Seggiolini anti abbandono obbligatori dal 7 novembre, ecco cosa c'è da sapere | Mammeacrobate

Amare i propri bambini significa anche prendersene cura e avere in ogni occasione le giuste attenzioni. In auto sicuramente con l’utilizzo del seggiolino auto! Se fino a un paio di anni fa ben l’80% dei genitori italiani non lo usava per i propri figli, negli ultimi tempi è capitato troppo spesso di scordarsi i bambini in macchina con terribili conseguenze.

Da oggi, 7 Novembre, è in vigore una legge per proteggere i bambini e non peccare di superficialità. Si tratta esattamente del comma 1-bis dell’art. 172 del codice della strada che prevede l’obbligo di utilizzare appositi dispositivi di allarme volti a prevenire l’abbandono involontario per tutti i conducenti che trasportano bambini fino ai 4 anni. I nuovi seggiolini avranno un segnale luminoso e uno acustico e avviseranno i genitori anche nel momento in cui la macchina sarà spenta.

Seggiolini anti abbandono: come devono essere?

Il dispositivo deve avere le seguenti caratteristiche:

  • un innesco automatico (senza ulteriori azioni del conducente);
  • segnali luminosi, o di vibrazione, o di chiamata, o di sms, o di collegamento al cellulare per avvisare della presenza del bambino a bordo;
  • se alimentato da batteria, deve segnalare lo stato di carica.

Nel momento dell’acquisto è importante richiedere l’autocertificazione del prodotto in quanto per i dispositivi anti-abbandono non esiste omologazione ma autocertificazione della casa produttrice che il dispositivo abbia eseguito test senza alterare la capacità protettiva del seggiolino.

La data prevista per l’obbligo di dotazione di seggiolini con dispositivo anti-abbandono era prevista per il 6 marzo 2020. Un anticipo che ha spiazzato tutti anche perché sul mercato non ci sono sufficienti dispositivi per tutti i bambini sotto i quattro anni. Né ci sono indicazioni chiare su come ottenere gli incentivi all’acquisto inseriti nel decreto fiscale 2020.

Come comportarsi quindi? Sperare che nessuno eroghi multe rispetto a una norma così mal strutturata?

Non è stata concessa nessuna deroga. Quindi se non volete incorrere nella sanzione amministrativa del pagamento di una somma da 81 euro a 326 euro, più la decurtazione di 5 punti sulla patente, vi consigliamo di premurarvi a comprare i dispositivi, augurandovi di trovarli, tenendo a mente le caratteristiche che vi abbiamo elencato.