Gite fuori porta in famiglia: conoscete i mammut di Bergamo?

Bergamo Alta. Una città storicamente splendida, artisticamente parlando una perla del nord Italia e gastronomicamente una certezza di buon gusto, MA qui parliamo dal punto di vista dei vostri figli e quindi…

Come vivere una città di bellezza conclamata come Bergamo con gli occhi di vostro figlio? (E ovviamente, insieme ai vostri figli per farli divertire nel mentre anche voi, certo, vi godete la gita?)

Ecco i percorsi per vivere Bergamo a prova di bambini.

 archivio Turismo Bergamo – ph Dimitri Salvi
archivio Turismo Bergamo – ph Dimitri Salvi

1. Il racconto e la “fiaba” di Bergamo

Come dentro a un videogame, come ai tempi delle corti, come ai tempi dei cavalieri, entrate in una delle 4 porte di Bergamo per salire alla Rocca e immaginate a voce alta i tempi in cui le guardie vegliavano pronte per dare l’allarme a un eventuale attacco. Ricordate come il nemico fosse combattuto con sassi e acqua bollente (a volte anche olio eh) e raggiungete una delle molti torri che caratterizzano la città alta. Nelle vostre parole, i più piccoli troveranno l’avventura.

2. Visita al MAMMUT

Ovvero Museo delle Scienze Naturali. Immaginate già la sorpresa dei bambini nel vedersi di fronte un mammut di grandi dimensioni (la vista non lascerà indifferenti neppure voi in realtà). Il museo ripercorre la storia di 220 milioni di anni fa, armatevi di voce e pazienza per raccontare come mai oggi sorgono montagne dove un tempo si trovava il mare.

3. Prendete la funicolare…

Perché alle piccole pesti spesso piace di più il viaggio che non la meta finale (quanto c’è da imparare sempre eh!) e sicuramente raggiungere il castello di San Vigilio sulla sommità di un colle attraverso una bella funicolare gli darà quell’emozione adrenalinica capace di farli entusiasmare.
Una volta arrivati su, voi potrete godere dello splendido paesaggio e per scendere c’è la scaletta dello Scorlazzone che vi fa raggiungere Porta Sant’Alessandro.

 archivio Turismo Bergamo – ph Dimitri Salvi
archivio Turismo Bergamo – ph Dimitri Salvi

4. Visitate le cannoniere

Se avete figli maschi non serve neppure dirlo di quanto siano affascinati dalla storia delle guerre e già solo per questo ritrovarsi proiettati sotto la passeggiata lungo le mura veneziane, in una delle due cannoniere accessibili e sotterranee alla città, vale l’esperienza. Se avete figlie femmine, in realtà, anche loro vivranno l’adrenalina di essere sotto la città. Una visita che non lascia indifferenti i piccini (e neppure i grandi).

5. La vertigine delle Torri

E se hanno apprezzato i sotterranei, a quel punto una vista dall’alto è necessaria. E’ giunto il momento di fare sfogare come si deve le piccoli pesti per cui… Potete salire a piedi (o dovete a seconda dei casi).
Due le torri da visitare: Torre Gombito e Torre del Campanone che sono percorribili a piedi e vi invitano a scalare 263 gradini sulla prima torre e solo 230 per la seconda, ma in questo caso (ok ve lo ammetto) trovate anche un comodo ascensore che vi porta su…

Solo che i vostri figli potrebbero non essere dell’idea, e oggi è la loro giornata!

Author

Giornalista e blogger, in sintesi quando non parlo, scrivo. Ho creato un mio blog di viaggi chiamato Fringeintravel perché amo andare. Fosse per me sarei sempre in mezzo alla natura, ma la realtà è che vivo a Milano, scrivo di moda, benessere, viaggi e senza piastra per i capelli non mi muovo! La contraddizione fa parte di me… E quella citazione "Non si è mai tanto sinceri come quando si è incoerenti" è decisamente la mia preferita.