirabbica un mese prima della partenza ad esclusione dell’Italia. Anche se tenete presente che la compagnie navali o aeree a volte la richiedono.
  • Relative e diverse invece le leggi in merito alle vaccinazioni dei vari Stati e per questo è importante che vi informiate prima della partenza presso il servizio sanitario o al consolato di riferimento stesso.
  • Portatevi dietro il libretto sanitario dell’animale di modo che le sue vaccinazioni siano visibili.

In viaggio

In aereo: le regole cambiano a seconda della compagnia. Diverse le regole in merito alla dimensioni dei trasportini e degli animali accettati in cabina. Serve verificare con la compagnia di volo scelta. Nel trasportino l’animale deve stare comodo e non vanno previsti guinzaglio e museruola.

In treno: sia con Trenitalia che con Italo è possibile viaggiare con il proprio animale ad eccezione della carrozza ristorante. Sui siti rispettivi troverete le indicazioni nei dettagli.

In nave: anche qui è possibile viaggiare con il proprio animale, ma varia da compagnia a compagnia quella che è la prassi comportamentale da seguire. Anche in questo caso però l’animale viaggia nel trasportino anche se dipende dalle varie compagnie il dove sarà collocato. Sempre buona regola ogni volta che si viaggia con un animale, avere il certificato di buona salute dell’animale.

In automobile: qui c’è per lo più da seguire dei consigli di comportamento per evitare che i nostri animali si sentano male. Servirebbe guidare con cautela, fare diverse pausa per farli muovere un po’, tenere il finestrino aperto e l’acqua da fargli bere a portata di mano.

Altra buona norma prima di lunghi viaggi sarebbe quella di farli abituare pian piano magari con dei brevi tragitti prima della partenza, farli restare tranquilli con carezze e coccole aggiuntive lungo il viaggio, ma ignorarli quando si lamentano o piagnucolano durante il viaggio perché neppure loro, vanno viziati troppo!

E se i nostri amici animali rimangono a casa?

Se, invece, non viaggiate con i vostri animali ma volete essere tranquilli quando li lasciate a casa un consiglio, oltre a provvedere a trovare qualcuno che si possa prendere cura di loro garantendo cibo, coccole e qualche giretto, è di stipulare una polizza assicurativa come ad esempio le polizze Care e All Inclusive di Allianz Global Assistance che includono la garanzia Micio e Bau e forniscono l’indicazione sulle strutture attrezzate ove ospitare cani e gatti mentre il padrone è in vacanza.

E infine, per essere tranquilli anche sugli “umani” che lasciate a casa, queste polizze prevedono anche la garanzia “assistenza ai familiari a casa”, molto utile per partire davvero sereni anche nel caso non sia un viaggio  per la famiglia al completo! Così il buon viaggio è assicurato, e per davvero!

 

Questo post è stato scritto grazie al supporto di Allianz Global Assistance 

Se state programmando un viaggio e state pensando di stipulare una copertura assicurativa, Allianz Global Assistance propone una ampia gamma di soluzioni adatte alle diverse necessità, che potrete scoprire  visitando l’area del sito Allianz-assistance.it dedicata ai viaggi e alle vacanze.

photo credit: an_chrysanthou via

Author

Mammeacrobate.com è un portale di informazione e confronto su maternità e genitorialità, uno spazio nel quale le mamme si raccontano e si scambiano consigli, racconti ed esperienze di vita grazie alla collaborazione con professioniste che mettono a disposizione di altre mamme e donne le loro competenze e grazie a mamme che si raccontano per socializzare problematiche o stralci di quotidianità.