Saas-Fee: consigli per una vacanza in famiglia nella Perla delle Alpi

0

Ciò che più colpisce della cittadina di Saas-Fee è il silenzio. Qui, infatti, le auto non possono entrare e dopo un lungo anno tra i suoni della città sembra impossibile non sentire clacson o motori rombare intorno a sé. Oggi vi portiamo nel cantone svizzero del Valais, per raccontarvi di una vacanza a misura di famiglia che abbiamo vissuto e che vi consigliamo.

Saas-Fee: il ghiacciaio e la cittadina

Saas-Fee non è un paese di montagna qualsiasi. Oltre all’animo green dato dalla mancanza delle auto (fin dal 1951), che permette di passeggiare senza alcuno stress, ha la caratteristica di essere incorniciata da diverse cime molto alte. Prima fra tutte il Dom, di 4545 metri, la montagna più alta totalmente in territorio svizzero. Maestosa e imponente, non è l’unico elemento a catturare l’attenzione del turista quando alza lo sguardo dalle antiche case walser di Saas-Fee. Si trova infatti anche il ghiacciaio Feegletscher dove si scia in tutte le stagioni. Chiamata, non a caso dunque, Perla della Alpi, Saas-Fee si trova a circa 70 chilometri dal confine italiano, a 1800 metri di quota. Tra mercati di prodotti tipici, dagli alimentari alle lavorazioni con il legno, hotel storici e ristoranti che propongono i piatti della zona (come il Restaurant La Ferme, dove abbiamo cenato meravigliosamente), Saas-Fee è una destinazione ideale in ogni stagione per le famiglie.

Saas-Fee: diamo da mangiare alle marmotte

In alta montagna, di solito, sono necessari una buona dose di fortuna e molto silenzio per incontrare le marmotte. A Saas-Fee invece ci sono delle aree al fondo del paese in cui questi morbidi animali tenerissimi vivono tranquilli e amano lasciarsi coccolare dai turisti. Ingrediente fondamentale è naturalmente il rispetto dei loro spazi e la pazienza necessaria per creare in loro la giusta fiducia. Facile a dirsi meno a farsi con un bambino rumoroso di 2 anni che non vede l’ora di incontrare le marmotte. Armati di noccioline e carote (che Giacomo ha preparato fin dalla partenza mettendone a iosa nel suo zainetto), abbiamo atteso che le marmotte si convincessero ad uscire dalle tane, ed è stata un’esperienza davvero unica. Dopo qualche minuto infatti dei dolci musini sono usciti dalla terra e, lentamente, hanno mangiato dalle nostre mani tutto quello che avevamo portato per loro. La cosa che più mi ha colpito? La naturalezza con cui mio figlio si avvicinava, senza alcun timore, mentre io ero decisamente più rigida!

Saas-Fee: il playground di Hohsi-Land

Le passeggiate sono pane quotidiano per i montanari e a noi piace molto camminare in alta quota. Durante il nostro soggiorno nel Valais abbiamo preso l’autobus (il servizio è molto efficiente!) che parte da Saas-Fee e scende alla località di Saas-Grund, da dove, in cabinovia, siamo saliti fino alla stazione di Kreuzboden. La vista sulla catena del Mischabel, Alphubel e Allalinhorn e su Saas-Fee è davvero impagabile e da sola vale il viaggio. Da qui partono diversi sentieri di difficoltà varie, come il percorso wellness, che sulla sua strada permette soste su grandi sdraio in legno o amache con panorama mozzafiato, oppure la passeggiata dei fiori alpini. Chi ha bambini però non può perdersi l’Hohsi-Land, un grande parco giochi con ponti sospesi, lunghi scivoli, dighe e animali da accarezzare e nutrire. Noi ci siamo divertiti un mondo tra salite e discese sullo scivolo con mamma e papà, arrampicate su pareti in legno, tunnel nascosti dove i bimbi possono gattonare per poi spuntare a sorpresa in un’altra zona del parco giochi. Le coccole alle caprette e il pranzo con vista al Bergrestaurant Kreuzboden, dove i più piccoli possono giocare in un angolo dedicato a loro, tra peluche, piste di trenini e costruzioni in legno.

Saas-Fee: una cena tra gli animali del bosco

Che ai bambini piacciano gli animali si sa, ma che abbiano la possibilità di ritrovarsi a contatto diretto con loro persino in un ristorante non è cosa comune. Sì, perché alla splendida baita Waldhüs Bodmen, nel bosco, raggiungibile con una semplice passeggiata di mezz’ora a piedi da Saas-Fee, si può cenare accanto alla vetrata che dà sulla zona dedicata ai coniglietti. Non solo, i genitori mangiano tranquilli ottimi piatti della tradizione svizzera e i bambini si intrattengono nell’accogliente stanza dei giochi, calda e confortevole, dove trovano bambole, macchinine, una cucina in legno, peluche e tanti libretti. Si trova proprio accanto alla sala del ristorante, arredato in pieno stile montano, con cucina a vista, piatti decorati appesi e tanti dettagli curati. La terrazza esterna dà su Saas-Grund e sulle montagne circostanti e si può godere di uno splendido tramonto serale.

Saas-Fee e il Valais in generale sono ottime mete sia nella stagione estiva che in quella invernale. Una volta raggiunto il paese l’auto si lascia in un parcheggio a pagamento all’ingresso e ci si muove a piedi. Dall’Italia si giunge attraverso il Passo del Sempione e, ponendo attenzione alle strade che si percorrono, è possibile arrivare senza l’acquisto della vignette. Ogni ristorante o luogo pubblico ha una grande attenzione ai bambini: per loro si trovano seggioloni, colori, stanze gioco, menù dedicati, fasciatoio. 

Per informazioni: Saas-Fee.ch 


Autore del post

Innamorata della vita, dei viaggi, della buona cucina. Smanettona, amo i social e la condivisione, più offline che online: le lunghe tavolate, le domeniche in famiglia, la risate esagerate. Freelance per vocazione, lavoro sul web dal 2009, nel 2013 divento co-founder di PaperProject.it. Nel 2016 realizzo il mio più grande sogno: diventare la mamma di Giacomo.