Fratelli Dimenticati: essere vicini ai bambini anche a distanza

Partiamo con il dirvi subito di cosa parliamo e di che si tratta: Fratelli Dimenticati è una onlus che si occupa di promuovere l’autosufficienza delle comunità rurali nel mondo. 

Un elemento importante, un elemento essenziale, un elemento senza il quale le popolazioni disagiate non potrebbero mai arrivare a ottenere la loro dignità… Perché ricordiamoci sempre, se oggi noi siamo qui a leggere da un telefono o da un computer ben vestiti e nutriti è grazie al nostro lavoro e alla società in cui viviamo che ci permette di averne uno. 

E ora procediamo con ordine per dirvi quanto sia importante il supporto che Fratelli Dimenticati realizza. 
E che noi, tutti noi, possiamo contribuire a realizzare.

Fratelli Dimenticati, la onlus che aiuta le comunità rurali 

Fratelli Dimenticati è una onlus fondata nel 1987 da Don Antonio Alessi che dedicò la sua vita ad aiutare il prossimo. Oggi la onlus collabora con realtà locali, religiose e civili per un solo grande obiettivo: portare la dignità agli adulti nel paese in cui vivono. 

Obiettivo immenso e importante. Per poter aiutare davvero un paese è di fatti essenziale riuscire a permettere alle persone di costruire in loco tutto quanto permette agli esseri umani di aver dignità, e salute

Fratelli Dimenticati si occupa di:
– creare basi in ambito alimentare realizzando progetti per fertilizzare i terreni e conservare l’acqua, oro idrico ma anche per conservare a sua volta gli alimenti una volta coltivati.
– informare e creare le basi per l’ambito sanitario: non serve neppure dire quanto le competenze mediche siano importanti, eppure, è una delle prime cose manchevoli nei paesi in forte povertà.
– prevenzione e informazione sulle condizioni igieniche minime necessarie a vivere.
– progetti di ottimizzazione delle risorse energetiche. 

Tutto questo, che nei Paesi civili è “scontato”, nei Paesi poveri non esiste e serve crearlo. 

E ancora Fratelli Dimenticati lavora per far sì che i bambini abbiano un FUTURO. E quindi si occupa della loro istruzione e dell’accoglienza nelle case famiglie quando le situazioni sono talmente gravi da richiederlo. 

Ma una delle cose più belle di Fratelli Dimenticati è l’inclusione sociale. Aiuta gli adulti a crearsi un lavoro, a far parte della società e quindi ad avere una propria dignità. 

Progetti nel mondo di Fratelli Dimenticati

Fratelli Dimenticati opera in loco, nelle comunità rurali come abbiamo detto in giro per il mondo, scegliendo delle zone particolarmente bisognose di aiuto.

Ad oggi ha progetti attivi e aperti in diverse parti del mondo: India, Nepal, Nicaragua, Guatemala e Nord Messico. 

Sostegno a distanza & informazioni trasparenti

Possiamo e potete sostenere anche voi Fratelli Dimenticati e tutti i loro progetti con le donazioni.
E una cosa a cui la onlus tiene molto è la trasparenza! 

C’è sempre chi è disposto a condividere ogni informazione con i donatori e informare per ogni eventuale dubbio. I modi per sostenere sono diversi. 

Sostegno a distanza
Queste donazioni vengono focalizzate in primis per aiutare i bambini figli di famiglie davvero troppo povere per poter pensare a loro e che quindi vengono presi sotto l’ala di Fratelli Dimenticati e di tutti noi donatori di modo da pensare ai loro bisogni primari. Cibo, scuola e sanità. Il fine è quello di costruirgli un presente e un futuro. 

Donazioni
Ci sono poi le donazioni libere e dedicate ai progetti generali o particolari della Onlus. 

Dal sostenere una donna nel suo durissimo percorso di gravidanza (lo è in tutto il mondo difficile, solo che qui abbiamo i medici e gli ospedali a sostenerci, nei Paesi in cui opera Fratelli Dimenticati, non è detto). 

Oppure si possono sostenere anche altri progetti. Con carta di credito o bonifico bancario. Trovate tutte le info sul sito nella sezione dona.

E in aggiunta possiamo solo dirvi: fa bene far stare bene, e in questo caso possiamo aiutare ed essere vicini seppur a distanza. 

*** Articolo in collaborazione con Fratelli Dimenticati

Author

Giornalista e blogger, in sintesi quando non parlo, scrivo. Ho creato un mio blog di viaggi chiamato Fringeintravel perché amo andare. Fosse per me sarei sempre in mezzo alla natura, ma la realtà è che vivo a Milano, scrivo di moda, benessere, viaggi e senza piastra per i capelli non mi muovo! La contraddizione fa parte di me… E quella citazione "Non si è mai tanto sinceri come quando si è incoerenti" è decisamente la mia preferita.