Cameretta Bambini: guida all'uso dei colori nella decorazione della camera

L’ interior design ha nel colore un alleato, perché  con esso si può’ trasformare la percezione dello spazio, l’atmosfera e lo stile di qualsiasi ambiente. Negli ultimi anni il suo utilizzo sta assumendo sempre più’ importanza: lo troviamo infatti declinato nei più svariati materiali che si trovano all’interno della nostra abitazione, ma anche nell’arredo, oltre che sui muri con le pitture.


Colori nella cameretta dei bambini: quali scegliere?

Il colore in un ambiente deve essere progettato e così quindi anche il colore che scegliete per la camera destinata ad ospitare i vostri bambini. Bisogna infatti per prima cosa studiarne l’effetto che produce nello spazio in cui viene inserito e negli stati d’animo degli individui che usufruiscono di tale ambiente. Risulta quindi fondamentale una corretta scelta del colore che si decide di destinare alla stanza dei nostri figli, essendo questo un ambiente da loro utilizzato per tantissime attività: il gioco, lo studio, il sonno…

Un’ adeguata scelta del colore si traduce anche in un mezzo per ottimizzare la distribuzione dello spazio, considerandone l’illuminazione, i materiali e la funzione. Ogni colore ha delle sue specifiche e delle caratteristiche molto precise, che è opportuno conoscere prima di decidere su quali schemi cromatici orientarsi.

Cromoterapia: cos’è e cosa dobbiamo sapere?

arcobaleno in cameretta

La Cromoterapia ha origini molto antiche: risale a circa 6.000 anni fa e veniva usata come terapia curativa nei giardini di Babilonia, dove ci si curava con piante e fiori di innumerevoli colori e profumi. Oggi la moderna medicina ha confermato che gli organi, che emettono onde elettromagnetiche, sono influenzati anche dai colori, così come lo stato d’animo umano.

Quindi i colori hanno una potenzialità: quella di influire ed influenzare il nostro umore: questo è il principio basilare su cui si basa la disciplina chiamata Cromoterapia, secondo la quale ogni organo del nostro corpo è legato ad un colore preciso, che è a sua volta collegato ai chackra: i centri di energia legati all’equilibrio fisico e mentale.

Coloriamo la cameretta: i nostri consigli

Tenendo conto di queste caratteristiche, ecco alcuni suggerimenti per orientarsi nella scelta del colore da utilizzare nella vostra abitazione:

Il colore rosso: scegliete di tinteggiare le pareti della camera da letto con questo colore se volete diventare più passionali, per il relax scegliete il verde. Il rosso influenza inoltre il cuore, i polmoni, ed aiuta a stimolare la produzione di energia.

Il colore arancione: aumenta l’ottimismo, influisce positivamente sulla serenità e sull’allegria, per questo non è legato ad una zona specifica della casa ma ben si presta ad essere utilizzato in tutti gli ambienti.

Il colore giallo: è molto adatto per le pareti delle stanze dedicate allo studio, ad esempio la camera dei bambini, poiché favorisce la concentrazione e l’attenzione.

Il colore verde: in casa può essere utile dipingere di verde le pareti della stanza da letto se si soffre d’insonnia, poiché il verde aiuta a combatterla favorendo un senso di rilassatezza (in questi casi evitate accuratamente il rosso!). Anche il bagno è una zona adatta a questo colore, in quanto ricorda la tonalità dell’acqua, anch’essa dall’effetto rilassante.

Il colore blu: anche questo colore ha proprietà calmanti e rilassanti, in quanto combatte l’agitazione fisica e mentale, é ideale per la camera da letto dei vostri bambini.

Il colore indaco: è un colore dall’effetto riposante, legato molto alla nostra parte spirituale. Il salotto è una zona adatta a questo colore, anche se è ben adattabile anche al resto della casa.

