Vacanze in Sicilia con bambini: cosa vedere e dove andare? |

Viaggiare in Italia è da sempre una delle idee migliori quando si hanno bambini: non ci sono spostamenti troppo lunghi, si hanno tutte le comodità del caso e per ogni evenienza abbiamo la certezza di poterci muovere liberamente…

Se a questo aggiungiamo che la Sicilia è una delle meraviglie di fama mondiale più sorprendenti in assoluto, il quadro diventa completo. 

Abbiamo quindi pensato di darvi un po’ di consigli per vivere al meglio una vacanza con bambini in Sicilia. 

Dove dormire? 

Questo è sempre l’aspetto più importante soprattutto se ci si muove con tutta la famiglia, per questo vi consigliamo le offerte Alpitour per luglio dal momento che il tour operator ha diverse location e soprattutto dopo questo lungo, lunghissimo periodo di forte stress, poter godere di tutti i servizi che offre Alpitour è la soluzione di cui si necessità. 

Riposo! Questa la parola chiave… e sappiamo di averne un gran bisogno. 

Cosa vedere in Sicilia? 

Partiamo da un presupposto importante: le cose da vedere in Sicilia sono infinite. Per quanto si parli di un’isola, qui si trova la maggior quantità di Patrimoni Unesco presenti in una regione italiana.

Qui si trovano millenni di storia.

Qui le influenze degli altri popoli hanno contribuito a creare qualcosa di unico.

Non a caso i siciliani la definiscono un “continente” per dire quante cose racchiude in così pochi chilometri.

Questo quindi vuole essere un elenco di cose da vedere imperdibili, tra le tante. Precisiamo però che non ha alcun proposito di completezza, perché se dovessimo mettere tutte le cose da vedere in Sicilia con bambini o senza bambini, l’elenco sarebbe molto ma molto più lungo.

Diciamo quindi cosa vedere in Sicilia, la prima volta.

Modica (e Val di Noto)

Una delle prime ragioni per fermarsi a Modica è il cioccolato. C’è chi lo ama e chi non lo capisce, ma di base sono in tanti a pensare che sia qualcosa di eccezionale e una prima tappa golosa aiuta sempre anche i più piccoli.

Di contro Modica offre bellezze architettoniche in stile barocco tali da ammaliare e tutta la Val di Noto vanta tappe imperdibili.

Da solo il Barocco Siciliano è in realtà un vero e proprio itinerario e i luoghi da non perdere per godere delle tappe barocche più importanti sono Catania, Noto, Ragusa, Modica e Scicli.

E parliamo solo delle principali.

Taormina

Taormina non necessita presentazioni: affacciata sul mare, gode di una posizione suggestiva già di per sè. Se a questo unite tutte le meraviglie antiche visitabili, si capisce facilmente come mai sia Patrimonio Unesco e uno dei siti più frequentati e ambiti da vedere in Sicilia.

Imperdibile: il teatro greco-romano, le spiagge e la gastronomia… Vi ricordate vero che in Sicilia le vacanze sono anche caratterizzare da un cibo delizioso?

Teatro greco-romano a Taormina

Etna

Questa avventura piace sempre tanto a tutti, bambini e adulti dal momento che visitare un vulcano attivo non è un’esperienza di tutti i giorni.

Naturalmente per potersi avvicinare serve per forza avvalersi di una guida per la propria sicurezza, ma l’esperienza non ha pari.

Per la cronaca: parliamo di un altro Patrimonio dell’Umanità.

Palermo

Palermo è stata una città di conquista. Qui sono passati gli arabi, i fenici e i romani lasciando sempre tracce storiche del loro passaggio.

Secoli di dominazioni convivono nelle opere artistiche visitabili oggi: dalle cupole arabe, alle chiese dal gusto barocco e ancora stile liberty o neoclassico?

Il grande problema di Palermo, sappiatelo, è il traffico, ma il resto è da assaporare intensamente.

La Cattedrale di Palermo

Catania

Palazzi nobiliari, chiese cittadine e ancora testimonianze del barocco siciliano… anche Catania è una città da non perdere quando si visita la Sicilia in famiglia.

