Passeggiate all’aperto: come proteggere i bambini dal freddo?

L’autunno è ormai arrivato e come ogni anno ci stiamo pian piano abituando a vivere giornate più corte, più buie che ci preparano al freddo invernale. Se apparentemente sembra che ci siano più contro che pro in questo periodo dell’anno, sono in molti ad amare queste stagioni!

Però si sa, i raffreddori, le influenze e i malanni vari sono dietro l’angolo. Anzi se si parla di bambini è scontato che si ammalino prima o poi. Proprio per tale motivo spesso cerchiamo di organizzare delle attività al chiuso.

Sebbene si pensi che il freddo non vada bene e che i bambini devono essere riparati, si sbaglia. Bisogna sapere, infatti, che in molti Paesi del Nord Europa è diffusa l’abitudine di far dormire i bambini all’aperto proprio per i benefici che se ne ricavano. Se vi dovesse capitare di fare un giro in Scandinavia o in Islanda, potreste imbattervi in passeggini fuori da negozi e ristoranti con bimbi che sonnecchiano placidamente (ovviamente ben coperti). Una pratica che probabilmente farebbe drizzare i capelli a molte mamme italiane.
In realtà è molto più facile che virus e batteri si diffondano negli ambienti chiusi, quindi perché privare i bambini di passeggiate e giochi fuori casa? Inoltre trascorrere del tempo outdoor consentirà di aumentare le difese immunitarie. Stare, quindi, sotto una campana di vetro non giova a nessuno… solo ai batteri e ai virus! Basta solo seguire qualche piccolo accorgimento.

Come proteggere i bambini dal freddo:

– per uscire, meglio scegliere le ore più calde della giornata, preferendo quelle centrali in cui le temperature sono un po’ più alte;
– controllare sempre che mani, piedi e testa (considerate che attraverso la sola testa si ha dispersione di buona parte del calore corporeo) siano ben coperti e mai freddi;
– partire da una buona alimentazione, in quanto una dieta equilibrata, ricca di frutta e verdura, fornisce un adeguato apporto nutritivo e di liquidi, aiutando il sistema immunitario;
– per i bebè uscire con carrozzina e passeggino, ma vestire i piccoli con una tuta e avvolgerli in una coperta. Nota bene: è importante che i bimbi riescano comunque a muovere liberamente gambe e braccia, senza che la circolazione del sangue sia ostacolata;
– fate indossare ai bimbi abiti caldi, morbidi e confortevoli, vestendoli a strati (la famosa “cipolla”), proteggendoli con sciarpe, guanti e cappellini. Se i bambini sudano correndo all’aria aperta, svestiteli un poco e quando vi avviate verso casa ricopriteli, perché il sudore può far ammalare.

Come vestire i bambini quando fa freddo

L’accorgimento migliore è puntare su un adeguato abbigliamento, che copra i bambini e permetta anche un facile movimento (li immaginate al parco immobili? Proprio no!). Fate shopping con loro per far scegliere i capi che più si addicono alla loro personalità, puntando su colori vivaci e fantasie di stagione. In questo modo potranno stare all’aria aperta senza correre troppo rischi!

I capi  e gli accessori per i neonati

I bebè devono essere ben coperti durante la stagione fredda e la cosa migliore è scegliere le tutine imbottite con cappuccio (Okaidi). In alternativa alle tutine anche il sacco imbottito (iDO). In questo modo i piccoli saranno ben riparati da qualsiasi ventata di freddo.

Tutina imbottia neonato Tutina imbottia neonata Sacco neonato

Per essere più sicuri potete anche mettere al bebè un cappellino con paraorecchie e laccetti (Okaidi e iDO) e per l’ovetto o il passeggino si possono utilizzare anche pratiche copertine e trapunte lavorate (Brums).

Berretto neonato Cappello neonato Trapunta culla Copertina neonato

I giubbotti da bambina e bambino

Per ripararsi dal freddo, sia per lei sia per lui, i piumini e i giubbotti invernali sono perfetti, anche perché impermeabili e facili da lavare in lavatrice. Ottimi sono i modelli con cappuccio, specialmente per i bimbi più attivi che difficilmente rimangono sotto l’ombrello quando piove o nevica. Almeno siete sicuri che avranno meno probabilità di bagnarsi.

Più vezzosi i modelli per le bimbe (iDO), dal taglio maschile invece quelli per i bimbi (iDO). Per gli amanti del colore sappiate che c’è tantissima scelta (Okaidi).


Piumino bambina Giubbotto bambina

Giubbotto bambino Piumino bambino

Gli accessori per i tuoi bimbi

Gli accessori invernali per eccellenza sono cappellino, sciarpa e guanti.

Potete veramente far scegliere ai bambini fra i diversi tipi, pronti a soddisfare tutti i gusti, andando dai set nerd per gli amanti dei fumetti con il tema di Batman o dell’Uomo Ragno (OVS) a quelli più tradizionali per lui e per lei (Okaidi e Brums).

Cappellino Uomo Ragno Set accessori inverno bimbi Set accessori inverno bambina

Capelli in tricot misto lana (iDO), con faccine e orecchiette (OVS e Brums) o con pon-pon (Brums).

Cappellino bambino Cappello bambina Cappello bambino Cappello bambina

Ci sono anche guanti (Okaidi e OVS), sciarpe classiche (Brums e OVS), girocolli (iDO) e paraorecchie (OVS).

Guanti bambina Guanti bambino Sciarpa Sciarpa Girocollo bambino Paraorecchie

E ora? dobbiamo solo uscire con i nostri bimbi e divertirci con loro!

Credits immagine: maximkabb

 


Author

Mammeacrobate.com è un portale di informazione e confronto su maternità e genitorialità, uno spazio nel quale le mamme si raccontano e si scambiano consigli, racconti ed esperienze di vita grazie alla collaborazione con professioniste che mettono a disposizione di altre mamme e donne le loro competenze e grazie a mamme che si raccontano per socializzare problematiche o stralci di quotidianità.