Bambini e aria condizionata: come regolarla? | Mammeacrobate

Dopo un inverno lungo e piovoso, finalmente è arrivata l‘estate. Ma uno degli effetti collaterali della bella stagione è il gran caldo, che in alcuni casi può diventare anche afoso, dunque fastidioso. Per noi adulti, ma soprattutto per i più piccoli, che tutti sudati, rischiano di prendersi un malanno al minimo refolo d’aria fredda. Una soluzione per dar loro sollievo può essere l’aria condizionata: molti genitori (e alcuni pediatri) sono convinti che sia il male assoluto, e invece se usata in modo moderato e intelligente può contribuire al benessere del bambino, e anche al vostro.


Ecco qualche consiglio pratico per usarla, sia in casa che in auto. Fate solo molta attenzione quando entrate nei negozi (dove la temperatura è fuori dal vostro controllo): ricordatevi di asciugare bene dal sudore vostro figlio e poi di coprirlo con una felpina o una coperta, se ancora nel passeggino.

Sì all’aria condizionata anche con i neonati

Anche se vostro figlio ha pochi mesi, potete usare l’aria condizionata, a patto che lo copriate bene. L’aria fresca può aiutare anche il piccolo a sopportare l’afa e a riposare meglio la notte.

Pulite bene i filtri dell’aria condizionata

L’aria condizionata diventa ‘pericolosa’ quando i filtri sono sporchi perché così può propagare nell’ambiente polvere e bacilli lì annidati. Per questo, ogni due settimane è bene pulirli: basta rimuoverli dal condizionatore, passarli con l’aspirapolvere o sotto l’acqua e poi, una volta asciutti, reinserirli. Stesso discorso con il condizionatore in auto: ogni volta che portate la macchina dal meccanico, chiedetegli di pulire i filtri, per un miglior funzionamento dell’apparecchio, ma soprattutto per impedire che muffe o batteri proliferino.

LEGGI ANCHE: I rifugi di montagna più belli da visitare con i bambini


Bambini e aria condizionata: on esagerate con il freddo

Non occorre girare il termostato sui 20 gradi, a volte basta anche solo abbassare di 5 gradi la temperatura di partenza oppure usare il deumidificatore, che rimuovendo l’umidità (quella che ci fa sudare!), lascia l’ambiente fresco e asciutto. Soprattutto, ricordatevi di non piazzare il passeggino con dentro vostro figlio o il seggiolino in auto davanti ai bocchettoni dell’aria condizionata: il passaggio repentino da caldo a freddo può causare delle infezioni polmonari al piccolo. Quindi, sempre le bocchette rivolte verso l’alto, che sia in casa o in auto.

Arieggiate i locali dopo l’aria condizionata

Un errore comune, che si fa abbastanza spesso, è tenere sempre le finestre chiuse, per non disperdere il fresco creato dall’aria condizionata. Sbagliato: è bene arieggiare ogni tanto l’ambiente, per cambiare l’aria ed evitare il ristagno di sostanza inquinanti, soprattutto nella cameretta dei bambini.

LEGGI ANCHE: Rimedi efficaci per proteggere bambini e neonati dalle zanzare

Rinfrescate l’auto prima di salire a bordo

Prima di salire in macchina, ma soprattutto prima di fare accomodare il bambino, accendete l’aria condizionata per rinfrescare l’ambiente e non accusare il classico colpo di calore. Una volta a bordo, abbassate il getto e alzate la temperatura, per evitare il gelo, anticamera di malanni. Infine, ricordatevi di mettere delle tendine antisole sui finestrini per evitare che i raggi entrino diretti nell’abitacolo.

Credits immagine: primagefactory


Author

Innamorata della vita, dei viaggi, della buona cucina. Smanettona, amo i social e la condivisione, più offline che online: le lunghe tavolate, le domeniche in famiglia, la risate esagerate. Freelance per vocazione, lavoro sul web dal 2009, nel 2013 divento co-founder di PaperProject.it. Nel 2016 realizzo il mio più grande sogno: diventare la mamma di Giacomo.