Consigli per l’acquisto della lavastoviglie: come sceglierla?

0

Consigli per l’acquisto della lavastoviglie: come scegliere? – Lavare i piatti, lo sappiamo, non è tra le attività più amate, soprattutto la sera  dopo cena quando, finita un’intera giornata in movimento, è l’ultima cosa che vorremmo fare! Per fortuna però, esiste la tecnologia e soprattutto la lavastoviglie, un elettrodomestico di cui non potremmo fare davvero a meno.

Ma prima di comprare una nuova lavastoviglie, come orientarsi per scegliere il prodotto più adatto alle nostre esigenze e alle nostre tasche?

7 consigli per l’acquisto della lavastoviglie

  • scegliere tra i modelli più moderni che, rispetto ai più datati, permettono un minor consumo d’acqua, detersivo, ed energia – e quindi con vantaggi sia economici che ambientali – e sono inoltre più silenziosi. La classe di consumo energetico ottimale è A o superiore. Uno strumento utile in questo senso è l’Energy Label, un’etichetta posta sugli elettrodomestici che ci dà tutte le informazioni su consumi e prestazioni;
  • pensare ai reali bisogni della famiglia valutando lo spazio in cui la collocheremo, la frequenza con cui consumiamo i pasti a casa e d’uso della lavastoviglie, in modo da scegliere quella dalla capacità e dimensioni più adatte;
  • optare per apparecchi dotati delle più varie tipologie di programmi, che si prestano quindi a diversi tipi di stoviglie e sporco. Se dispongono anche di una funzione in grado di tener conto del livello di sporco – o addirittura di auto-regolarsi  – e del programma mezzo carico, ancora meglio.
  • valutare il livello di silenziosità dell’apparecchio di nostro interesse, infatti, alcune lavastoviglie sono più silenziose di altre, grazie ad interventi su alcune componenti interne;
  • verificare le caratteristiche del sistema di filtraggio dell’acqua, importante perché consente un buon circolo di acqua pulita diminuendo i ricambi e permettendo così di ridurre i consumi, garantendo inoltre un buon funzionamento della macchina;
  • informarsi sulla presenza del decalcificatore, che migliora le prestazioni di lavaggio: non tutte le acque sono uguali, spaziando da quelle più dure perché contengono più di calcare a quelle meno dure, da cui consegue un minor uso di sale dell’apparecchio;
  • controllare la presenza di sistemi di sicurezza che limitino i rischi derivanti dall’utilizzo di acqua e corrente come ad esempio i dispositivi antitrabocco che regolano la quantità di acqua attivandosi in caso di eccesso, sensori antiallagamento, meccanismi di chiusura sicuri anche per i bambini, interruttori di sicurezza che bloccano la lavastoviglie nel caso venga aperta durante il lavaggio.

Cosa ne dite di questi consigli per l’acquisto della lavastoviglie, ne avete altri da aggiungere?

Fonti: Rex Electrolux, Ecoguida all’uso degli elettrodomestici

photo credit: ritaglio condesign – pixabay


Autore del post

Mammeacrobate.com è un portale di informazione e confronto su maternità e genitorialità, uno spazio nel quale le mamme si raccontano e si scambiano consigli, racconti ed esperienze di vita grazie alla collaborazione con professioniste che mettono a disposizione di altre mamme e donne le loro competenze e grazie a mamme che si raccontano per socializzare problematiche o stralci di quotidianità.