Bambini e diritti: a Milano ciclo di incontri gratuiti

Hai il diritto di…

…vivere in un mondo che sia a tua misura, con spazi e tempi attenti ai tuoi bisogni.

…avere le stesse opportunità sia che tu sia un maschio o una femmina, che abbia la pelle bianca o nera, che sia ricco o sia povero.

…essere ascoltato dagli adulti. Nessuno ti potrà dire “Stai zitto, sei solo un bambino!”. La tua opinione sulle cose che ti riguardano sono le più importanti e lo saranno sempre.

…criticare i grandi se pensi che stiano sbagliando in qualcosa. Non è vero che hanno sempre ragione…anche loro commettono errori, l’importante è che lo ammettano e rimedino!

…esprimere i tuoi sentimenti e le tue emozioni, non importa se belle o brutte. I grandi anche se vanno sempre di fretta, devono trovare il tempo per sostenerti e starti accanto.

 

Questi sono solo alcuni dei tanti diritti di cui devono godere tutti i bambini e i ragazzi, da cui dobbiamo partire per garantire loro benessere e felicità. Quegli stessi diritti che devono orientare le nostre scelte educative giorno dopo giorno, accompagnandoli lungo il percorso di crescita.
Educare in ottica di diritti è come piantare dei semini. Tanti piccoli semini che, se ben curati, riescono ad attecchire, a mettere le radici e infine germogliare.

E la cosa più bella sapete qual è? È che danno vita a un germoglio che non appassisce mai. Perché i diritti una volta conosciuti e sperimentati ci accompagnano per tutto il corso della nostra vita.

Educare in ottica di diritti significa mettersi a livello dei più piccoli, imparare a guardare attraverso i loro occhi per aiutarli a comprendere la differenza tra bisogni e desideri. Per capire quello di cui si necessita per stare bene, quello che si ha e quello che resta ancora da raggiungere.
Significa insegnargli a misurarsi con il mondo con quella consapevolezza che servirà loro per diventare adulti capaci di negoziare le proprie posizioni, di scegliere per sé e rivendicare ciò che gli spetta, opponendosi alle ingiustizie, alle prevaricazioni, alle discriminazioni.
E soprattutto sostenerli nell’essere protagonisti della loro vita, un obiettivo, che pur essendo così chiaro a livello teorico, lo è un po’ meno a livello pratico, quando scendiamo in campo come genitori, insegnanti, educatori, nel tentativo di garantire a bambini e adolescenti le migliori condizioni di vita possibile.

Ma quali azioni dobbiamo mettere in atto per rendere effettiva la garanzia di questi diritti ogni giorno, nel modo in cui educhiamo bambini e ragazzi? Come sostenere e promuovere una cultura dell’infanzia e dell’adolescenza nella vita quotidiana, a scuola, in famiglia, nella società?

Domande che ci siamo fatte più volte anche noi e, come noi, moltissimi altri genitori. È per questo che, nel tentativo di trovare le risposte di cui abbiamo bisogno, abbiamo pensato a Diritti che crescono, un progetto ideato dall’UNICEF e MammeAcrobate, con l’obiettivo di riflettere insieme su cosa significhi educare bambini e adolescenti in ottica di diritti.

Il nostro progetto consiste in un ciclo di incontri che si svolgerà dal 5 aprile al 24 maggio a Milano. Un viaggio in 5 tappe lungo il quale verrà esplorato l’universo dei diritti degli under 18, discutendone in compagnia di esperti del mondo educativo – psicologi, pedagogisti, counselor, scrittori ecc – ma anche di genitori, insegnanti, educatori e di tutti quelli che si occupano quotidianamente di bambini.

Incontro dopo incontro si attraverseranno le varie fasi del percorso di crescita, dalla nascita all’adolescenza, concentrando di volta in volta l’attenzione su un diritto specifico sancito dallaConvenzione sui Diritti dell’infanzia e dell’adolescenza, che verrà affrontato da un punto di vista pratico, con consigli, suggerimenti e spunti di riflessione per capire insieme quali elementi fanno dell’educazione, un’educazione a misura di under18.

Il progetto si rivolge agli adulti, ma anche ai bambini e ai ragazzi, per i quali sono stati pensatiworkshop dedicati, per permettere ai più piccoli di accompagnare i propri genitori ma soprattutto di avere la possibilità di ragionare e confrontasi su un tema che li riguarda in prima persona, di conoscere e riflettere sui propri diritti.

 

CALENDARIO INCONTRI

I incontro – 5 aprile 2014


Il legame mamma e bambino: il ruolo dell’allattamento
Maria Enrica Bettinelli – Responsabile SS Pediatria di Famiglia e progetti area materno infantile Asl Città di Milano
Barbara Siliquini – Fondatrice GenitoriChannel.it

Focus del primo appuntamento, dedicato al diritto alla salute e rivolto alla fascia di età 0-1 anno, sarà l’allattamento materno, tema che verrà affrontato esplorandone i benefici a livello medico e sociale, le misure volte a favorirlo, ma soprattutto ciò che rappresenta nella relazione mamma-bambino e come influisce sul mondo interiore del bambino.

