Organizzare l’armadio dei bambini: i nostri consigli

0

Cambio dell’armadio: un tema odiato un po’ da tutti. Quante volte mi è capitato di arrivare a estate inoltrata prima di decidermi a spostare i maglioni pesanti e far spazio a bermuda, canotte e costumi da bagno. E viceversa, un po’ per malinconia dell’estate, la mia stagione preferita, fino a novembre continuo a prendere una sedia per raggiungere i capi invernali e a spostare le infradito per cercare gli stivali. Non credo di essere l’unica ad impazzire se si tratta di organizzare l’armadio. Ancora di più da quando ho un bambino: le due lavatrici che faccio al giorno, la pigna di roba piegata da mettere via, i vestiti che passano di taglia nel giro di un paio di mesi… ho sempre una scusa per evitare di mettere in ordine!

Un giorno però, presa da un raptus, ho deciso che dovevo trovare un modo per sopravvivere alla disperata ricerca mattutina di “quel body” o della tutina preferita di mio figlio. Ecco dunque qualche consiglio per organizzare l’armadio dei più piccoli.

Fai una selezione degli abiti

Sono certa che, come succede a me, tante altre mamme sono affezionate ad alcuni vestiti in particolare e, anche se sono passati di taglia, fanno fatica a metterli da parte. La prima cosa da fare quando inizi la riorganizzazione dell’armadio è fare una selezione degli abiti. Da un parte metti quelli che vuoi tenere, da conservare in una scatola con un’etichetta che ti ricordi la taglia e cosa contiene esattamente, così da non impazzire quando ricercherai gli abiti magari per un secondo figlio. Dall’altra parte invece impila i capi da dare in beneficenza o alle amiche in attesa e mettili in delle buste, pronte da portare via.

Dividi i vestiti per stagione

Come per l’armadio degli adulti, è utile dividere l’armadio in modo che abbia una zona dedicata alla stagione in corso e un’altra a quella passata. Se è periodo di cambio dell’armadio, avere questa netta divisione ti aiuterà anche a capire se ti mancano dei capi perché sono passati di taglia e dunque dovrai acquistarne di nuovi.

Dividi i vestiti per tipologia

I body o le mutandine e canottiere intime da una parte insieme alle calze, t-shirt e maglioncini dall’altra, pantaloni e gonne vicini. Decidi cosa preferisci appendere a delle grucce e piega il resto. Mentre fai la selezione controlla che tutti i capi siano puliti e nel caso dai una veloce rinfrescata.

Come disporre gli abiti nell’armadio?

Pulisci bene il fondo dei cassetti prima di riempirli di nuovo. Se hai un bambino abbastanza grande perché si vesta da solo, rendilo indipendente e permettigli di avere facile accesso ai suoi abiti. Disponi pigiamini e biancheria, t-shirt e pantaloncini nei cassetti più bassi così che possa, con le tue indicazioni, averli a portata di mano.

Attenta a non mescolare capi “eleganti” che vanno trattati con attenzione e si usano in occasioni particolari con altri più sportivi, adatti all’asilo o alla scuola e da indossare tutti i giorni, così tuo figlio non rischierà di confondersi.

Anche se l’ideale è avere un cassetto per categoria di capi non sempre gli spazi lo consentono. In questo caso puoi riunire nello stesso tipologie simili, come magliette e maglioni. L’intimo invece è preferibile che abbia uno spazio dedicato. Perché sia più ordinato puoi acquistare dei divisori per cassetti così da infilare mutande e calze più facilmente senza cedere alla tentazione di avere tutto alla rinfusa.

Ti potrebbe interessare anche >> Il guardaroba dei bambini

I cartoncini colorati

Se vuoi superarti, puoi dividere i capi appesi (giacchine, vestitini interi, salopette, gonne, pantaloni) con dei cartoncini colorati, così da trovarli in un attimo quando sarai alla ricerca.

Gli accessori

Cinture, cappelli, guantini, costumi da bagno e tutti quegli accessori non quotidiani: dove tenerli? Dividili per tipo e conservali in delle scatole (ne trovi sia in plastica con coperchio, che in cartone) che potrai disporre sopra o in alcune zone dedicate dell’armadio. Saranno sempre accessibili, senza essere disordinati.

Le scarpe

Puoi scegliere uno spazio nell’armadio anche per le scarpe, oppure spostarle in una scarpiera, anche insieme a quelle di mamma e papà: sarà sicuramente più igienico.

E tu come fai?

E tu quale organizzazione ti sei data per l’armadio dei bambini? Raccontacelo nei commenti!

 

Diritto d’autore: svetamart / 123RF Archivio Fotografico


Autore del post

Innamorata della vita, dei viaggi, della buona cucina. Smanettona, amo i social e la condivisione, più offline che online: le lunghe tavolate, le domeniche in famiglia, la risate esagerate. Freelance per vocazione, lavoro sul web dal 2009, nel 2013 divento co-founder di PaperProject.it. Nel 2016 realizzo il mio più grande sogno: diventare la mamma di Giacomo.