Il kit per la gita: cosa non può mancare?

Il kit per la gita: cosa non può mancare? – Pullman fuori da scuola. Ordinate file indiane (o quello che dovrebbero esserlo) dal gran vociare. E gruppi di genitori ancora più vocianti dei figli. È ufficiale, siamo in piena stagione di gite.

Un momento amato da tutti, dagli studenti più piccoli a quelli più grandi. Se si tratta della prima gita poi, un’occasione attesa con grande emozione! Sono tenerissimi così impegnati nei preparativi, lo zainetto e “il mondo intero” che vorranno infilarci dentro. E poco importa se la gita sarà al parco a 5 km da casa, la gita è gita sempre e comunque, da generazioni e generazioni. Basta uscire dall’aula!

Ma cosa serve per quest’attesissima gita? Sempre meglio chiedere alle insegnanti, ma in linea generale ecco il nécessaire…

Il kit per la gita perfetta

1. bevande: per una gita di un giorno, una bottiglietta d’acqua e un succo di frutta possono anche bastare. Non che debbano patire la sete, ma meglio ricordarsi che dovendo portare lo zaino o la borsa per svariate ore, senza mamma o papà cui propinare la litania del “me lo porti?”, è preferibile non esagerare col contenuto. Sicuramente durante la giornata ci sarà modo di riempire la bottiglietta.

2. cibo: se è previsto il pranzo al sacco, meglio qualcosa di leggero e pratico. Può capitare che il pasto avvenga all’aperto e, senza tavoli o altri supporti, può diventare scomodo. I sandwich vanno bene, dai grandi classici, ma anche varianti come un veggie burger o un panino con le verdure grigliate. Per finire un frutto, senza dimenticare una merenda anche per metà mattina.

3. se si svolgerà all’aperto repellente anti-insetti e crema solare non possono mancare. Per ovviare a problemi di spazio sono molto comode le bustine monodose, che evitano anche un uso in quantità eccessive del prodotto.

4. fazzoletti, una t-shirt di ricambio utile in caso ci si bagni o si sudi troppo e, se è prevista pioggia, oltre a una giacca impermeabile, un paio di calzini è l’asso nella manica.

5. un gioco tascabile per intrattenersi durante gli spostamenti. Un’idea potrebbe essere quella di prepararne uno homemade. Ad esempio un quiz con domande e risposte su varie discipline: italiano, inglese, scienze, personaggi famosi e chi più ne ha più ne metta!

6. infine, un abbigliamento che abbia “praticità” come parola d’ordine. Tessuti morbidi, preferibilmente fibre naturali che non diano fastidio alla pelle e le permettano di “respirare”, indumenti comodi che non costringano i movimenti e soprattutto a strati (la classica cipolla), facili da mettere e togliere, per vivere in piena libertà ogni esperienza della giornata.

Anche per l’outfit da perfetto gitante Noukie’s brand specializzato nella creazione di prodotti e capi di abbigliamento per i più piccoli in tessuti morbidi, confortevoli e sicuri a cui oramai siamo molto affezionate – ha tante deliziose proposte! Allegre t-shirt per ogni gusto, comodi pantaloni, felpe, vivaci calzini e molto altro!

 

E a questo punto c’è proprio tutto, il kit per la gita è pronto! Buon divertimento!

Post in collaborazione con Noukie’s

 

Author

Mammeacrobate.com è un portale di informazione e confronto su maternità e genitorialità, uno spazio nel quale le mamme si raccontano e si scambiano consigli, racconti ed esperienze di vita grazie alla collaborazione con professioniste che mettono a disposizione di altre mamme e donne le loro competenze e grazie a mamme che si raccontano per socializzare problematiche o stralci di quotidianità.