Il colore viola: è il colore dello spirito, aiuta ad eliminare lo stress e la tensione e ad esaminare le cose con distacco. Può essere collocato in qualsiasi parte della casa, dove più vi aggrada.

Decoriamo la cameretta: i nostri consigli

Ad una scelta consapevole del colore si accompagna sempre un desiderio di decorazione della camera che corrisponda ai vostri gusti.

Nel caso di queste due nursery è stato scelto come colore l’ azzurro, probabilmente si tratta delle camerette di un bimbo, ma non necessariamente: l’ azzurro, il blu, il celeste, con le loro proprietà rilassanti, sono ideali per essere scelti come colore dominante per l’ allestimento della cameretta del bambino che state aspettando, ma anche di bimbi più grandi, facilitandone la concentrazione e la calma, otterrete un luogo sereno ed accogliente per ospitare le attività di vostro figlio.

In entrambi gli esempi che vi propongo il colore dominante è stato messo a contrasto con il bianco, colore scelto per gli arredi e per i dettagli dei serramenti della finestra, dello zoccolino in legno che scorre lungo le pareti e del camino: questo risulta essere un facile “trucchetto” per ottenere un risultato coerente e coordinato, lasciandoci la possibilità di modificarlo in futuro secondo gusti ed esigenze; sarà infatti semplice e veloce cambiare semplicemente il colore dei muri per ottenere un’ atmosfera molto diversa.


arcobaleno in cameretta

In un caso il muro è stato trattato interamente a pittura, nell’altro invece una porzione di muro è  stata rivestita con della carta da parati, sempre sui toni dell’azzurro; colore che ritorna anche negli accessori come il tappeto o i cuscini. Partire dalla scelta di un colore e rimanere coerenti su questa scelta cromatica è un modo sicuro per ottenere uno spazio piacevole e orientarsi nella scelta di tutti gli elementi che compongono la cameretta: accessori, biancheria, decoro.

Vi consiglio alla fine di introdurre un elemento “di disturbo”; qualcosa di un colore diverso in questo caso come la cornice gialla o la sedia di legno naturale, non bianca come tutti gli altri arredi: otterrete così un’ atmosfera più particolare e personalizzata.

Il colore è un elemento con il quale è bello giocare e sbizzarrirsi, anche con l’ aiuto dei nostri piccolini: L’ artista Yayoi Kusama, artista giapponese di fama internazionale, ha costruito un intero ambiente domestico all’interno della Queensland Gallery of Modern Art, dipingendo ogni muro, sedia, tavolo, piano di appoggio e decorazione di un bianco brillante, ottenendo una grande “tavola bianca” tridimensionale. Per due settimane tutti i bambini ospiti della galleria sono stati invitati a posizionare degli adesivi colorati dove desideravano: ovunque in quello spazio. Il risultato ottenuto va oltre ogni immaginazione, concretizzandosi in un esplosione creativa di colore.

Questo esperimento ci può essere di ispirazione per il decoro della cameretta dei nostri bambini: se abbastanza grandi una porzione di parete potrebbe essergli dedicata: un posto dove colorare tutto per loro. Il risultato potrebbe essere sorprendente!

arcobaleno in cameretta

arcobaleno in cameretta

arcobaleno in cameretta

arcobaleno in cameretta

arcobaleno in cameretta

arcobaleno in cameretta

 

di Carlotta Maranesi

 

Foto tratte da Google
Copertina Diritto d’autore: belchonock / 123RF Archivio Fotografico

 

Articolo pubblicato ad Aprile 2014 – Aggiornato a Maggio 2018


Author

Mammeacrobate.com è un portale di informazione e confronto su maternità e genitorialità, uno spazio nel quale le mamme si raccontano e si scambiano consigli, racconti ed esperienze di vita grazie alla collaborazione con professioniste che mettono a disposizione di altre mamme e donne le loro competenze e grazie a mamme che si raccontano per socializzare problematiche o stralci di quotidianità.