La città che vediamo oggi è quella della ricostruzione del 1693, dal momento che fu distrutta da numerosi terremoti ma questo diede la forza di ricostruirla di volta in volta sempre più bella.

Anche in questo caso il centro storico della città è oggi Patrimonio Unesco.

Valle dei Templi di Agrigento

Parco archeologico della Sicilia tra i più belli al mondo, opinione comune che noi riteniamo più che valida grazie all’ottimo stato di conservazione di questi monumenti, la Valle dei Templi di Agrigento è il Parco già grande del mondo e, naturalmente, Patrimonio Unesco.

Agrigento inoltre rimane una bellissima città da visitare anche al di fuori del Parco. “La più bella città dei mortali” secondo Pindaro, Agrigento o Girgenti ha ispirato fior fore di scrittori e autori come Pirandello, Sciascia o Camilleri. Si resta incantati.

Valle dei Templi ad Agrigento

Siracusa e isola di Ortiglia

Una delle cose che colpisce di più nel visitare Siracusa è sicuramente l’isoletta di Ortigia, parte antica della città, oggi è ritenuta una delle isole abitate più belle del mondo (anche se n realtà è collegata da un ponte e non isolata nel mare).

Siracusa vanta oltre al suo centro storico anche l’ultimo capolavoro di Caravaggio tra le cose da non perdere e il Parco Archeologico della Neapolis. Come sempre in Sicilia serve avere un po’ di tempo per poter vedere e godere di tutto perché le meraviglie artistiche da visitare sono tante.

Marzanemi

Dopo tanta arte, non possiamo non inserire anche un villaggio di pescatori che pian piano è diventato un’icona della Sicilia grazie alla bellezza del piccolo paesino. Una tappa per assaporare anche una dimensione più serena della Sicilia.

Dove andare in Sicilia con bambini? 

Tantissimi posti da vedere e di cui godere in Sicilia, ma quali sono i luoghi consigliati con i bambini? A misura loro, per intenderci?

Naturalmente parlando di un’isola dal mare splendido, non possiamo che pensare alle spiagge e quindi…

Baia Giardini di Naxos Taormina

In Sicilia abbiamo l’imbarazzo della scelta per le spiagge, ma questa è un classico imperdibile. Qui non solo i bambini possono godersi il mare e la spiaggia, ma i genitori possono rilassarsi dal momento che l’acqua è bassa e tutti in famiglia godono dei servizi presenti.

Spiaggia di San Lorenzo Marzanemi

Qui c’è tanto spazio per giocare per i bambini, l’acqua è trasparente e il fondale anche qui degradante senza che si corra il rischio che l’acqua diventi subito profonda. Inoltre sono presenti diversi servizi e strutture per agevolare la giornata di mare.

Marina di Ragusa

Questa una delle certezze quando si cercano spiagge adatte anche ai bambini dal momento che ci sono numerosi servizi, ma al contempo anche la spiaggia libera è ben organizzata.

La sabbia permette ai bambini di giocare a più non posso e il lungo mare è ricco di ristoranti, bar e negozi. Volendo inoltre è percorribile anche in bicicletta per variare la passeggiata.

Spiaggia di Mondello, Palermo

Mondello Palermo

La famosa spiaggia di Palermo! Qui non mancano i servizi e sicuramente vi è molto comoda se passate da Palermo, ma l’unico neo negativo è la folla. Si tratta di una spiaggia molto frequentata.

Spiaggia di San Vito Lo Capo

Una delle spiaggie più famose in assoluto in Sicilia per lo scenario suggestivo che offre. Si adatta però molto bene alla famiglia grazie ai fondali bassi che permettono ai bambini di giocare serenamente. La sabbia è presente e l’acqua cristallina.

Le vacanze in Sicilia con bambini possono essere decisamente quello che serve ora.

Author

Giornalista e blogger, in sintesi quando non parlo, scrivo. Ho creato un mio blog di viaggi chiamato Fringeintravel perché amo andare. Fosse per me sarei sempre in mezzo alla natura, ma la realtà è che vivo a Milano, scrivo di moda, benessere, viaggi e senza piastra per i capelli non mi muovo! La contraddizione fa parte di me… E quella citazione "Non si è mai tanto sinceri come quando si è incoerenti" è decisamente la mia preferita.