Come tagliare le bollette in casa e risparmiare | Mammeacrobate

Le tanto temute bollette sono una delle voci di spesa più consistenti per ogni famiglia e sapere in che modo agire per ridurre il loro peso sul budget familiare è fondamentale, soprattutto in questo periodo complicato che ci costringe a trascorrere tutto il giorno in casa. La quarantena produrrà sicuramente un’impennata sui consumi ma esistono alcuni metodi utili per limitarli e permetterci non solo di pagare meno in bolletta ma anche di avere un impatto inferiore sull’ambiente.

Per vivere la casa al meglio, quali sono quindi le accortezze da avere e le abitudini da adottare per risparmiare sulle utenze domestiche? Scopriamoli insieme.

Attenzione alle tariffe

Prima di parlare delle abitudini che possono essere senz’altro utili in ottica di risparmio, è bene sottolineare l’importanza della scelta della tariffa più adatta alle proprie necessità in fatto di consumo energetico, soprattutto per quanto riguarda le fasce orarie. Per l’energia elettrica è infatti possibile scegliere tra due tipologie, ossia monoraria e bioraria; la prima soluzione prevede un unico prezzo al kWh valido per tutte le fasce orarie e si dimostra conveniente per chi trascorre la maggior parte delle ore della giornata a casa, mentre la seconda consente di risparmiare nella fascia serale, risultando dunque più adatta a chi utilizza la corrente prevalentemente in queste ore. La fascia oraria, però, non è l’unico fattore da considerare per riuscire a risparmiare qualcosa; per approfondire la questione può dunque essere utile seguire le linee guida di Acea e fare così dei confronti più dettagliati delle varie tariffe di luce e gas presenti sul mercato.

Massimo controllo dei consumi

Un adeguato controllo dei consumi in casa permette già un risparmio non indifferente, ma alcuni piccoli accorgimenti possono ridurre ulteriormente le uscite in questo senso. Si parla ad esempio dell’installazione di rompigetto per i rubinetti di bagni e cucina, per diminuire il flusso di acqua di questi ultimi, come pure del montaggio del doppio scarico per il wc, che taglia drasticamente i consumi idrici e arriva anche a dimezzare la bolletta. Un grande aiuto in fatto di controllo dei consumi arriva anche dal mondo della domotica, che si sta facendo sempre più strada negli ultimi anni: gli ormai diffusissimi dispositivi smart, siano essi elettrodomestici o interi impianti, consentono infatti di monitorare in maniera dettagliata tutte le abitudini di consumo di chi abita in casa, autoregolandosi e ottimizzando così anche i consumi energetici.

No agli sprechi superflui

Per quanto possa sembrare banale, poi, la semplice eliminazione di tutti quei piccoli sprechi che hanno luogo in casa può avere un peso importante alla fine dell’anno, agevolando le famiglie nell’affrontare le spese legate alle utenze. Attenzione dunque a computer e altri apparecchi elettronici lasciati in modalità standby, alle lampadine accese quando non è necessario e all’uso errato di grandi elettrodomestici come lavatrice e frigorifero: le azioni che sembrano avere poca importanza finiscono purtroppo per gravare sul budget mensile e annuale, facendo lievitare i costi in bolletta.

Speriamo di esservi stati utili con questi consigli.

Author

Mammeacrobate.com è un portale di informazione e confronto su maternità e genitorialità, uno spazio nel quale le mamme si raccontano e si scambiano consigli, racconti ed esperienze di vita grazie alla collaborazione con professioniste che mettono a disposizione di altre mamme e donne le loro competenze e grazie a mamme che si raccontano per socializzare problematiche o stralci di quotidianità.