Costumi di Carnevale fai da te e velocissimi da preparare

0

Quest’anno siete stati davvero colti alla sprovvista dall’arrivo del Carnevale? Non preoccupatevi: preparare un costume homemade è possibile anche in poco tempo e con oggetti di recupero che si hanno in casa o si trovano facilmente. Non disperate dunque e mettetevi al lavoro. Ecco alcune idee per bimbi e bimbe!

Per le bimbe: da Biancaneve a Minnie

Basteranno un dolcevita blu e una gonna gialla per trasformare una femminuccia in una dolcissima Biancaneve. Un fiocchetto in testa sul rosso e delle scarpine nella stessa tonalità: ecco fatto!

Un dolce angioletto, con ali fatte in fil di ferro modellato e della stoffa per decorarle o un vecchio boa in struzzo bianco, dimenticato dopo una pazza serata! La stessa base si può utilizzare anche per creare una farfalla o un diavoletto, dando libero sfogo alla creatività, con spray o avanzi di stoffa multicolore.

La Regina di Cuori di Alice nel Paese delle Meraviglie si può presto realizzare con due (fronte e retro) cartoni bianchi o ai quali applicare un foglio di carta bianca, da tagliare perché sia rettangolare con gli angoli arrotondati come le carte. Con del cartoncino rosso o un pennarello si potranno disegnare dei cuori. Con dello spago e una pinzatrice, se il cartone non è troppo pesante, o semplicemente facendo due buchi all’altezza delle spalle in entrambe le carte, si possono collegare le due carte, da infilare dalla testa. Una maglia e dei leggings rossi completeranno il look!

Per realizzare una classica Minnie basterà del tulle rosso con cui creare la gonna, del cartoncino bianco da cui ritagliare dei pois da applicare alla gonna, una maglia nera (o rossa) da abbinare, un cerchietto nero e del cartoncino nero con cui realizzare due tondi da incollare al cerchietto per ottenere le orecchie da topolina.

Le bimbe adorano vestirsi da principesse e spesso in casa è facile trovare una coroncina e un tutù. Nel caso non abbiate il tutù, potete ricrearlo con del tulle del colore preferito, appoggiato sulle spalle come uno scialle e tenuto insieme con una cintura in vita, da indossare sopra a un maglietta rosa o viola e a dei leggins nelle stesse tonalità.

Per i bimbi: dai Minions ai pirati

Che ne dite di trasformare il vostro bambino in un Minions? Bastano una felpa gialla con il cappuccio, una salopette di jeans e degli occhiali creati con il tubo della carta igienica e legati con del nastro nero. Facilissimo!

Per gli amanti del mare, il sommozzatore è il vestito ideale: con una tuta nera e delle bombole d’ossigeno realizzare con due bottiglie di plastica tenute da del nastro isolante e delle bretelle in corda o stoffa. Non devono mancare pinne e maschera!

Il cowboy, veloce e d’effetto: un paio di jeans, una camicia tartan come vanno di moda ora, un cappello a tesa larga marrone e una pistola giocattolo. Potete anche aggiungere un foulard rosso al collo. Divertente e molto facile.

E se il suo supereroe preferito è Superman? Bastano un paio di pantaloncini rossi, una maglia blu sulla quale attaccare una stella rossa e l’immancabile mantello rosso e il travestimento è presto fatto!

Una felpa grigia e del cartoncino bianco, con cui realizzare dei triangolini che saranno i denti, da applicare sul contorno del cappuccio della felpa. Una pinna grigia sulla schiena, dei tondi neri sulla testa a ‘mo di occhi: lo squalo è pronto!

Anche il classico pirata è un costume realizzabile in poco tempo: una camicia bianca, una stoffa marrone che faccia da gilet, tenuta da una cintura, un panno nero tondo con l’elastico da indossare intorno alla testa per coprire l’occhio, una bandana rossa in testa e dei baffetti disegnati con una matita da trucco.

 

Altre idee per Costumi di Carnevale last minute le trovate QUI

 

Copertina: Diritto d’autore: diogoppr / 123RF Archivio Fotografico
Costume da Principessa: Diritto d’autore: reana / 123RF Archivio Fotografico
Costume da Superman: Diritto d’autore: maximkostenko / 123RF Archivio Fotografico


Autore del post

Innamorata della vita, dei viaggi, della buona cucina. Smanettona, amo i social e la condivisione, più offline che online: le lunghe tavolate, le domeniche in famiglia, la risate esagerate. Freelance per vocazione, lavoro sul web dal 2009, nel 2013 divento co-founder di PaperProject.it. Nel 2016 realizzo il mio più grande sogno: diventare la mamma di Giacomo.