Cambiare vita. Perché no? | Mammeacrobate

Adoro settembre.
Per me con questo mese inizia il nuovo anno. E’ sempre stato così, fin dai tempi della scuola.

Settembre, nuovo inizio. Nuovi propositi, obiettivi, progetti da realizzare.
In questi ultimi mesi non posso dire di essere stata “ferma”.

Ho avuto la mia seconda bimba. Una nuova maternità, un nuovo post partum, un nuovo equilibrio da ricreare. E il risultato è una nuova famiglia e una nuova Manuela.
Ora mi ritrovo a settembre più carica di altri anni, desiderosa di concretizzare idee e progetti, alla ricerca di cambiamenti. Perché come amo dire “Chi si ferma è perduto” . A volte penso che sarebbe bello mollare tutto, azzerare, tirare una linea e ripartire.

Giorni fa ho scritto sul mio profilo Facebook:

[test di oggi] come si fa a cambiare vita? aspetto consigli. passo e chiudo.

I commenti sono stati (in ordine sparso):

  • tanta follia
  • chiudi tutto e via
  • volere è potere, si vive una volta sola
  • ci vuole coraggio

E infine un mio contatto che tra le sue varie skills ha proprio quella di coltivare il coaching, mi ha scritto:

il primo passo è chiedersi cosa si vuole cambiare esattamente e cosa veramente ci appassiona. poi bisogna fare un piano, che sarà puntualmente disatteso dall’evoluzione delle cose, ma che avrà messo in moto dei processi. poi sono questi processi stessi che ti portano, ti trascinano coraggio o meno :), verso dei cambiamenti reali. per fare un piano ci vogliono degli obiettivi concreti.

Non credo di essere l’unica che cambierebbe tutto al volo. Anzi, ho colto dalle risposte e da discorsi vari che in tante lo farebbero, è un po’ il sogno nel cassetto di molte persone.

E poi, mi guardo intorno e vedo che ci sono anche molte persone che la vita l’hanno cambiata davvero, hanno rivoluzionato lavoro, città, abitudini, routine.
Tante donne (spesso mamme) che si reinventano. A volte spinte dalla necessità, a volte perché sono delle coraggiose sognatrici.
Cambiano (o perdono) il vecchio lavoro e si inventano una nuova professione, spesso seguendo una passione. Vanno alla ricerca (e quasi sempre la trovano) di una dimensione più umana, conciliante, che lasci spazio alla famiglia, al loro essere donne e madri.
Grazie alla rete ne ho incontrate diverse, donne che hanno dato vita a progetti molto belli, che hanno avuto il coraggio (e la determinazione) di rivoluzionarsi.
E il web, spesso, è lo spazio naturale dove nuove idee nascono e si realizzano.

E così penso che alla fine per cambiare lavoro e vita forse si deve proprio partire da queste 3 cose:

  • Passione
  • Determinazione
  • Obiettivi concreti

Siete d’accordo? Oppure da cosa bisogna partire?

Mi piacerebbe raccogliere qui tra i commenti le storie dei vostri cambiamenti di vita realizzati o che (per ora) sognate di realizzare.
Chissà, forse leggendo le vostre storie… Perché lo so che il coraggio di cambiare è contagioso!

 

E alla  fine di questo post ci sta davvero bene un consiglio per gli acquisti (alla Costanzo), un libro:

LA MIA MAMMA STA CON ME la mia mamma sta con medi Claudia Porta.

Letto durante le vacanze, ricco di spunti, idee e consigli per reinventarsi un lavoro sul web conciliando così vita familiare e professionale. Claudia è un ottimo esempio di donna e mamma che ha rivoluzionato la sua vita, cambiando città, stile di vita e inventandosi (con tanta determinazione, creatività e passione) un nuovo lavoro che le ha permesso di restare accanto ai suoi 3 figli, di fare qualcosa che ama, di contribuire economicamente al benessere della sua famiglia. Mi è piaciuta la sua storia (che in parte conoscevo seguendo il suo blog) e ancor di più mi è piaciuto cogliere l’amore per quello che fa e per come lo fa che, vi assicuro, leggendo il libro sentirete pure voi.

E se siete alla ricerca di ispirazione, fate un giro su questo sito.

 

photo credit: blavandmaster via photopin

Author

Digital Lover e socialmediaholic, da sempre web addicted e dal 2007 anche mamma (acrobata) di Arianna e dal 2012 di Micol. Mammeacrobate è la mia terza creatura! Qualcosa di me la trovi anche qui www.manuelacervetti.com