Un week end dai nonni: 5 cose per renderlo speciale!

Se dovessimo scegliere un aggettivo per descrivere i nonni, il primo che ci viene in mente è… santi (e aggiungeremmo subito) e chi ha la fortuna di averli, sa di cosa parliamo.

Una grande risorsa e, in Casa Acrobate, sono una presenza fondamentale di cui proprio non riusciremmo a fare a meno!

Il 2 ottobre sarà il loro giorno, come festeggiarli? Con un week end da passare insieme, da soli senza mamma e papà, in piena libertà.

Ecco, ora i maligni penseranno che si tratta di una mossa strategica per liberarsi dei figli e passare un fine settimana di pace, sdraiati sul divano… ma lungi da noi!  L’obiettivo non è quello (vabbè, volendo anche sì) quanto piuttosto quello di creare un momento esclusivo, tutto per loro.

Come renderlo speciale? Ecco la nostra “to have list” per la Festa dei Nonni…

Prima regola, niente regole!

Quando eravamo noi i figli, detestavamo i momenti in cui ci dicevano quello che dovevamo fare. Ma ora che siamo nei loro panni, non perdiamo occasione per ribadire quelle che sono le nostre di regole: “Non gli date dolci prima di cena . A letto alle 21:00 tassative. Non più di mezz’ora di TV”. Almeno per quest’occasione mordiamoci la lingua e lasciamogli fare quello che vogliono.  Che se la vedano da soli.

Una cosa bella da fare insieme

Amano andare in bicicletta? Organizziamo un itinerario per grandi e piccoli tra i posti più belli della città. Sono dei creativi? Prenotiamo un laboratorio scegliendo un’attività che potrebbe piacergli. Adorano pasticciare in cucina? Un libro di ricette da preparare a più mani sarà una bella sorpresa. Nonni e nipoti pigroni? I biglietti per una serata al cinema accontenterà tutti!

Una storia, la loro storia…

Senza dire niente ai bambini recuperiamo tutte le vecchie foto che ritraggono insieme nonni e nipoti. Compriamo un album. Mettiamo il tutto in una scatola insieme a colla e pennarelli, infiochettiamola e consegniamola ai festeggiati con un biglietto: “Qui c’è tutto quello che vi serve per il vostro libro dei ricordi… Buon divertimento!” E, mentre incolleranno le foto, aggiungendo disegni o parole, ripercorreranno i momenti più belli vissuti insieme.

Una cenetta serviti e riveriti

Scherziamo sempre sul fatto che andare al ristorante con i bambini non sia poi così rilassante, ma non sempre è così, soprattutto se sono già grandini (e soprattutto se non sono con noi genitori. Chissà perché con gli altri si trasformano in pacifici angeli!). Tanto fa il posto e in molte città – soprattutto in quelle più grandi – si stanno moltiplicando i locali family friendly, basta cercarli! Per una sera lasciamo che nonna e nonno si godano i nipoti anche a tavola, senza che siano loro a spignattare.

Facciamoci belli per loro

Primo, ricordiamoci che si tratta di 2 giorni non di un mese. Secondo, non stanno partendo per chissà quali mete lontane, in caso di bisogno basta un colpo di telefono e il cambio è servito!  Quindi cerchiamo di limitare il contenuto della borsa del week end! Però, trattandosi di una festa lasciamo che i bambini scelgano una mise speciale per essere splendidi splendenti per i loro nonni, quello che pensano li renderà più belli ai loro occhi.

Manca qualcosa? A parte la voglia di stare insieme, ci sembra di no…

E allora, buon divertimento e tanti auguri Nonni, grazie per tutto quello che fate ogni giorno!

Post in collaborazione con Noukie’s, brand specializzato nella creazione di prodotti e capi di abbigliamento per i più piccoli in tessuti morbidi, confortevoli e sicuri. Casual, elegante o sportivo, sono tanti gli stili da scegliere, dal daywear alla nanna, la varietà non manca…per avere sempre il look giusto, senza rinunciare alla comodità in ogni occasione!

Author

Mammeacrobate.com è un portale di informazione e confronto su maternità e genitorialità, uno spazio nel quale le mamme si raccontano e si scambiano consigli, racconti ed esperienze di vita grazie alla collaborazione con professioniste che mettono a disposizione di altre mamme e donne le loro competenze e grazie a mamme che si raccontano per socializzare problematiche o stralci di quotidianità.