5 cose che faccio quando mia figlia è al nido

0

L’inserimento al nido è un periodo un po’ allucinante. Fatto di sensi di colpa, sconvolgimenti, ritmi nuovi da prendere etc. Ne abbiamo parlato, seriamente, svariate volte e i consigli si sprecano. Come ogni cosa, passa, e alla fine arrivano le nuove – sante – abitudini di questi piccoli esserini che fuori casa stanno benissimo.
Quindi ora mia figlia va al nido. Da mesi. E sono capitate giornate in cui sono stata beata a casa senza Olivina con la ferma convinzione di godermi quelle ore di libertà: ecco cinque cose che faccio, in maniera random perché purtroppo non sempre c’è tempo per tutto, quando i bambini non ci sono. Ah e neanche il marito!

Leggi anche Cosa non fare durante l’inserimento al nido

1) Metto la crema rassodante al seno

A volte rido da sola. Il papà prende i bambini e se li porta via. Io vado in bagno e la prima cosa che faccio è mettermi la crema per rassodare il seno. Il problema è che quando c’è Olivia, c’è sempre il “rischio” allattamento a sorpresa. Di notte, di giorno, prima di cena, dopo cena, qua regole non ce ne sono… E non posso riempirmi di crema idro gel lifting alta tenuta e dopo un secondo essere lì con quella attaccata!
Quindi come una scema appena la piccola esce di casa io mi spalmo tutta nella speranza di salvare questi due sacchetti vuoti che mi ritrovo a 34 anni dopo due figli e 24 mesi di allattamento totali.

2) La doccia

Anche la doccia ha il suo perché senza figli in casa. Lo sappiamo bene tutte. Accendo anche la musica e canto. E poi giro nuda per casa.
E ballo. Sì ballo. Inizio sotto la doccia e poi mi ritrovo a ballare nuda in giro per le stanze.

3) Leggo

Anche a voi si accumulano libri e riviste ché sembrate una succursale del Mondadori Center? Quando sono senza figli diligentemente tiro fuori un pacco di riviste che vorrei leggere, quei libri sul comodino che han raccolto la polvere di tutta la stanza, e mi siedo sul divano. Di solito poi leggo quattro righe e mi addormento. Ma va bene lo stesso.

4) Mi metto i tacchi

Ecco, questo non lo faccio in casa. Cioè lo faccio se devo uscire, ma se esco da sola è un conto. Se anche solo devo accompagnare uno dei figli a scuola o all’asilo scusate ma io i tacchi non li metto. Sarei ridicola e pericolosa: cartella, passeggino, o peggio Olivina nella fascia, la mia borsa. Questo è il bagaglio minimo, altro che tacchi.

5) Pulisco casa

Sembra assurdo. Lo so. Nelle poche ore di libertà di metti a pulire casa? Ecco, sì, lo faccio. Perché pulire casa a un ché di terapeutico, soprattutto le pulizie di fino: svuotare bene bene l’armadio, lavare la dispensa, sbrinare il frigorifero. Sì, una volta ogni tanto anche io mi lancio in queste operazione, che fatte senza figli intorno sono davvero liberatorie.

E voi cosa fate quando figli, mogli o mariti non sono in casa?

 

Nota: no, non bevo superalcolici. O meglio, quelli li bevo più quando i bambini sono in casa che quando non ci sono!

 


Autore del post

Sono una – quasi – donna con un bambino di sei anni e una seconda cosina appena nata. Più tante, troppe, passioni: dall’uncinetto alla illuminotecnica! Non è facile coltivarle tutte e infatti non lo faccio, ma internet mi aiuta a sopperire alla mancanza di tempo e di energie: tutto quello che mi piace lo trovo in rete ed è in rete che trovate me, Castagnamatta.