La felicità in un sorriso: le storie di Valentina e Tamara - Mammeacrobate

La felicita' in un sorriso

Leggendo le belle testimonianze che state lasciando sul sito www.mellincuoredimamma.it sul primo sorriso del vostro bimbo, non posso non notare che in tutte ricorre il concetto di FELICITA’.

Ne avevo già parlato settimana scorsa nel mio post: un sorriso è una garanzia di felicità, se qualcuno sorride possiamo ben pensare che sia felice.

Figuriamoci poi se è un figlio a sorridere, quale gioia più grande per un genitore.

 

Questa settimana mi sono piaciute molto le storie di Valentina e Tamara.

 

E’ proprio di Felicità che parla il racconto di Valentina, quel sentimento che lei non pensava di conoscere realmente fino a quando non ha incrociato il sorriso di sua figlia.

“Il concetto di Felicità mi ha sempre lasciata molto perplessa.. non ci ho mai creduto.. ho sempre pensato che la Felicità fosse qualcosa di poco realistico e, diciamolo pure, irrealizzabile.

Due mesi fa è nata la mia prima figlia, Maddalena e non nascondo che i primi 40 giorni (il famoso puerperio) sono stati davvero assurdi.

Le grandi difficoltà con l’allattamento, i nuovi ritmi e nuovi orari, il tanto temuto “baby blues” insomma, tantissima fatica e anche un po’ di lacrime, e, pare brutto dirlo, a volte sembrava davvero che non ci fosse alcuna “ricompensa”.. poi, dopo un mese e mezzo di tutto questo, Maddalena ha cominciato a guardarmi negli occhi e una mattina, mentre la cambiavo sul fasciatoio, mi ha sorriso.

Da quel giorno, tutte le mattina, appena si sveglia, vado vicino a lei e la guardo, lei mi fissa giusto un paio di secondi poi mi riconosce e comincia a sorridermi.

E così, improvvisamente, il concetto di Felicità ha preso forma.”

 

Leggendo queste parole ripenso alle sensazioni provate durante l’attesa della mia prima figlia.

Non è facile realizzare che dentro di te sta crescendo una Vita e che tra qualche mese tra le braccia avrai un piccolo bimbo.

Come spesso accade, certe esperienze non puoi capirle prima di averle vissute.

 

Pensavo e cercavo di immaginare come sarebbe stato partorire (…), cosa avrei provato a guardare finalmente il viso di mia figlia, a stringerla tra le braccia, ad annusare il suo odore.

Provavo a immaginare tutto ciò… ma la realtà fu ben diversa.

Furono diversi anche i giorni successivi al parto e inaspettato arrivò un breve periodo di baby blues.

 

Come racconta anche Valentina, i primi 40 giorni di solito non sono una passeggiata… e per la verità, non lo sono stati la prima volta ma nemmeno la seconda….

Però, come accade per tutte le prime volte (…che non si scordano mai…) ricordo ancora il primo sorriso della mia bimba grande, improvviso, solare, occhi negli occhi e, come è capitato a Valentina, proprio mentre la stavo cambiando sul fasciatoio.

Un momento MAGICO, non ci sono tante parole per descriverlo, mi si è illuminato il cuore!

 

E poi c’è il racconto di Tamara.

Leggendolo mi è scesa una lacrimuccia (credo di avere ancora una tempesta ormonale post gravidanza in corso, ma questa è un’altra storia).

Tamara ha due bimbi, ci descrive la sensazione provata alla vista del sorriso della sua prima bimba, di nome Gioia (un nome meraviglioso) e poi ci racconta del primo sorriso del suo secondo bimbo, Luca, e di quanto speciale sia stato quel sorriso.

Che non è stato per lei. Ma per la sorellina.

 

“E’ stato un momento stupendo, il suo primo sorriso dedicato alla sorellina!!!! Non ci potevo credere, era troppo meraviglioso per i miei occhi e per il mio cuore di mamma!!!!”

 

Ora che sono mamma di due bimbe capisco perfettamente l’emozione che ha provato Tamara.

E’ bellissimo guardare i propri figli che iniziano a conoscersi, a cercarsi, a costruire quel legame che, si spera, sarà unico e speciale per tutta la vita.

Io mi sciolgo come neve al sole quando A. (5 anni) si mette a leggere le storie a sua sorella M., 3 mesi,  o quando l’abbraccia e la bacia, o le canta le canzoncine e la piccolina ride come una matta.

 

Grazie quindi a Valentina e a Tamara, ma anche alle altre mamme che questa settimana hanno raccontato su www.mellincuoredimamma.it le emozioni legate al primo sorriso dei loro figli.

Ogni settimana commenterò qui con voi le storie che mi avranno più colpita, emozionata, commossa o divertita. Un modo per continuare a parlare di sorrisi e di buone azioni.

 

Vi invito a leggere  le belle testimonianze di queste mamme andando su questo LINK e a lasciare il vostro racconto.

Per ogni storia raccontata Mellin devolverà il contributo di 1€ alla Fondazione Onlus Magica Cleme che offre a tutti i bambini in cura e alle loro famiglie un momento di svago al di fuori delle mura ospedaliere.

Inoltre potete seguire Mellin e le sue iniziative nella nuova pagina di Facebook.

Author

Laura Campagnoli, mamma di Tommaso e Francesco, una passione irrefrenabile per tutto ciò che ruota intorno alla casa ma incapace di gestirla (la casa), un marito superattivo eco-addicted e un lavoro più che full time. Pigra fisicamente ma non di mente. Acrobata come tante mamme in (precario) equilibrio tra lavoro, casa, bimbi, marito, amiche, genitori e nonni, hobby e sport (poco)… e non necessariamente in quest’ordine!