Haloterapia: cos'è e quali i benefici per bambini e adulti

Oggi ospitiamo con piacere il guestpost di Sabrina Tassari, responsabile di Halosal La Grotta di Sale, centro di haloterapia di Milano. Forse non tutti conoscono i benefici di questo trattamento naturale consigliato sia ad adulti che a bambini, di seguito quindi una serie di informazioni che ci aiuteranno a capire meglio in cosa consiste l’haloterapia.

Cos’è l’Haloterapia?

L’haloterapia è un trattamento completamente naturale che si basa sulla imitazione del microclima presente nelle vere miniere di sale presenti in Europa centrale. Ancora oggi in Polonia, Romania, Russia, Germania ecc esistono le vere grotte di sale che sono dei veri e propri sanatori per aiutarsi contro varie problematiche dell’apparato respiratorio. Consiste nell’utilizzo del sale naturale disperso in un ambiente sotto forma di aerosol puntando a sfruttare le note proprietà curative dell’atmosfera delle grotte sotterranee. Efficace per contrastare asma, allergie, per stimolare la naturale funzione di depurazione delle vie respiratorie, ma anche come trattamento per infezioni delle alte vie aeree.

Come si pratica l’haloterapia?

Ci si siede in una stanza interamente rivestita di sale, ci si accomoda su una sdraio o ci si mette a giocare con i propri bambini usando giochi, secchielli e palette a disposizione nella Stanza di Sale. La seduta dura 40 minuti. Si respira aria arricchita di particelle di sale di dimensione e concentrazione controllata che viene immediatamente trasportata attraverso tutto il tratto orofaringeo fino ai bronchi più piccoli e alle altre parti del tratto respiratorio.

Quante volte e quando?

Le sedute consigliate per i bimbi sono in proporzione alle “complicazioni” alle quali i bimbi sono soggetti. L’impatto iniziale con l’haloterapia richiede un minimo di 3 sedute durante la prima settimana per far scaturire il processo di “pulizia” dell’apparato respiratorio. Cambia invece la modalità del mantenimento. Se i bimbi godono di perfetta salute anche 1 seduta alla settimana li aiuta a mantenersi piu’ fluidificati ma se i bimbi soffrono di problematiche che tendono a ripetersi come otiti, bronchiti, adenoidi o tendenza ai broncospasmi ecc allora il consiglio è di fare almeno 3/4 sedute ravvicinate per disinfiammare il piu’ possibile più rapidamente per poi passare ad un mantenimento di almeno 2 sedute alla settimana.

Haloterapia: prevenzione oppure vero aiuto a contrastare i problemi?

L’haloterapia può essere fatta sia come prevenzione per rendere il proprio sistema immunitario più forte ed efficace nella lotta contro le infezioni (ripulendosi dalle polveri sottili che sono la causa principale dell’infiammazione cronica dell’apparato respiratorio nostro e dei nostri bambini). Oppure l’haloterapia va benissimo se fatta nel momento stesso in cui il problema è in atto. Ovviamente nel caso di infezioni importanti per accedere alla Stanza di Sale non bisogna avere febbre oppure avere grave incapacità respiratoria. In quel caso si ricorre alla medicina tradizionale per far scomparire i sintomi più importanti per poi continuare ad aiutarsi anche con l’haloterapia.

Quali vantaggi e benefici per bambini ed adulti?

BAMBINI

I benefici per i bambini sono moltissimi. Sono molto “evidenti” se il bambino ha il raffreddore in atto con muco fermo nelle alte vie aeree in quanto l’effetto mucolitico è veramente veloce e sin dalla prima seduta il bimbo inizia ad espettorare piu’ muco. Il sale respirato in modo tranquillo e rilassato durante la seduta della durata di 40 minuti ha vari effetti: mucolito, antiinfiammatorio, antibatterico e immuno-modulatore. L’haloterapia aiuta a sciogliere muco e catarro facilitandone l’eliminazione per le alte vie. Nello stesso tempo il sale respirato inizia ad avere il suo effetto antinfiammatorio contribuendo quindi a far diminuire proprio l’infiammazione che è alla base della produzione di muco.
Piu’ particelle di sale vengono respirate (facendo più sedute) più elevato sarà l’effetto ottenuto contribuendo a far diminuire l’infiammazione in tutto il tratto oro-faringeo, questo include i casi di infiammazioni croniche dovute proprio all’effetto dell’inquinamento=polveri sottili che tutti respiriamo quotidianamente.

ADULTI

Stesse indicazioni valide per i bambini con l’aggiunta che ad un adulto è consigliato completare il ciclo di 10 o 15 sedute nell’arco di max 3 settimane. Un esempio: con un caso di sinusite acuta o cronica che essa sia, l’haloterapia può essere fatta subito al primo insorgere dei sintomi del raffreddore che in poche ore si trasformano in un forte mal di testa. L’haloterapia aiuta a combattere germi e batteri che causano il raffreddamento, sciogliere il muco prima che diventi troppo denso, consentiranno di liberare il naso e dormire più facilmente. Meglio è fare 3 o 4 giorni consecutivi per prevenire al massimo la complicazione tipica della sinusite.

A chi è consigliata l’haloterapia?

A chiunque, da 0 a 99 anni, non ci sono controindicazioni in base all’età. Anche i bimbi di pochi mesi possono ricevere l’haloterapia.

Controindicazioni?

L’haloterapia è controindicata nei casi di insufficienza cardiaca, ipertensione arteriosa grave non controllabile con le pastiglie, incapacità di respirare in maniera autonoma, malattie tumorali con chemioterapia in atto (di per sé molto debilitante), fasi acute di malattie con manifestazione febbrile.

Per ulteriori informazioni vi invitiamo a leggere anche un questo articolo sull’haloterapia. L’haloterapia all’estero è un presidio medico, è un trattamento termale, in Italia non lo è ancora ma presto lo diventerà.

 

di Sabrina Tassari di Halosal – la Grotta di Sale
www.halosal.com

Diritto d’autore: iggyphoto / 123RF Archivio Fotografico

Author

Mammeacrobate.com è un portale di informazione e confronto su maternità e genitorialità, uno spazio nel quale le mamme si raccontano e si scambiano consigli, racconti ed esperienze di vita grazie alla collaborazione con professioniste che mettono a disposizione di altre mamme e donne le loro competenze e grazie a mamme che si raccontano per socializzare problematiche o stralci di quotidianità.