La vera ricetta dei canederli dell'Alto Adige

Profumo di erbe di montagna, sapori tipici dell’Alto Adige/Sudtirol e un’aria rilassante che sa già di vacanza…e tutto questo senza muoversi da Milano. Tranquilli, non siamo impazzite, solo un angolino di una delle regioni più belle d’Italia ricostruito nel capoluogo milanese.

Qualche giorno fa, infatti, abbiamo trascorso una piacevole serata a #CasaAltoAdige dove, tra percorsi gastronomici e sensoriali abbiamo avuto la possibilità di respirare l’autentica atmosfera altoatesina e gustarci una piccola anticipazione di quello che potremo vedere a Expo 2015. Un modo originale per conoscere le bellezze dell’Alto Adige/Sudtirol e scoprire le tante attività per le famiglie e i bambini, ma anche l’ottimo cibo, che in questa regione proprio non manca.

ricetta-canederli-percorsi

Ma, prima che si dica che pensiamo sempre a mangiare, non ci siamo solo limitate ad assaggiare tutti – e quando dico tutti, non è un modo di dire – i piatti che i nostri ospiti ci hanno gentilmente offerto, ma abbiamo provato a cucinarne uno tra i più rappresentativi della cucina locale: i canederli.

Li conoscete? Si tratta di un piatto che affonda le sue radici nella storia. Secondo la leggenda, infatti,  questa pietanza si deve a una banda di lanzichenecchi che fece irruzione in un maso per cercare cibo. La contadina impastò le cose che aveva sottomano – speck, latte, pane raffermo e uova – e ne fece delle palle che poi fece cuocere in acqua salata: così è nato il canederlo!

ricetta-canederli

Da allora la preparazione dei canederli è diventata un’arte che ogni cuoca interpreta a modo proprio, ma noi oggi vogliamo proporvi la ricetta dei bravissimi chef dell’Hotel Reiner, la stessa in cui ci siamo cimentate.

Pronte? Tutte ai fornelli!

La ricetta dei canederli

Ingredienti per 4 persone:

  • 80 g di speck, tagliato a dadini
  • 1 cipolla rossa
  • 4 cucchiai di olio
  • 2 cucchiai di aceto di vino bianco
  • 1 cucchiaio di erba cipollina tagliata finemente
  • pepe appena macinato
  • sale 150 g pane raffermo
  • 20 g di burro
  • 40 g di farina
  • 100 ml di latte o acqua
  • 2 uova
  • 1 cucchiaio di prezzemolo tritato o di erba cipollina finemente tagliata
  • 160 g di insalata (brasiliana, lattughella, foglia di quercia, lollo verde, indivia riccia ecc.)

Procedimento

Tagliare il pane a piccoli dadi. Appassire le cipolle tagliate a dadini nel burro, versarle sul pane e mischiare il tutto. Mescolare la farina e lo speck. Mescolare le uova, il latte, il prezzemolo ed il sale, unire il composto al pane e mischiare ancora bene. Far riposare la massa per circa 15 minuti, formare poi 8 canederli e farli cuocere in acqua bollente per 15 minuti, lasciando un po’ aperto il coperchio della pentola. Insalata. Pulire nel frattempo l’insalata, lavarla e tagliarla in piccole foglie. Sbucciare la cipolla rossa e tagliarla a striscioline. Condire l’insalata col sale, l’aceto di vino bianco, l’olio e l’erba cipollina, disporla sui piatti e servire insieme ai canederli.

Buon appetito…e se vi va di provarci, non dimenticate di invitarci!

Author

Acrobata per vocazione, una laurea in Lingue e Comunicazione, da oltre 10 anni mi divido tra le mie due grandi passioni: educazione e comunicazione, convinta che le due cose insieme possano fare la differenza. Da sempre in prima linea accanto ai bambini, agli adolescenti, alle mamme e ai papà, a scuola e in famiglia, ho lavorato e lavoro per diverse realtà del terzo settore occupandomi di diritti dei minori, cittadinanza attiva, intercultura, disabilità e fragilità sociale con l’obiettivo di contribuire a diffondere una cultura dell’infanzia e dell’adolescenza. Il mio sogno? Mettere al servizio dei genitori le mie competenze e professionalità, per supportarli nel loro ruolo educativo.