Tazze evolutive Chicco: imparare a bere è un traguardo importante

0

Festeggiamo i primi passi o la prima parolina, senza renderci conto che anche imparare a bere da soli è per i nostri bambini un importantissimo traguardo. Dopo i primi sei mesi, durante i quali il bambino assume soltanto liquidi attraverso la suzione di seno o biberon, arriva un momento complesso, ovvero quello in cui si introducono nuovi alimenti, nuove consistenze, nuovi strumenti  e si impara gradualmente a bere e mangiare in autonomia.  Il bimbo deve imparare a masticare e a deglutire, allontanandosi sempre più da quel movimento di labbra e lingua che eseguiva in tutta naturalezza fin dal primo momento.

Da succhiare a bere come i grandi: un passaggio fondamentale

Passare dalla posizione a labbra estroflesse, mandibola aperta e lingua che spinge per spremere il capezzolo della mamma, alla deglutizione “da grandi” è complesso.

Deglutire e respirare insieme, poi, non è cosa facile!

Logopedisti e pediatri hanno a lungo studiato questa fase. Lo stesso ha fatto Chicco, insieme ai suoi esperti, così da sviluppare dei prodotti adatti a questo periodo: è nata la prima linea di Tazze Evolutive, diversi modelli di tazze, pensate per evolvere insieme al bambino, seguendo le sue esigenze e capacità fino a giungere alla totale autonomia nel bere.

Che caratteristiche hanno le Tazze Evolutive Chicco?

  • Beccucci e bordi che spingono il bimbo ad assumere specifiche posizioni delle labbra di volta in volta.
  • Consistenze diverse: alcune sono realizzate in materiale morbido, altre più rigido, seguendo anche qui l’evoluzione del bambino.
  • Valvola brevettata anti-goccia: se in un primo momento ci si approccia alla tazza senza troppa fatica, perché si succhia facilmente il liquido al suo interno, successivamente  la valvola viene eliminata e il bambino deve imparare a bere gestendo da sé il flusso d’acqua.

Nei primi mesi dopo lo svezzamento le capacità motorie non sono ancora del tutto sviluppate, ci sono tanti piccoli step da fare, dalla coordinazione mano bocca fino ad arrivare alla totale autonomia: forma e peso delle Tazze Evolutive varia quindi in base al periodo in cui verranno usate.

Tutte queste caratteristiche come tutte le diverse componenti di queste nuove tazze sono intercambiabili tra loro, questo per dare modo a ogni genitore di ‘creare’ la tazza migliore in quel momento per il suo bambino.

LEGGI ANCHE: Come insegnare al bambino a bere da solo

Ma come genitori cosa dobbiamo fare per aiutare il bambino a bere da solo?

È importante che agevoliamo l’autonomia in nostro figlio, aiutandolo a raggiungere la piena capacità di deglutizione e di gestione della tazza. Come? Osservandolo e supportandolo: l’istinto di un genitore difficilmente sbaglia, affidiamoci a quello per capire quale tazza scegliere e quando introdurla!

Qui trovate le Tazze Evolutive Chicco (da 4+ mesi fino ai 14+ mesi)

Ma quando i bambini diventano effettivamente autonomi? Si raggiunge la piena capacità di bere (e mangiare) per conto proprio attorno ai 24 mesi. Naturalmente ogni bambino è è a sé quindi niente paura se allo scadere dei due anni vostro figlio ha ancora bisogno di un pochino di aiuto!

 

Articolo sponsorizzato in collaborazione con Chicco


Autore del post

Innamorata della vita, dei viaggi, della buona cucina. Smanettona, amo i social e la condivisione, più offline che online: le lunghe tavolate, le domeniche in famiglia, la risate esagerate. Freelance per vocazione, lavoro sul web dal 2009, nel 2013 divento co-founder di PaperProject.it. Nel 2016 realizzo il mio più grande sogno: diventare la mamma di Giacomo.