Limonata alla lavanda con frutti di bosco - Mammeacrobate

bibita limonata alla lavanda e frutti di boscoDa oggi su mammeacrobate una nuova compagna di avventura, una foodblogger molto apprezzata, ottima fotografa e mamma di Giorgia. Ci regalerà tante squisite e gustose ricette semplici da preparare – adattissime a tutte le mammeacrobate -e adatte alla cucina a “4 mani” ovvero da preparare con i nostri bimbi. Ecco la prima ricetta che ci propone Sonia, indicatissima per questa calda estate! Ah, non vi ho detto chi è Sonia. Ecco, scopritelo leggendo QUI

L’arrivo dell’estate e dell’inevitabile impennata delle temperature è inversamente proporzionale al drastico calo della voglia di mangiare della piccola di casa.
Mancavano giusto ‘Scipione’ ‘Caronte’ e ‘Minosse’ a completare l’album dell’inappetenza, così per correre ai ripari e assecondando quanto suggerito dai telegiornali che non mancano di ribadire che d’estate bisogna bere molta acqua, come se se ne potesse fare a meno, ho realizzato un irresistibile bevanda mangia e bevi molto gradita da mia figlia Giorgia e confesso, non solo da lei.

Una semplice bibita fatta in casa: una limonata alla lavanda con frutti di bosco.

Veloce da preparare – che non è poco – ricca di vitamine, sali minerali e non meno importante piacevole da bere proprio come richiesto dal periodo.
Le proprietà di questa classica bevanda, rivisitata quel tanto che basta per renderla golosa e appetibile anche ai palati dei più piccoli, oserei dire sono quasi ‘terapeutiche’. Ogni senso viene appagato e può diventare un modo piacevole per trascorrere del tempo in cucina con i propri bambini creando con pochi ingredienti qualcosa di fresco, e soprattutto buono, magari da far provare con orgoglio al papà appena rientrato a casa dal lavoro.
Giorgia si è divertita prima, durante e dopo la preparazione.
Credo che il pasticciare in cucina sia tra le attività che vale la pena proporre ai propri figli, magari rubando qualche minuto alle faccende che normalmente vengono svolte per esempio la domenica mattina, quando i ritmi sono più lenti e si ha la pazienza e soprattutto la voglia di realizzare una ricetta insieme o un semplice mangia e bevi, proprio come questa bevanda a “4 mani” che vi propongo oggi.

Ingredienti

·         200 ml di acqua bollente
·         fiori di lavanda circa 3 cucchiai
·         200 gr di zucchero di canna demerara
·         il succo di 4 limoni
·         1 limone intero
·         1 lime
·         acqua gasata fredda (*)
·         lamponi
·         mirtilli
·         cubetti di ghiaccio
·         un pizzico di sale
·         a piacere qualche fogliolina di menta

Procedimento

Prepara l’infuso alla lavanda: immergi i fiori di lavanda per 15 minuti in acqua bollente.
Fatti aiutare dai tuoi bimbi: con un colino separate i fiori dall’acqua che si sarà ormai raffreddata e mettete quest’ultima in un pentolino.
Aggiungete lo zucchero dopodiché sposta il pentolino sul fuoco e senza mescolare lascia sciogliere dolcemente per qualche minuto,  lascia raffreddare.
Nel frattempo versate il succo dei limoni filtrato in una caraffa, aggiungete l’acqua zuccherata alla lavanda, un pizzico di sale e tanta acqua gasata fredda fino a riempire la caraffa.
Lavate bene il limone ed il lime, tagliali a fette sottili e lasciali ai tuoi bambini che li tufferanno nella limonata con qualche mirtillo e qualche lampone per completare e dare colorare alla limonata.
Aggiungete dei cubetti di ghiaccio qualche minuto prima di servire e se di vostro gradimento inserite anche qualche fogliolina di menta.

 

 

 

(*) Questa versione piace molto ai bambini, soprattutto se fai realizzare a loro la maggior parte dei passaggi non pericolosi.
Suggerisco una invitante versione per grandi con del vino bianco frizzante al posto dell’acqua gasata.

 

di Sonia Monagheddu

www.oggipanesalamedomani.it

Author

Mammeacrobate.com è un portale di informazione e confronto su maternità e genitorialità, uno spazio nel quale le mamme si raccontano e si scambiano consigli, racconti ed esperienze di vita grazie alla collaborazione con professioniste che mettono a disposizione di altre mamme e donne le loro competenze e grazie a mamme che si raccontano per socializzare problematiche o stralci di quotidianità.