Curare i nipotini: è un dovere?

18
CondividiTweet about this on Twitter0Share on Facebook0Pin on Pinterest0Share on LinkedIn0Share on Google+0Share on TumblrEmail this to someonePrint this page

curare i nipoti è un dovere?

L’altro giorno una mia amica mi ha detto che il figlio l’ha informata (attenzione mi diceva che l’ha “informata” non che glielo ha “chiesto”! Insomma le ha detto :”mamma dovresti…”) che lui e la moglie contano su di lei per la cura del bambino che deve nascere fra qualche mese. Di fronte al suo scarso entusiasmo a farsi carico di questo ruolo totalitario, il figlio le ha fatto notare che “tu e papà non vi siete fatti mancare niente fino ad oggi, avete fatto un sacco di viaggi, vi godete cinema, teatro e ristoranti…. ora potete fermarvi un po’ e occuparvi del nipotino”. La mia amica è rimasta sconcertata (e io pure – lo ammetto senza vergogna!). Possibile mai che certi figli diano per scontato che i nonni debbano essere a disposizione per accudire i nipoti?

Non ditemi che l’amore di una nonna per il suo nipotino è tanto forte da non farle sentire la rinuncia al tempo libero, il peso della fatica di crescere un bambino piccolo…Non dubito che esistano nonne di questo tipo, però non credete che due giovani che decidono di mettere al mondo un bambino e pensano di coinvolgere i nonni nella sua cura dovrebbero mettersi al tavolo con i suddetti nonni e parlare in modo chiaro e chiedere chiaramente qual’è la loro disponibilità?
Penso che solo in questo modo si potranno evitare equivoci e incomprensioni.
Voi che ne dite?

CondividiTweet about this on Twitter0Share on Facebook0Pin on Pinterest0Share on LinkedIn0Share on Google+0Share on TumblrEmail this to someonePrint this page

Autore del post

Mammeacrobate.com è un portale di informazione e confronto su maternità e genitorialità, uno spazio nel quale le mamme si raccontano e si scambiano consigli, racconti ed esperienze di vita grazie alla collaborazione con professioniste che mettono a disposizione di altre mamme e donne le loro competenze e grazie a mamme che si raccontano per socializzare problematiche o stralci di quotidianità.