Sport nel II trimestre: i benefici per mamma e bambino

Qualche settimana fa, abbiamo parlato di quali sono le attività sportive consigliate e quali quelle da evitare durante il primo trimestre di gravidanza.

Il tempo passa veloce, il pancione cresce e ci ritroviamo nel secondo trimestre.

Se vi state chiedendo se durante questa fase della gestazione potete continuare a tenervi in allenamento, la risposta è sì!

Infatti, praticando costantemente attività fisica in gravidanza si possono avere notevoli benefici tra cui:

  • controllo del peso corporeo
  • miglioramento della postura con riduzione dei dolori lombo-sacrali
  • benefici a livello dell’apparato respiratorio e cardiocircolatorio, apprezzati anche dal feto che risentirà positivamente dell’adeguata circolazione di ossigeno nel sangue

Se non ci sono controindicazioni tipo placenta previa, contrattilità uterina o perdite ematiche, l’attività svolta con regolarità per tutto il periodo della gestazione può esserci d’aiuto per:

  • ridurre il rischio di ipertensione materna, di gestosi e di diabete
  • rendere meno doloroso il travaglio
  • abbassare l’incidenza di lacerazioni del perineo e la necessità di ricorrere a parti con taglio cesareo.
  • facilitare la ripresa dopo il parto.

Le attività più consigliate durante il secondo trimestre sono:

  • nuoto
  • acquagym
  • yoga
  • passeggiate a passo sostenuto

E per quanto riguarda gli esercizi per gli addominali?

Sono ammessi, ma solo fino a quando il pancione lo permette, quindi fino alla 23-25°settimana circa.

Buon esercizio!

di Giuseppe Azzarà – Personal Trainer

photo credit: 24 weeks via photopin (license)

 

Author

Mammeacrobate.com è un portale di informazione e confronto su maternità e genitorialità, uno spazio nel quale le mamme si raccontano e si scambiano consigli, racconti ed esperienze di vita grazie alla collaborazione con professioniste che mettono a disposizione di altre mamme e donne le loro competenze e grazie a mamme che si raccontano per socializzare problematiche o stralci di quotidianità.