Biscotti natalizi, una dolce idea regalo!

13
CondividiTweet about this on Twitter0Share on Facebook0Pin on Pinterest0Share on LinkedIn0Share on Google+2Share on TumblrEmail this to someonePrint this page
biscotti natalizi
Ogni anno a Natale fare i regali sembra diventi più un problema che un piacere, si vorrebbe fare una sorpresa, che sia anche gradita, si vorrebbe spendere poco, soprattutto negli ultimi anni, ma ormai è anche vero che abbiamo tutto in casa e regalare qualcosa di utile, economico e che sia una bella sorpresa non è così facile.
Sempre di più ci si organizza per realizzare qualcosa in casa, ma il tempo è poco e le idee spesso mancano. Se in estate trovo bella frutta fresca, io faccio delle marmellate e poi a Natale le confeziono con un un piccolo telo di juta e un nastrino di rafia, è un regalo molto gradito, ma non sempre ci si pensa in tempo.
 
 
Quest’anno mi sono dedicata ai biscotti, decorati con tanta fantasia nei colori e nei temi del Natale, ci ho lavorato e ci sto lavorando tanto, capisco però che non tutti possiamo dedicare troppo tempo ai biscotti, altrimenti risulterebbe più semplice entrare in un negozio e acquistare un “qualunque” regalo.
Per questo voglio darvi idee per farli in casa, ma senza necessariamente passare notti sveglie a decorare, in fondo noi siamo mamme acrobate e il tempo che abbiamo dobbiamo sempre gestirlo in modo da non trascurare nulla.
 
Basta impastare la pasta frolla, tagliare i biscotti con dei tagliabiscotti a tema natalizio, che troviamo tranquillamente in tutti i supermercati (alberello, stella, cometa, angelo), cuocerli, farli raffreddare e dare libero sfogo alla fantasia. Si possono immergere per metà nel cioccolato, fondente, bianco o al latte, fuso a bagnomaria (o meglio per pochissimi secondi nel microonde), oppure ricoprirli completamente di cioccolato, ci si possono attaccare, sempre con qualche puntina di cioccolato fuso, fatta colare con uno stuzzicadenti, delle perline argentate, anche quelle si trovano in tutti i supermercati, oppure dei cioccolatini natalizi o dei soggetti di zucchero, ad esempio sugli alberelli si può far colare del cioccolato bianco come fosse neve. Insomma libero sfogo alla fantasia, di tempo prima di Natale ne abbiamo e i biscotti possiamo prepararli anche 15 giorni prima e conservarli in scatole di latta.
biscotti natalizi

Per quanto riguarda la confezione io quest’anno ho trovato, sempre in un supermercato, queste scatoline deliziose (vedi foto), dentro ci stanno 4 biscotti e non serve nemmeno un nastro per chiuderle, sono già belle così, in alternativa potete metterli in bustine trasparenti, ma fate attenzione che siano per alimenti, oppure in un piattino di carta natalizio ne disporrete alcuni e poi chiuderete con della carta trasparente e un nastro natalizio.

 
 
Di sicuro farete bella figura con poca spesa e tanta soddisfazione.
Vi lascio la ricetta che uso io, piacciono molto e non hanno il problema di deformarsi in forno come fanno le frolle con il lievito.
 
500 gr farina 00
250 gr. burro
150 gr. zucchero a velo
1 uovo intero
1 pizzico di sale
aroma a piacere (per Natale vedo molto adatta la buccia di arancia grattugiata)

 

Mettere il burro freddo a pezzetti e lo zucchero nel mixer con il gancio, il sale l’uovo e gli aromi, amalgamare tutti gli ingredienti e quindi aggiungere la farina. Azionare ancora e lasciare lavorare finché non si ottiene una palla.
Avvolgere tutto nella pellicola trasparente e mettere in frigo a riposare per qualche ora.
L’impasto si può congelare, ma prima di utilizzarlo lasciarlo scongelare in frigo per una giornata in modo che torni alla temperatura adatta gradatamente.

 

biscotti natalizi

CondividiTweet about this on Twitter0Share on Facebook0Pin on Pinterest0Share on LinkedIn0Share on Google+2Share on TumblrEmail this to someonePrint this page

Autore del post

Mammeacrobate.com è un portale di informazione e confronto su maternità e genitorialità, uno spazio nel quale le mamme si raccontano e si scambiano consigli, racconti ed esperienze di vita grazie alla collaborazione con professioniste che mettono a disposizione di altre mamme e donne le loro competenze e grazie a mamme che si raccontano per socializzare problematiche o stralci di quotidianità.