Rumori del frigorifero: cosa significano?

Può sembrare strano, ma i frigoriferi, attraverso i rumori che generano durante il funzionamento, ci stanno comunicando quello che sta succedendo in un elettrodomestico che, al contrario di tutti gli altri che si trovano nelle nostre case, è l’unico che funziona per 24 ore al giorno per tutti i giorni dell’anno!

Molti anni fa eravamo consueti associare al frigorifero il rumore del compressore che di gran lunga superava tutti gli altri. Andando molto indietro nel tempo, l’eliminazione dei Freon dannosi per lo strato di ozono dell’atmosfera e la ricerca dei minor consumi energetici hanno portato i costruttori di compressori a sviluppare nuovi tipi di prodotti che, oltre ai vantaggi sull’impatto ambientale, hanno anche raggiunto prestazioni eccellenti in termini di consumi energetici ma anche di rumore.

Probabilmente è anche per questo motivo che spesso, oltre al “classico” rumore del compressore, percepiamo adesso anche gli altri rumori che provengono dal frigo. Rumori che una volta erano coperti da quello che comunemente veniva chiamato il “rumore del motore”.

Solo raramente questi potrebbero essere i sintomi di un guasto o di un difetto, al contrario di norma questi rumori rivelano “in frigoriferese” i vari momenti del ciclo di funzionamento dell’apparecchiatura.

In questo articolo cercheremo di dare una spiegazione tecnica che aiuterà a capire meglio perché vari rumori siano generati in un “armadio” chiamato frigorifero e come sia lecito aspettarseli seppure questi siano  meno facilmente comprensibili e immediati soprattutto se paragonati a quelli che si possono percepire dagli altri tipi di elettrodomestici.

E poi  se anche Albano e Romina dicevano che il “buco nell’ozono faceva rumore”… potrà pur far qualche rumore il frigorifero che eliminando i freon contribuisce a richiuderlo!!!

Vi prego di passarmi le descrizioni sotto che per maggior chiarezza utilizzano termini che di tecnico hanno veramente poco!

I rumori del frigorifero: cosa ci dicono?

Il funzionamento base di un frigo è assicurato da un compressore che comprime un gas, che diventa liquido (cedendo calore in genere dal pannello posto nella parte posteriore del frigo), che iniettato attraverso un ugello si trasforma di nuovo in gas (sottraendo calore e quindi raffreddando la cella del frigo), per poi ritornare al compressore e ricominciare il ciclo.


Per cui sibilo, ronzio, gorgoglio, scroscio sono tutti rumori generati dal fluido refrigerante durante le sue trasformazioni da gas a liquido e viceversa.

Quando si raggiunge la temperatura impostata il compressore è spento da un termostato che poi provvede ad accendere nuovamente il compressore al momento che la temperatura risale.
Un ronzio è associato alla partenza del compressore e dopo i primi minuti tende a diminuire ma non a scomparire. Al momento che il compressore si ferma potremmo sentire un leggero traballio.
L’interruttore del termostato è quello che ci fa sentire il tic quando accende e spenge il compressore.

Materiali diversi, plastica, rame, ferro, alluminio …, sono in contatto nel frigorifero ed a causa delle continue variazioni termiche questi sono soggetti a movimenti reciproci. In più vi è anche la formazione e lo sbrinamento ciclico del ghiaccio. Scricchiolio o scrocchio sono associabili proprio a queste dilatazioni.

Molti frigoriferi oggi utilizzano ventilatori per la circolazione dell’aria all’interno dei vani frigo o freezer. Ma anche all’esterno per migliorare l’efficienza termica.
Quando il ventilatore parte o si ferma potrebbe sembrare l’avviamento o l’arresto di un motore di aereo in lontananza.

Poi vi sono i frigoriferi combinati che utilizzano un’elettrovalvola per indirizzare il fluido nella parte frigo o nella parte freezer.
Quando agiscono su questo scambio si sente un tic, che diventa un vero e proprio ticchettio per qualche secondo, quando questa effettua un suo ciclo di pulizia per assicurare il funzionamento nel tempo.

Con tutte queste descrizioni non voglio certo proporvi di sopportare stoicamente la sofferenza che potrebbe derivare da rumori veramente forti, fastidiosi e costanti che invece potrebbero essere il sintomo di un mal funzionamento o di un guasto.
E neppure voglio farvi ascoltare un frigorifero come fosse The Voice  di Frank Sinatra”!
Solo raccontarvi che alcuni rumori, seppure di non immediata comprensione,  sono associati proprio al modo di funzionare di questo elettrodomestico e per questo cercare di renderveli più familiari dal momento che questo elettrodomestico ce li trasmette mentre lavora per noi ininterrottamente tutto il giorno e per tutti i giorni dell’anno.

photo credit: iStock.com/cyano66


Author

Mammeacrobate.com è un portale di informazione e confronto su maternità e genitorialità, uno spazio nel quale le mamme si raccontano e si scambiano consigli, racconti ed esperienze di vita grazie alla collaborazione con professioniste che mettono a disposizione di altre mamme e donne le loro competenze e grazie a mamme che si raccontano per socializzare problematiche o stralci di quotidianità.