Metodi naturali per l'igiene dei bambini | Mammeacrobate

Prendersi cura dell’igiene dei propri bambini è fondamentale per salvaguardare anche la loro salute. Spesso però è facile cadere nei tranelli delle pubblicità, che ci fanno credere che i nostri bambini abbiano bisogno di particolari e costosi prodotti per l’igiene quotidiana. In realtà non è così, anzi. Gran parte dei prodotti che si trovano in commercio contengono ingredienti troppo aggressivi per la pelle delicata dei bambini, se non addirittura nocivi!

Esistono però una serie di metodi naturali che possiamo utilizzare per prenderci cura dell’igiene dei nostri bimbi, dall’amido di riso per pulire il sederino alle gocce per orecchie fatte in casa del tutto naturali.

Vediamo nel dettaglio, allora, alcuni suggerimenti per prendersi cura dell’igiene dei bambini in maniera naturale, fai da te e soprattutto sicura.

Come pulire il sederino dei bambini con un metodo naturale?

Per quanto riguarda la pulizia del sederino, è possibile utilizzare al posto delle salviette umidificate che si comprando al supermercato delle faldine di cotone o, in alternativa, delle garze imbevute in oli vegetali, come quello di semi di girasole, di mandorle o di oliva.

L’olio, infatti, è uno degli strumenti più adatti per pulire il bambino in maniera efficace ed economica, evitando di irritare la pelle lasciandola ben idratata.

Un ulteriore consiglio per pulire il sederino del bambino è quello di utilizzare acqua corrente, partendo da davanti per poi proseguire verso il dietro e utilizzando, solo se necessario, una piccola quantità di sapone delicato, per non andare ad irritare la pelle sensibile del bambino.

Come fare il bagnetto ai bambini con un metodo naturale?

I bambini piccoli non hanno bisogno di essere lavati a fondo ma, piuttosto, hanno bisogno di prodotti delicati, dall’alta tollerabilità cutanea e che non contengano sostanze nocive come quelle di profumazione.

Un’igiene eccessiva infatti, o effettuata in maniera sbagliata con prodotti errati, può creare dei problemi alla salute del bambino. Per questo molti pediatri consigliano di non lavare troppo spesso i bambini in quanto un’eccessiva igiene può comportare allergie alla pelle, come la dermatite atopica.

Il metodo migliore per fare il bagnetto ai bimbi è quello di aggiungere all’acqua un cucchiaio di amido di mais o di riso. L’amido è ottimo per detergere delicatamente la pelle lasciandola morbida e idrata.

Un’alternativa può essere quella di sostituire l’amido con il bicarbonato di sodio, perfetto anch’esso per detergere e igienizzare, particolarmente consigliato per le pelli delicate, allergiche e, grazie alla sua azione antibatterica, anche per le pelli che presentano irritazioni.

Il bagnetto non dovrebbe durare troppo tempo: una decina di minuti sono sufficienti. Inoltre la temperatura dell’acqua dovrebbe aggirarsi intorno ai 37 °C ed i prodotti utilizzati (categoricamente delicati e specifici per bambini) devono essere massaggiati durante il lavaggio. Durante l’asciugatura, invece, bisogna evitare di sfregare la pelle ma, piuttosto, optare per il tamponamento.

Come prendersi cura delle orecchie dei bambini con un metodo naturale?

Pulire le orecchie dei bambini è un’operazione molto delicata eppure molto importante.

Occorre pulire con molta accuratezza le parti esterne del padiglione auricolare ed è fondamentale evitare l’utilizzo dei cotton fioc. I bastoncini cotonati, infatti, sono molto pericolosi perché rischiano di graffiare il condotto uditivo, creare un tappo di cerume e, nel peggiore dei casi, andare a danneggiare il timpano.

Come alternativa del tutto naturale per pulire le orecchie, ad esempio, possiamo utilizzare una soluzione salina. Ottima per rimuovere il cerume, può essere tranquillamente realizzata anche a casa mescolando insieme un cucchiaino di sale da cucina con 125 ml di acqua fino alla completa dissoluzione del sale.

Una volta realizzato il composto, occorre far cadere alcune gocce nell’orecchio inclinando leggermente la testa, aiutandosi con un pezzo di cotone imbevuto, mantenere la posizione per un paio di minuti e poi inclinare la testa dalla parte opposta per eliminare la soluzione.

Un altro metodo è quello di utilizzare l’olio di oliva, ottimo per ammorbidire il cerume delle orecchie facilitandone la rimozione. In questo caso occorre inserire due o tre gocce di olio di oliva direttamente nelle orecchie prima di andare a dormire così da lasciarlo agire durante la notte.

Una cosa molto importante da tenere bene a mente è quella di asciugare sempre con cura le orecchie dei bimbi dopo aver fatto il bagno o durante l’estate dopo il bagno in piscina o al mare così da evitare che il contatto con l’aria fresca provochi l’otite.

Come prendersi cura dell’igiene orale dei bambini con un metodo naturale?

Per i bambini con età superiore ai 3 anni, è possibile preparare anche un collutorio fai da te. Basta mettere in infusione in 200 ml di acqua bollente 3 chiodi di garofano e 1 cucchiaio di malva ed infine filtrare il tutto e conservarlo in frigorifero.

Questo collutorio deve essere usato a temperatura ambiente ed è particolarmente consigliato per i bambini che ancora non sono in grado di utilizzarlo senza ingerirlo. In caso di ingestione, infatti, non ci sono problemi in quanto è un collutorio del tutto naturale.

Author

Mammeacrobate.com è un portale di informazione e confronto su maternità e genitorialità, uno spazio nel quale le mamme si raccontano e si scambiano consigli, racconti ed esperienze di vita grazie alla collaborazione con professioniste che mettono a disposizione di altre mamme e donne le loro competenze e grazie a mamme che si raccontano per socializzare problematiche o stralci di quotidianità.