Raffreddore e mal di gola nei bambini: i rimedi naturali che funzionano davvero | Mammeacrobate

La stagione fredda è ormai arrivata e con lei anche i soliti malanni: oltre all’influenza, anche raffreddore e mal di gola, fastidiosi per gli adulti, ancora di più per i bambini. Il naso che cola, rosso più di quello della Renna Rudolph, la vocina roca, la fatica a mangiare e a dormire. E se la fortuna dei piccoli è di riuscire a reagire con vivacità a tutti i malanni, bisogna però correre ai ripari e aiutarli a risolvere i disturbi prima che peggiorino in una noiosa influenza. Come fare? Con alcuni consigli.

Mal di gola e raffreddore: cause e soluzioni

Normalmente il mal di gola è causato da un virus e può passare anche da sé, senza la necessità di assumere farmaci. Per evitarlo è importante stare attenti agli sbalzi di temperatura, anche in casa (spesso capita di avere i termosifoni troppo caldi e l’aria viziata: in casa l’ideale è avere 20°C), e a quelle tremende sudate che spesso fanno i bambini dopo una corsa matta al parco a 2°C. Lo stesso vale per il raffreddore, che può essere evitato nei neonati, che ancora non riescono a soffiarsi il naso, attraverso gli efficaci quanto a volte odiosi lavaggi nasali. L’unico modo per aiutare il piccolo a respirare meglio è pulire e aspirare le narici con acqua fisiologica. Una volta si diceva di spingere l’acqua con forza nelle narici, così che risalisse e liberasse al meglio il nasino, oggi invece si consiglia di utilizzare la fisiologica con delicatezza, spruzzandone poche gocce per ammorbidire le mucose nasali, per poi aspirare il muco con l’apposita pompetta.

Quando chiamare il pediatra?

Se c’è febbre e forte dolore, prima di somministrare qualsiasi antidolorifico è meglio sentire il pediatra: verificherà che non ci siano placche in gola. In quel caso infatti potrebbe essere necessario un antibiotico. Mai però darsi al fai da te!
Lo stesso vale se si tratta di un neonato, che fatica a mangiare e dormire.
Un consiglio per le mamme che allattano: quando il piccolo non sta bene non negategli una poppata in più. Il latte materno infatti contiene moltissimi anticorpi e persino antidolorifici, che lo aiuteranno a riprendersi con rapidità.

Raffreddore e mal di gola: i rimedi naturali che funzionano

  • Miele e propoli hanno un’azione antibatterica completamente naturale, ideale per sconfiggere mal di gola e malattie da raffreddamento. Il miele è perfetto in una tazza di latte caldo o in un tè. Potete provare anche con il propoli, antisettico e antivirale: attenzione però a scegliere la soluzione priva di alcool, più leggera e sicura anche per i bambini, o, dai 2 anni in poi, le caramelle masticabili.
  • La cannella è un antico rimedio della nonna contro il mal di gola, lo zenzero ha proprietà antinfiammatorie: uniteli in un infuso da far bere ai bimbi, addolcito con del miele.
  • Se vostro figlio è paziente e sufficientemente grande, potete provare con dei suffumigi a base di olio essenziale di eucalipto, sciogliendone un paio di gocce in una ciotola con acqua bollente. Perfetto anche per il nasino chiuso e la tosse grassa.
  • Via libera alle spremute: santa vitamina C! Per merenda o colazione, una bella spremuta di arancia aiuterà il bambino a incamerare una buona dose di vitamine per contrastare il virus, attenzione però a berla subito, appena spremuta, o perderà tutte le sue proprietà.
  • L’avena contiene ferro, vitamina B, fosforo ed è un ricostituente: in una tazza di acqua bollente versate un cucchiaio di avena e poi filtrala, infine dolcificate a piacimento. Utile sia per i raffreddori che per calmare la tosse.
  • Un bagno caldo prima della nanna aiuta a liberare le vie aeree: il calore e il vapore dell’acqua si diffonderanno nel bagno e ammorbidiranno le mucose. Al termine non dimenticate di soffiare il nasino del bambino.
  • Dormire con la testina inclinata di 30°: non è un vero e proprio rimedio naturale, ma è un trucco per aiutare bimbo e genitori a riposare più a lungo. Il naso tappato infatti impedisce al piccolo di respirare e i risvegli diventano frequenti e noiosi. Un cuscino sotto il materasso nella zona della testa aiuta a tenere la parte superiore del corpo sollevata e a dormire meglio.
  • Mantenere nelle stanze una temperatura non superiore a 20 gradi.
  • Umidificare l’aria della stanza, attraverso l’utilizzo di un umidificatore (a caldo o a freddo) oppure anche semplicemente appoggiando panni o pezze bagnate sui termosifoni.

Se avete altri rimedi naturali che funzionano segnalateli qui sotto nei commenti, aiutiamoci tra mamme!

>> Ti potrebbe interessare leggere anche: Tosse nei bambini: i 20 rimedi naturali che funzionano davvero!

 

Diritto d’autore: svetamart / 123RF Archivio Fotografico

Author

Innamorata della vita, dei viaggi, della buona cucina. Smanettona, amo i social e la condivisione, più offline che online: le lunghe tavolate, le domeniche in famiglia, la risate esagerate. Freelance per vocazione, lavoro sul web dal 2009, nel 2013 divento co-founder di PaperProject.it. Nel 2016 realizzo il mio più grande sogno: diventare la mamma di Giacomo.