Cerco Baby Sitter: come trovare la tata “perfetta” online

Cerco Baby Sitter: come fare? – In Italia spesso la nascita di un figlio si traduce in una diminuzione del lavoro retribuito e sono tante le donne che dopo la maternità si vedono costrette a lasciare il lavoro, come confermato anche dai tassi di occupazione femminile.

Oggi, infatti, capita spesso che arrivato il momento di tornare al lavoro, le famiglie vivano non poche difficoltà per quanto riguarda l’accudimento dei figli: asili nidi comunali con posti limitati e privati con costi talvolta difficili da sostenere, nonni non sempre presenti o disponibili, per non parlare poi di quando al lavoro ci si torna, ma bisogna fare i conti con influenze e malanni vari dei bambini, sempre dietro l’angolo!

Con una situazione come questa, quindi, le famiglie vanno sempre più alla ricerca di soluzioni alternative, trovando aiuto anche nel web a cui ci si rivolge in misura crescente per informarsi, fare acquisti e ricercare servizi.

Conoscete ad esempio Sitter-Italia? Si tratta di un portale online dedicato al childcare, un progetto nato in Olanda nel 2009 dall’idea di Jules Van Bruggen, un papà che trovandosi in difficoltà nella ricerca di qualcuno che si prendesse cura dei suoi figli, si è domandato come riuscire a trovare la baby sitter “perfetta” nella propria zona, in tempi rapidi e a costi ragionevoli. Così è nato www.oudermatch.nl  e il successo è stato tale che in poco tempo la formula viene replicata in Italia, lanciando nel 2013 il sito www.sitter-italia.it, e a seguire in Spagna, Norvegia e Finlandia.

Cerco Baby Sitter: come funziona Sitter-Italia?

La ricerca di una baby sitter o una tata su Sitter-Italia è semplicissima: basta che i genitori si registrino sul portale e consultino i profili delle candidate visionandone la foto, il curriculum, la disponibilità, le lingue parlate, le eventuali referenze e le mansioni per le quali si offrono; informazioni completate da una breve intervista in cui l’aspirante baby sitter racconta dì sé e del suo modo di relazionarsi con i bambini.

Oltre a questo Sitter-Italia consente ai genitori anche di inserire il proprio annuncio di lavoro, fornendo informazioni che permettono di affinare la ricerca, come l’età e il numero dei bambini da accudire, gli orari e la zona di lavoro – un match favorito dalla possibilità di ricerche geolocalizzate – ma anche la disponibilità a collaborare con più famiglie contemporaneamente occupandosi a turno dei bambini, grazie a un ulteriore servizio, Genitori in contatto, pensato proprio per fornire supporto nella quotidianità, facendo rete, risparmiando denaro e creando occasioni di condivisione tra le famiglie.

cerco baby sitter 02

Cerco Baby Sitter: i costi di Sitter Italia

Per genitori e baby sitter la registrazione è sempre gratuita, così come rispondere alle domande di lavoro che perverranno agli account registrati.  È invece possibile essere i primi ad attivare contatti diretti grazie ad un abbonamento Premium, disponibile in diverse proposte, dal mese fino all’anno.

Un portale quindi che offre soluzioni di childcare rapide e flessibili – la versione moderna dei vecchi bigliettini cartacei appesi fuori da scuola o nei negozi della zona con scritto “Cerco baby sitter” – per venire incontro alle più diverse esigenze dei genitori, chiamati al difficile compito di scegliere la figura più adatta cui delegare la cura dei figli, compito non privo di preoccupazioni.

Ma come orientarsi nella scelta della Baby Sitter? Se è vero che la baby sitter perfetta non esiste e che ogni famiglia ha necessità differenti, ci sono però alcuni aspetti da considerare nella nostra valutazione.

Tate e baby sitter: 5 caratteristiche irrinunciabili

  • Pazienza: la prima qualità che proprio non deve mancare, imprescindibile per chi si occupa dei più piccoli, che spesso sanno metterla a dura prova!
  • Flessibilità: gli imprevisti, si sa, ci sono sempre e per questo è importante scegliere qualcuno che sia disponibile a far fronte alle varie necessità che si possono presentare e alle emergenze.
  • Capacità di problem solving: con i bambini non esistono piani e programmi definiti e spesso ci si ritrova in situazioni che hanno bisogno di soluzioni immediate, anche nei momenti peggiori!
  • Ascolto: ma che si tratti di un ascolto vero, che sappia leggere i bisogni dei bambini, per i quali è importante sentirsi accolti a pieno dalla figura educativa di riferimento, soprattutto in assenza di mamma e papà.
  • Fantasia: e questa è richiesta in grandi dosi. Quando si trascorrono molte ore con i bambini è importante proporre loro giochi e attività varie per stimolarli, oltre che intrattenerli.

E secondo voi? Quali caratteristiche non possono mancare nel vostro cerco baby sitter?

Post in collaborazione con Sitter-Italia

Cimabue – pixabay & ritaglio Foundry – pixabay

Author

Mammeacrobate.com è un portale di informazione e confronto su maternità e genitorialità, uno spazio nel quale le mamme si raccontano e si scambiano consigli, racconti ed esperienze di vita grazie alla collaborazione con professioniste che mettono a disposizione di altre mamme e donne le loro competenze e grazie a mamme che si raccontano per socializzare problematiche o stralci di quotidianità.