La passione dei bambini per le etichette | Mammeacrobate

L’avete notato anche voi? Metti in mano un pupazzino ad un bimbo piccolo e lui dopo poco cosa starà stropicciando, ciucciando, accarezzando? L’etichetta di stoffa. Quella che di solito da mamma taglieresti via a pochi minuti dall’acquisto.

Per questo sono rimasta piacevolmente stupita quando ho ricevuto il DouDou di Noukie’s: ecco qualcuno che osserva davvero i bimbi prima di produrre un oggetto. Il Doudou che mi è arrivato ha almeno due etichette su ogni lato, alcune colorate, di diverse dimensioni, tutte facilmente acchiappabili dai piccolini! Il mio ha pochi giorni e gliel’ho già proposto (dopo l’esperienza con il mio nipotino che è rimasto attaccato al Doudou che gli ho regalato per anni!) e speriamo gli piaccia!

Ecco i miei consigli pratici sull’uso del Doudou (e dei pupazzetti in genere!)

  • Proporlo al cucciolo d’uomo fin dai primi mesi. I Doudou sono semplici da tenere in mano e di tessuti morbidi, quindi fin da piccoli i bimbi possono stropicciarli senza problemi.
  • Se li proponete fin da subito è facile che ci si affezionino!
  • Evitate troppi Doudou o pupazzetti per i primi tempi: proponete uno alla volta, perché i bimbi piccoli non hanno bisogno di troppi stimoli e, appunto, troppi giochi. Ne basta uno per coccolarsi (e magari evitate anche quelli troppo rumorosi!)
  • I primi giorni (o anche prima della nascita del vostro cucciolo) tenete il Doudou nel vostro letto, sotto il cuscino, in braccio, prenderà il vostro odore!
  • Attenzione: comprate due o più Doudou uguali! Uno da portare all’asilo o al nido, uno di riserva da tenere a casa, uno da dare ai nonni… sembrerà assurdo, ma per i bambini un Doudou non vale l’altro!
    A questo proposito, sempre per l’estrema attenzione mostrata da Noukies, hanno inventato l’SOS Doudou: conservano la maggior parte dei modelli esistenti anche se andati fuori produzione. Se perdete il vostro Doudou potete non disperare e recuperarlo!
  • Ricordatevi del Doudou al rientro al nido o durante l’inserimento: per il bambino avere il proprio compagno in quei momenti un po’ difficili può essere un’importante fonte di consolazione (il famoso oggetto transizionale)

di Raffaella Salvi

Raffaella è stata la nostra mamma tester per Noukie’s e ci ha aiutato a scrivere questo simpatico post!
Se anche tu vuoi diventare Mamma Tester compila questo form!

Post sponsorizzato

 

Author

Mammeacrobate.com è un portale di informazione e confronto su maternità e genitorialità, uno spazio nel quale le mamme si raccontano e si scambiano consigli, racconti ed esperienze di vita grazie alla collaborazione con professioniste che mettono a disposizione di altre mamme e donne le loro competenze e grazie a mamme che si raccontano per socializzare problematiche o stralci di quotidianità.