Tutto sul congelamento: trucchi e segreti per congelare e scongelare gli alimenti in modo corretto

3

Conservare gli argomenti in maniera corretta è importante: pensi di sapere tutto ad esempio sul congelamento?

Congelatore: un valido aiuto anche per risparmiare

Il congelatore è di grande aiuto in casa. Al suo interno il cibo può essere conservato per lunghi periodi mantenendo inalterate le caratteristiche originali.

In molti casi, se il congelatore è riempito senza lasciare molto spazio libero e la sua temperatura è stabilmente attorno a -18°C, condizione standard, il cibo può durare per anni. Il gusto potrebbe svanire gradualmente, ma il valore nutrizionale rimarrebbe praticamente inalterato.

Il congelamento funziona perché la bassa temperatura rallenta tutti i processi che contribuiscono all’invecchiamento del cibo. Batteri ed altri microorganismi non proliferano, ma non vengono eliminati dal congelamento. Ciò significa che appena il cibo viene scongelato, essi possono tornare ad essere attivi, e se lo scongelamento è effettuato in modo improprio, possono iniziare a moltiplicarsi.

Come congelare diversi cibi

Verdure: come congelarle

Prodotti freschi come le verdure dovrebbero essere bollite o cotte al vapore e raffreddate prima di essere congelate. Ciò assicura l’inattivazione degli enzimi e preserva gli alimenti dall’ossidazione, evitando il rischio che le verdure stesse diventino rancide nel tempo.

Come surgelare carne e pesce

Fettine di carne e pesce e pezzi di pollame vengono congelati al meglio separatamente e poi confezionati assieme.

La carne confezionata in sacchetti perfettamente sigillati, dai quali è stata rimossa più aria possibile può essere confezionata più a lungo. Le sacche d’aria assorbono l’umidità dalla carne, disidratandone lentamente la superficie. Questo fenomeno si manifesta attraverso uno scolorimento, noto come bruciatura da congelamento. Ciò può alterare l’aspetto ma non compromette la sicurezza del prodotto.

Per la carne macinata e gli hamburger il consiglio è di confezionarli in pacchi più sottili possibile; in questo modo, il processo di congelamento avviene più rapidamente e, più importante, anche lo scongelamento sarà più veloce.

Sughi e salse in congelatore

Una procedura che aiuta a risparmiare tempo è quella di congelare sughi, salse e minestre nei vassoi usati per i cubetti di ghiaccio e confezionare successivamente i cubetti ottenuti nei sacchetti. In questo modo si possono gestire meglio le porzioni e lo scongelamento è più rapido che non nel caso di un singolo blocco. Non è necessario utilizzare forni a microonde oppure attendere tempi lunghi per lo scongelamento.

Congelare il pane

Il pane appena sfornato è conservato bene se viene congelato dopo il raffreddamento a temperatura ambiente. Se il prodotto è ancora caldo, durante il processo di congelamento c’è il rischio che il vapore d’acqua condensi nel sacchetto e venga assorbito in superficie, perdendo la propria fragranza e diventando morbido e bagnato.

Il pane confezionato a fette consente di gestire meglio le porzioni, prelevando solamente ciò che serve; così come per gli altri prodotti, è consigliabile evacuare il più possibile l’aria prima di sigillare il sacchetto.

Conservare il gelato in freezer

Il gelato è un alimento che necessariamente va conservato nel congelatore. In questo caso, l’aspetto più importante è la costanza della temperatura. La delicata struttura del gelato è generata dalla distribuzione omogenea di cristalli di ghiaccio. Se la temperatura varia nel tempo, singoli cristalli di ghiaccio possono fondere ed aggregarsi, formandone di più grandi, che modificano la struttura della superficie da liscia a granulare. I congelatori verticali riescono a mantenere meglio la temperatura costante; tempi di conservazione lunghi richiedono temperature inferiori.

Per quanto tempo è possibile conservare gli alimenti nel congelatore?

Come detto all’inizio dell’articolo, si può arrivare a conservarli anche per alcuni anni, ma ciò dipende da alcuni aspetti. Quello più importante è che il cibo conservato non diventi un rischio per la salute.

Il gusto può variare in modo significativo, e questo può ingannarvi, ma non vi fa ammalare.

Alcuni suggerimenti:

  • pesce bianco 6 mesi,
  • pesce grasso (salmone) 3 mesi,
  • carne a pezzatura grande (arrosto) 12 mesi,
  • carne macinata e pancetta 3 mesi,
  • alimenti congelati industrialmente da 6 a 12 mesi,
  • bacche alcuni anni (disidratazione e rimpicciolimento possono comprometterne l’aspetto visivo, che viene parzialmente recuperato reidratandole).

Le regole generali per mantenere i cibi in freezer

  • quando è possibile, cercare di conservare il cibo in contenitori piatti e poco profondi.
  • quando si congela il cibo all’interno di sacchetti di plastica, evacuare l’aria in eccesso. In questo modo si rallenta l’essiccamento della superficie del cibo e si abbassa il rischio di bruciarla per congelamento. Il confezionamento sotto vuoto può essere prezioso.
  • accertarsi che il cibo sia perlomeno a temperatura ambiente prima di essere confezionato.
  • dividere il cibo da congelare in porzioni su vassoi prima di porlo in contenitori o sacchetti (chicchi, fette di pane, minestre e salse). Ciò consente di accelerare lo scongelamento e di dosare meglio le porzioni, in quanto si preleva solo ciò che serve. 

Si ringraziano gli esperti Electrolux Professional per la consulenza. 

 


Autore del post

Laura Campagnoli, mamma di Tommaso e Francesco, una passione irrefrenabile per tutto ciò che ruota intorno alla casa ma incapace di gestirla (la casa), un marito superattivo eco-addicted e un lavoro più che full time. Pigra fisicamente ma non di mente. Acrobata come tante mamme in (precario) equilibrio tra lavoro, casa, bimbi, marito, amiche, genitori e nonni, hobby e sport (poco)… e non necessariamente in quest’ordine!