I primi passi da fare quando si vuole concepire un figlio

0

Tu e il tuo compagno avete deciso che è giunto il momento di mettere su famiglia? Non c’è miglior momento: siete pieni di speranze e aspettative, non vedete l’ora di mettervi all’opera e già sognate di avere il vostro frugoletto tra le braccia. Ci siamo passate tutte, noi mamme, quando si cerca di concepire un figlio.  Ancora oggi ricordo quell’emozione: non riuscivo a smettere di pensare a come sarebbe stato diventare madre, ad avere un cucciolo tutto mio da accudire, a sognare la nostra nuova famiglia, alla sensazione di chiamare mio marito papà. Ma prima che tutto questo accada è importante prendersi cura di sé. Ecco come.

LEGGI ANCHE: Endometriosi e gravidanza: cause e conseguenze sulla fertilità

Cerco un figlio: programma una visita dal ginecologo

Prepararti alla ricerca del tuo bambino con tutta la serenità necessaria è importante per affrontare un percorso che non sempre è breve. Per farlo, prenota una visita dal tuo ginecologo di fiducia, che controllerà il tuo apparato riproduttivo, anche con un’ecografia interna. Fibromi e polipi ad esempio possono dare problemi nel momento del concepimento, come anche le cisti ovariche che spesso rendono più lunga la ricerca perché causano cicli irregolari e dunque è complesso capire al meglio quando si ha l’ovulazione. Questo è un momento molto importante della vita della coppia, quindi fatti accompagnare dal tuo lui. Il ginecologo, se necessario, farà domande anche a lui, studiando la familiarità con particolari patologie. Il medico potrà anche consigliarti degli esami del sangue.

Fai il test per la rosolia

Tra i vari esami che il ginecologo potrebbe prescriverti, c’è quello per la rosolia, che contratta in gravidanza può dare problemi al feto. La rosolia, una volta contratta, rende immuni per sempre. Sapendo di non avere gli anticorpi potrete, se vi andrà e sotto consiglio del medico, permettervi di vaccinarvi. Attenzione però, se sceglierete la strada della vaccinazione non potrete concepire per i tre mesi successivi.  

LEGGI ANCHE: Ricerca di un bimbo e gravidanza: non dimentichiamo mai la prevenzione!

Scopri se sei toxorecettiva

Un altro esame che dovrete fare e ripetere ogni mese durante la gravidanza è il toxotest, per sapere se siete immuni alla toxoplasmosi. Non sono tante le donne che lo sono, ma niente paura. Basta essere attenti durante i 9 mesi: evitare carne cruda, affettati, frutta e verdura non ben lavate, uova crude e non toccare le feci del gatto o la terra.

Fai il pap test

Bisognerebbe ripeterlo ogni anno, ma ancor di più se è qualche tempo che non ti sottoponi al pap test programmalo: potrai così escludere patologie della cervice uterina.

Assumi acido folico

L’integratore fondamentale per tutto il periodo del concepimento e anche una volta incinta è l’acido folico. Previene infatti i difetti nel bambino a carico del tubo neurale, come ad esempio la spina bifida. Il dosaggio raccomandato in genere è di 0,4 mg al giorno, ma chiedi consiglio al tuo medico che valuterà il tuo stato di salute.

Riposa e pensa a te

La buona riuscita del concepimento deriva anche dal tuo stato psicofisico. Se sei stressata e stanca il tuo corpo non sarà pronto alla gravidanza. Non tutte le donne riescono a rimanere incinte subito, non spaventarti se dovesse succedere. Entro i 30 anni è normale attendere fino a un anno per restare incinta. Prenditi del tempo e affronta questo periodo con serenità, pensando a te stessa, mangiando sano, facendo sport e riposando più che puoi. Presto la cicogna verrà a trovarti!

Credits immagine: belchonock 


Autore del post

Innamorata della vita, dei viaggi, della buona cucina. Smanettona, amo i social e la condivisione, più offline che online: le lunghe tavolate, le domeniche in famiglia, la risate esagerate. Freelance per vocazione, lavoro sul web dal 2009, nel 2013 divento co-founder di PaperProject.it. Nel 2016 realizzo il mio più grande sogno: diventare la mamma di Giacomo.