II incontro – 12 aprile 2014
Dimmi cosa leggi e ti dirò chi sei
Patrizia Zerbi – Carthusia Edizioni
Emanuela Bussolati – scrittrice per l’infanzia
Maya Azzarà – mamma e architetto Caseperbambini.it

Tema conduttore della seconda tappa dedicata alla fascia 2-6 anni, è il diritto al gioco e al tempo libero con focus sulla lettura per i più piccoli. Si cercherà di capire insieme quali sono gli effetti sullo sviluppo cognitivo-emotivo, sulle competenze comunicative dei bambini e di riflettere sull’importanza e i benefici della lettura condivisa genitori-bambini.
Workshop per i bambini: “L’isola degli smemorati”, un laboratorio creativo che li accompagnerà alla scoperta dei diritti fondamentali dei bambini, insieme ai simpatici personaggi dell’omonimo libro di Bianca Pitzorno.

III incontro – 10 maggio 2014
Cose da femmine, cose da maschi: educare alla diversità contro gli stereotipi di genere
Maria Vittoria Colucci – consulente organizzativa e counselor, Matrioska Group
Cristiano Callegari – papà blogger di Zioburp.net
Giuliana Laurita – mamma e blogger giulianalaurita.com

L’incontro, pensato per la fascia 6-9 anni, incentrato sul diritto alla non discriminazione, e in particolare sull’educazione al genere, ha l’obiettivo di farci riflettere su come gli stereotipi e i condizionamenti culturali influiscono sui significati che attribuiamo al concetto di “maschile” e femminile”. Come questi preconcetti agiscono inconsapevolmente sul nostro modo di vedere il mondo e soprattutto di educare bambini e ragazzi?
Workshop per i bambini: “Principesse e principi oggi…”, un gioco-laboratorio di gruppo in cui i giocatori saranno chiamati riflettere su maschi e femmine, su somiglianze e differenze, e a collaborare dando libero sfogo alla fantasia per creare storie in cui sarà la parità di diritti a essere protagonista.

IV incontro – 17 maggio 2014
Imparare a Imparare: la scuola amica dei bambini
Chiara Zanetti – specialista educazione ai diritti UNICEF Italia
Errica Maggio – ideatrice di Compidù e professional counselor
Chiara Menozzi – professional counselor Skills
Elena Salomoni – fondatrice MammeInRadio.it

Nella quarta giornata, dedicata al diritto all’educazione e alla fascia 9-13 anni, si parlerà di cosa rende una scuola “amica” dei bambini, attenta ai bisogni di ognuno, che sia fatta di situazioni di apprendimento che li coinvolga attivamente, a scuola come in famiglia. Come si apprende, come stimolare i bambini, quali il ruolo dei genitori e gli errori da evitare?
Workshop per i bambini: “Perché andare a scuola?”, un’attività che si pone l’obiettivo di farli ragionare sull’importanza di uno dei diritti fondamentali della Convenzione, provando a riflettere sulle strategie da mettere in atto per favorire la sua reale applicazione.

V incontro – 24 maggio 2014
Partecipo anche io! Prevenire e contrastare il bullismo
Nicola Iannacone – psicologo, Asl Città di Milano
Barbara Laura Alaimo – pedagogista, Straordinariamentenormale.it
Jolanda Restano – Fondatrice Filastrocche.it e Blogmamma.it

La tappa finale del percorso, incentrata sul mondo dell’adolescenza e sul diritto alla partecipazione, prevede un’unica sessione rivolta sia agli adulti sia ai ragazzi per riflettere insieme sull’importanza dell’ascolto e della partecipazione attiva dei ragazzi. Ma soprattutto si parlerà di come la partecipazione si possa trasformare in protezione, in un vero e proprio strumento per prevenire e contrastare fenomeni molto attuali come il bullismo e il cyber bullismo.

 

Cosa ne dite? Noi vi aspettiamo per parlarne insieme e…non dimenticate di portare anche i vostri bambini!
Gli incontri si terranno il 5 e 12 aprile e il 10, 17, 24 maggio dalle 10:00 alle 12:00 in via del Carmine 9, a Milano. La partecipazione è libera e gratuita, ma i posti sono limitati, si richiede pertanto di prenotare e confermare la propria presenza inviando una mail ainfo@mammeacrobate.com, specificando a quale incontro si desidera partecipare – è possibile iscriversi a l’intero ciclo o ai singoli incontri – e a quale sessione – bambini&adolescenti e/o adulti.

Per permettere anche a chi non potrà essere presente agli incontri di partecipare al dibattito, dopo ognuna delle 5 tappe del percorso, su MammmeAcrobate verranno pubblicati una serie di articoli che approfondiranno le tematiche affrontate, per continuare a parlare anche online di diritti, di bambini e adolescenti e mantenere costante l’attenzione verso questi temi.

 

Si ringrazia BabyBuh per il supporto all’evento

Baby Buh è un sito e-commerce e brand per neonati di cui vi abbiamo già parlato, creato da Sylvia per soddisfare le esigenze delle mamme che come lei desiderano per i loro piccoli prodotti alla moda, ma allo stesso tempo pratici e sicuri. Nella sua collezione, copertine, set da viaggio, sacchi-nanna e tante altre graziose proposte artigianali che hanno anche un’anima green e solidale: per ridurre infatti al minimo l’impatto ambientale, tutti i prodotti sono realizzati da donne indiane attraverso l’utilizzo creativo di materiali tessili di recupero.

 


Author

Digital Lover e socialmediaholic, da sempre web addicted e dal 2007 anche mamma (acrobata) di Arianna e dal 2012 di Micol. Mammeacrobate è la mia terza creatura! Qualcosa di me la trovi anche qui www.manuelacervetti.com