Vacanza in Sardegna con i bambini: 4 parchi da visitare - Mammeacrobate

Se si ha intenzione di fare una vacanza con i bambini all’insegna del divertimento e del comfort, la Sardegna potrebbe essere la meta ideale. La famosa isola infatti offre tantissimi luoghi che si adattano alle esigenze dei più piccoli, sia per quanto concerne la possibilità di accedere al mare, sia per quanto concerne le aree adibite allo svago e al divertimento. Inoltre c’è da considerare anche un altro aspetto importante, la regione infatti è comodamente raggiungibile con i traghetti Sardegna che quotidianamente partono da tantissimi porti italiani.
L’imbarcazione non solo risulta essere più comoda per i bambini, che di fatto potrebbero avere paura dell’aereo, ma è anche più divertente, tutti, grandi e piccini compresi, amano osservare il mare e le sue onde. 

Sardegna
Foto Unsplash

Cosa visitare durante la vacanza con i propri figli 

Parco Paleontologico Dinosardo

Come sopra accennato, sono varie le località da visitare durante la vacanza in Sardegna con i più piccoli. Una delle attrazioni più famose che l’isola offre ai bambini si trova ad Oristano, stiamo parlando del cosiddetto Parco Paleontologico Dinosardo, un parco spettacolare inaugurato soli 5 anni fa, grande circa 5 mila metri quadri. In questa struttura è possibile far compiere ai più piccoli un vero e proprio tuffo nella storia. Al suo interno infatti sono presenti spettacolari riproduzioni di fossili e di dinosauri che milioni di anni fa popolavano il pianeta. In poche parole, si tratta di un parco ludico ed altamente educativo dove è possibile far conoscere con un diverso approccio ai più giovani la bellezza della storia e della conoscenza. 

Aquadream 

Un’altra tappa obbligatoria durante la vacanza in Sardegna è Aquadream, spettacolare struttura balneare distante circa 35 km dal centro di Olbia, nel cuore della celebre Costa Smeralda. Il parco acquatico è stato inaugurato nel 1987 ma è tutt’oggi fonte di grande attrazione per i più piccoli e non solo. In molti infatti lo considerano come il luogo ideale dove trascorrere una giornata di completo relax e divertimento con la propria famiglia. Diversamente da come si crede, la struttura offre tante tipologie di attrazioni capaci di intrattenere non solo i bambini ma anche le persone adulte. I più piccoli hanno la possibilità di immergersi nella suggestiva piscina King Kong oppure scivolare su uno degli innumerevoli scivoli. All’interno del parco è presente anche un simpatico mini golf dove è possibile sfidare i propri amici a suon di buche. 

Gregoland 

Sempre lungo la costa Smeralda, è presente un altro parco divertimento da visitare assolutamente durante la vacanza in Sardegna con i bambini, ovvero Gregoland. Si tratta di un vero e proprio parco giochi a cinque stelle dove è possibile accedere senza pagare niente. La sua grandezza è imponente, parliamo di circa 11 mila metri quadrati dedicati esclusivamente al divertimento. Il parco è completamente immerso nella natura ed offre una spettacolare vista su Porto cervo, celebre località dell’isola. All’interno della struttura sono presenti tantissimi sentieri e giostre dove i bambini possono divertirsi senza nessuna preoccupazione. 

Parco delle emozioni 

Anche il parco delle emozioni è una struttura da visitare durante la vacanza in Sardegna con i bambini. Il parco citato si trova a Cagliari ed è stato progettato per far divertire i più piccoli, non è un caso infatti se è stato considerato come il primissimo parco “junior” dell’isola. Il parco delle emozioni è situato nel mezzo del parco naturale regionale “Molentargius Saline”, il cui scopo principale è quello di educare alla sostenibilità ambientale mediante particolari attività ludiche. All’interno del parco è praticamente impossibile annoiarsi, è possibile infatti divertirsi con percorsi acrobatici, con le ampie pareti dedicate all’arrampicata, labirinti, laboratori e molto altro ancora. 

Author

Mammeacrobate.com è un portale di informazione e confronto su maternità e genitorialità, uno spazio nel quale le mamme si raccontano e si scambiano consigli, racconti ed esperienze di vita grazie alla collaborazione con professioniste che mettono a disposizione di altre mamme e donne le loro competenze e grazie a mamme che si raccontano per socializzare problematiche o stralci di quotidianità.