Junior Chicken: è arrivato il pollo alla piastra nell’Happy Meal di McDonald’s | Mammeacrobate

Convivialità e condivisione: se c’è una cosa che cerco quotidianamente di insegnare alle mie figlie è che il momento del pasto è importante per svariate ragioni, tra le quali il fatto di trascorrere del tempo insieme alla propria famiglia. Accade a casa, ma anche fuori, quando scegliamo un ristorante in cui goderci un pranzo tra noi. Ogni tanto ci concediamo anche una tappa da McDonald’s, che coincide con un momento di relax per tutti: per me, perché posso evitare di pensare a cosa cucinare, per loro, perché è un luogo davvero a prova di bambini, non solo dove mangiare e stare in compagnia ma anche dove giocare e divertirsi senza rischio di disturbare altri commensali.


Junior Chicken: la novità di McDonald’s

Cosa scelgono le mie bambine quando andiamo da McDonald’s? Naturalmente l’Happy Meal, un grande classico che sfizia e diverte per la sorpresa che contiene. Da oggi poi lo si trova anche in una nuova versione! Se i Chicken McNuggets sono sempre stati i preferiti dei più piccoli (e delle mie figlie!), da pochi giorni la famiglia dell’Happy Meal si è allargata: si può scegliere un panino con il pollo alla piastra e una piccola spruzzata di ketchup. È il Junior Chicken, una ricetta semplice e ottima, per la quale viene utilizzato esclusivamente 100% petto di pollo proveniente da allevamenti italiani. Una sicurezza in più per le mamme che scelgono di portare i loro figli da McDonald’s. L’interesse della catena infatti è quello di privilegiare le materie prime agroalimentari locali: oltre l’80% dei fornitori oggi è rappresentato da aziende con stabilimenti in Italia.

I polli utilizzati per il Junior Chicken sono allevati a terra e privi di antibiotici (il loro eventuale utilizzo è ristretto soltanto ai casi di epidemie e mai prima di 40 gg dalla macellazione, glielo abbiamo chiesto!), fattori che insieme alla sua semplicità, lo hanno reso il panino più apprezzato da oltre 400 mamme e bimbi che hanno partecipato alla sua creazione. Sì perché è proprio a loro che è stato chiesto come avrebbero voluto che fosse il nuovo panino per i più piccoli. Si può dire quindi che l’ultimo nato in casa Happy Meal lo hanno scelto proprio i diretti interessati!

Un tour nelle cucine per scoprire come si lavora da McDonald’s

Ma come facciamo a sapere tutto questo? Perché McDonald’s ci ha invitato a fare una visita delle sue cucine, un tour molto interessante per scoprire cosa succede e quali falsi miti si possono sfatare. Occasione ghiotta per vedere da vicino il “dietro le quinte” di un luogo che a volte ospita i nostri momenti in famiglia, e per presentarci la grande novità del Junior Chicken.

Ad accompagnarci in questa visita un personaggio d’eccezione, il campione olimpico Massimiliano Rosolino, insieme ad una delle sue figlie, che come ci ha raccontato porta anche lui da McDonald’s ogni tanto dopo una nuotata in piscina (potevano praticare un altro sport con un papà così?!). Insieme a lui anche il dottor Giorgio Donegani, Tecnologo Alimentare, Esperto in nutrizione ed educazione alimentare, accompagnato da sua figlia, Biologa Nutrizionista. Insomma, è stato un vero affare di famiglia! Non è un caso: il 30% dei clienti di McDonald’s infatti sono proprio loro, le famiglie.


Al centro ci sono le famiglie

L’attenzione e la qualità dei prodotti quindi è diventata ancora più importante dal momento che mamme e papà portano i bambini nei ristoranti del fast food. Qualche esempio? I panini oggi vengono preparati su ordinazione, sono quindi serviti non appena pronti (in media la preparazione avviene in 50 secondi da quando compare l’ordine sui display della cucina), grazie anche al sistema di totem che permette di ordinare senza fare la coda alla cassa. Niente male quando si hanno due figlie affamate da tenere a bada!

Qualche informazione in più? Le patatine dopo sette minuti fuori dalla friggitrice vengono buttate, così da garantire sempre la croccantezza, e l’olio che viene utilizzato per friggerle viene filtrato e controllato ogni giorno, prima che raggiunga i limiti imposti per legge.

E se alcune mamme con cui ci siamo confrontate attraverso i social network hanno sollevato qualche dubbio, sono convinta che con l’introduzione del pollo alla piastra – non a caso voluto fortemente proprio dalle mamme! – abbinato nell’Happy Meal magari a una porzione di frutta, si sentiranno più tranquille. Sarà difficile resistere a qualche calda e croccante patatina… ma una trasgressione ogni tanto è consentita a tutti!

 

 

Post sponsorizzato in collaborazione con Mc Donald’s


Author

Digital Lover e socialmediaholic, da sempre web addicted e dal 2007 anche mamma (acrobata) di Arianna e dal 2012 di Micol. Mammeacrobate è la mia terza creatura! Qualcosa di me la trovi anche qui www.manuelacervetti.com