La gelosia | Mammeacrobate

gelosia e famiglie allargateÈ una settimana che provo a scrivere questo post. Forse stasera, dopo due bicchieri di vino rosato, è il momento buono. Tutta colpa di un moto dell’animo di cui spesso ci si vergogna un po’. La gelosia.

Quando ti innamori di un uomo con dei figli la gelosia può assumere tante facce. Quella verso la ex moglie, quella verso le potenziali pretendenti del tuo amato e pure quella verso i figli di lui.

Il primo caso non è il mio: gelosa di lei, del sesto elemento della famiglia, non sono mai stata. Certo a volte ti domandi come sarà stato lui con lei. Ma chiunque sia sposato o fidanzato con un uomo che abbia avuto nella vita più di una relazione potrebbe provare il medesimo sentimento (e sentire le stesse paure). Io, personalmente, quel passato non l’ho mai considerato una minaccia.

C’è il caso numero due: le donne che quotidianamente possono insidiare il tuo amore. Amiche, colleghe, vicine di casa, ex compagne di scuola. Ma anche in questo caso le matrigne o seconde mogli sono in buona compagnia: qualunque donna, o uomo, se paranoico al punto giusto, può intravedere minacce al proprio amore. Otello ha soffocato sua moglie Desdemona con un cuscino solo perché una vocina dentro di lui (che nella tragedia di Shakespeare è impersonificata dal subdolo Iago) lo convince che lei abbia delle relazioni extra coniugali. Fatto non vero, che non ha evitato la sua orribile morte.

Ma c’è un terzo caso, che solo le donne sposate in seconde nozze con uomini con prole possono sperimentare: la gelosia verso i figli di lui. È una gelosia subdola perché non ha un rivale all’altezza con cui combattere. È moralmente deprecabile perché rivolta verso dei “minori”. Io, in questi 6 anni da martigna (e 4 da mamma matrigna), ho fatto una scoperta incredibile: essere gelosi di una bambina è ridicolo come essere gelosi della suocera e dei suoi manicaretti della domenica.

Certo la mamma è sempre la mamma e i figli so’ piezz e ccore. Ma una moglie è altro sia rispetto alla mamma sia rispetto ai figli, e avrà sempre il suo spazio tutto suo. Magari un po’ ridotto nei weekend di turno con i figli di lui, ma meglio imparare in fretta a trovare i lati positivi. Altrimenti è meglio abbandonare il colpo e trovarsi un uomo single non sposato e senza figli. L’altra strada è allargare la famiglia e avere tanti figli: a quel punto la gelosia non saprete nemmeno più cos’è. Avrete ben altro a cui pensare. Insomma, prima di fidanzarvi con un uomo con prole, se siete soggetti fragili alla gelosia, pensateci bene!!

photo credit: Darwin Bell via photopin cc

Author

Giornalista-blogger e mamma-matrigna. Questa sono io. Con il blog mammamatrigna cerco di raccontare gli scuotimenti e le difficoltà di questo doppio ruolo. Lo faccio perché fa bene a me e spero porti sollievo anche a chi mi legge. La famiglia allargata è complessa ma non impossibile. Ci vuole coraggio, amore e pazienza. E un pizzico di ironia. Un pizzico, eh!!