Vacanze invernali a Roma low cost: consigli per famiglie | Mammeacrobate

Le vacanze invernali sono finalmente in arrivo: le città d’arte saranno le più gettonate per le famiglie italiane, e fra queste ovviamente troviamo Roma. La Capitale sa sempre come accogliere i viaggiatori, specialmente sotto Natale: luminarie, decorazioni, caldarroste, shopping e monumenti. Si tratta infatti di una metropoli ricca di attrazioni, ma anche di tentazioni, che può dunque diventare molto costosa. Rinunciarvi, però, non è consentito: è possibile visitare la Città Eterna a Natale anche low cost, dunque senza un budget elevatissimo. Ecco i consigli migliori per le mamme e le famiglie.

Consigli per risparmiare

Per prima cosa, il risparmio parte dal viaggio e dai mezzi di trasporti prescelti per arrivare nella capitale. Meglio partire subito con un consiglio base: se ci si vuole muovere le feste natalizie, trovare subito i treni da Napoli a Roma su Virail, ad esempio, potrebbe facilitare l’arrivo low cost nella capitale. In questo modo sarà possibile difatti reperire molte soluzioni economiche e più in linea con le esigenze di una famiglia.

Per spostarsi nell’Urbe esistono invece card specifiche che permettono di abbonarsi ai mezzi pubblici spendendo meno, come nel caso di quelle settimanali, tagliate su misura per le famiglie in vacanza a Roma.

Altri suggerimenti utili per una vacanza natalizia romana low cost? Ad esempio tenersi lontani dalle rotte turistiche, preferendo le mete alternative, altrettanto belle ma decisamente più economiche. Inoltre, è sempre il caso di prenotare le stanze e gli alloggi su Internet, così da trovare molte opzioni più accessibili.

Scoprire Roma a piedi

Roma è una città immensa, ma ci sono molte location che possono essere visitate anche a piedi, e che permettono di godere di scorci molto interessanti. Fra queste si trova ad esempio la terrazza del Pincio, che poi rappresenta una delle mete più belle e più famose della Capitale, con una vista panoramica da brividi. Non solo, da segnalare anche il colle del Gianicolo e Villa Borghese, insieme al leggendario Giardino degli Aranci, ai mercati di Porta Portese e al Lungotevere. Tutto free, per non parlare di San Pietro, in Vaticano: anche il prezzo dell’ingresso nella basilica è gratuito, e facilmente raggiungibile con i mezzi pubblici.

Dove mangiare a Roma senza fregature

Ogni “romano de’ Roma” vi darà un consiglio: tenetevi alla larga dai posti frequentati dai turisti, che nascono proprio per innalzare alle stelle i prezzi. Soprattutto qui non troverete la vera e autentica cucina romana, ma soltanto scontrini pazzi ad attendervi, anche per una semplice bottiglia d’acqua. Dove mangiare senza fregature, quindi? Meglio scegliere le location frequentate dagli stessi romani. C’è il ristorante Roscioli vicino a Campo dei Fiori, oppure La Veranda, dalle parti di piazza San Pietro. Altre opzioni consigliate dai romani e molto gettonate sono Felice a Testaccio e il ristorante Pecorino, nello stesso, storico quartiere. Si prosegue all’insegna del buon gusto e della cucina romana, citando pure il Lanificio, il Ristorante Romolo, Nonna Betta e Sora Margherita. Nel weekend non dimenticatevi di prenotare con congruo anticipo, soprattutto in caso di famiglia numerosa.

Author

Mammeacrobate.com è un portale di informazione e confronto su maternità e genitorialità, uno spazio nel quale le mamme si raccontano e si scambiano consigli, racconti ed esperienze di vita grazie alla collaborazione con professioniste che mettono a disposizione di altre mamme e donne le loro competenze e grazie a mamme che si raccontano per socializzare problematiche o stralci di quotidianità.