Giocando s’impara: i libretti dei colori di Sassi Junior - Mammeacrobate

Il gioco rappresenta un aspetto centrale della vita di ogni bambino sin da piccolissimi. Fin dalla prima infanzia, infatti, attraverso il gioco i bambini esplorano l’ambiente che li circonda ed esprimono il loro mondo interiore.

L’apprendimento nei più piccoli avviene in primo luogo attraverso il “fare” e le esperienze sensoriali, il guardare, il toccare sono azioni che, nella loro normalità, rappresentano importanti stimoli per lo sviluppo cognitivo. Giocando si impara e ci si diverte, basta trovare gli strumenti giusti per farlo.

A proposito di imparare divertendosi, abbiamo recentemente scoperto i libretti dei colori della Casa Editrice Sassi Junior, la prima casa editrice per bambini interamente dedicata all’ecologia.

Dieci robusti libretti facili da leggere e da impilare, con illustrazioni divertenti, contenuti educativi e dimensioni adatte ai bambini. Dieci graziose storielle in rima, anche per i più piccoli, per imparare i colori preferiti insieme a dei simpatici animaletti.

I libretti sono dotati di un pratico contenitore che permette di raccoglierli e portarli con sé,  magari – visto che è tempo di vacanze – anche per intrattenere i bambini durante i viaggi e vincere così la noia.

In perfetto stile green i libretti dei colori sono stampati con inchiostri ecologici e realizzati per il 98% con materiali riciclati, una scelta che è sinonimo di rispetto dell’ambiente e attenzione alla qualità, aspetto che non deve mai mancare nei prodotti che acquistiamo per i nostri bambini.

E dopo la lettura…ci si può divertire tutti insieme a impilarli come mattoncini! Perché in fondo in fondo, dopotutto, non si smette mai di essere bambini!

Author

Mammeacrobate.com è un portale di informazione e confronto su maternità e genitorialità, uno spazio nel quale le mamme si raccontano e si scambiano consigli, racconti ed esperienze di vita grazie alla collaborazione con professioniste che mettono a disposizione di altre mamme e donne le loro competenze e grazie a mamme che si raccontano per socializzare problematiche o stralci di quotidianità.