Ecco perché il forno a microonde è sicuro | Mammeacrobate

La cottura a microonde è una scoperta risalente a circa 60 anni fa ed è quindi una tecnologia (derivata dai radar) ampiamente sperimentata e sicura. Il processo di riscaldamento avviene grazie all’agitazione delle molecole d’acqua presenti in tutti i cibi, provocata da un generatore di onde chiamato “magnetron”. Il magnetron genera un campo elettromagnetico variabile, che si ripete 2 miliardi e 450 milioni di volte al secondo (frequenza di 2,45 GHz).

Forno a microonde: i miti da sfatare

Un mito da sfatare è la persistenza delle radiazioni a fine cottura; al contrario esse scompaiono non appena il forno si spegne. Un altro mito vuole che i cibi siano danneggiati dalle microonde. Non esistono riscontri di ciò ma si sa per certo che invece una cattiva cottura (bruciatura superficiale) fatta con un forno tradizionale può generare diverse sostanze potenzialmente nocive.

Altri associano le radiazioni del microonde alle cosiddette radiazioni ionizzanti (ad esempio i raggi X). Le radiazioni ionizzanti hanno frequenze più elevate di almeno 1000 volte rispetto a quelle utilizzate nei forni a microonde. Queste ultime frequenze sono invece usate comunemente anche nei sistemi wireless presenti nelle nostre case e nelle telecomunicazioni. Secondo le attuali normative più restrittive, il limite di emissione di radiazioni è di 1mW/cm2 a 5 cm di distanza dal forno. Tanto per fare un confronto, un telefonino cellulare produce normalmente un’intensità di campo doppia a 5 cm di distanza ed è normalmente utilizzato per più volte al giorno a distanze molto più ravvicinate del microonde. Va inoltre ricordato che le radiazioni decrescono esponenzialmente allontanandosi dal forno.

In definitiva, il forno a microonde è progettato per confinare le microonde al suo interno, focalizzandole sul cibo inserito. È quindi sicuro se scelto tra i prodotti regolarmente certificati e usato correttamente.

Le precauzioni da osservare quando si usa il microonde

• Non utilizzare mai il forno a vuoto e non utilizzare mai contenitori ed utensili metallici (o contenenti metalli) all’interno del forno, in quanto oltre a danneggiarlo potrebbero anche aumentare le radiazioni perché non più focalizzate sul cibo.

• Non utilizzarlo assolutamente se la porta è danneggiata o non chiude perfettamente.

• Quando è in funzione, è meglio sostare ad un “braccio” di distanza.

Si ringraziano gli esperti Electrolux Professional per la consulenza.

Author

Mammeacrobate.com è un portale di informazione e confronto su maternità e genitorialità, uno spazio nel quale le mamme si raccontano e si scambiano consigli, racconti ed esperienze di vita grazie alla collaborazione con professioniste che mettono a disposizione di altre mamme e donne le loro competenze e grazie a mamme che si raccontano per socializzare problematiche o stralci di quotidianità.