10 regole d’oro per la merenda dei bambini

0
Tweet about this on TwitterShare on Facebook11Pin on Pinterest0Share on LinkedIn0Share on Google+0Share on Tumblr0Email this to someonePrint this page

Ultimamente forse si è persa un pò l’attenzione nei confronti del momento della merenda all’interno della giornata del bambino. Dico questo perché si è sempre più soliti vedere bambini fuori da scuola divorare merendine iN fretta e furia mentre corrono verso la macchina per dirigersi ad una delle tante attività extra scolastiche.

È diffusa l’idea che anche i più piccoli debbano avere l’agenda piena di scadenze e impegni, e questo ha portato a sacrificare la libertà, il gioco, la noia, la lentezza che dovrebbero invece connotare le giornate dei più piccoli.

L’importanza del “dolce far niente”

Sembrerà forse strano ad alcuni ma i bambini per crescere e sperimentare devono anche annoiarsi ed è sbagliato sovraccaricarli di stimoli pensando di fare loro del bene, passano già tante ore a scuola e avere dei momenti di “dolce far niente” non può che fargli bene.

Il momento della merenda per esempio, che per i motivi appena detti spesso viene sacrificato, deve ritrovare la sua importanza all’interno della giornata di un bambino, è fondamentale non saltarla sia da un punto di vista nutrizionale sia soprattutto per la crescita individuale.

Ti potrebbe interessare anche >> Buone abitudini a merenda 

Idee per riscoprire insieme il momento della merenda

Alcuni consigli per riscoprire l’importanza della merenda e del relax dopo ore di scuola potrebbero essere, ad esempio, quello di organizzare dei pomeriggi per i vostri figli dove il momento della merenda possa essere un’occasione per invitare gli amichetti a casa, far merenda insieme e poi giocare.

Altrimenti potreste proporre ai vostri bimbi di preparare insieme la merenda, cogliendo questa occasione per passare del tempo con loro trasmettendogli il piacere di cucinare.

Molto importante è anche diversificare le tipologie di merende durante le giornate, a volte salata altre volte dolce a seconda di quello che desidera vostro figlio.

Insomma, fondamentale è non saltare la merenda perché ricarica sia corpo che mente ed è un momento da vivere con la giusta calma e lentezza.

10 regole per la merenda dei bambini

Sul sito www.merendineitaliane.it, uno spazio che ha come obiettivo approfondire attraverso il contributo di un comitato scientifico di esperti tutto ciò che ruota intorno al tema merenda&merendine, Maria Rita Spreghini, esperta di Terapia Educazionale Nutrizionale, propone un interessante vademecum ovvero 10 regole d’oro per riscoprire questo importante momento della giornata e rendere piacevoli i pomeriggi dei più piccoli.

  1. Far praticare al proprio figlio uno sport e sceglierlo insieme!

  2. Due pomeriggi liberi a settimana da dedicare al gioco creativo e non organizzato

  3. Mai saltare la merenda, essenziale per corpo e mente.

  4. Varietà, gusto e colore: le parole chiave per la merenda perfetta!

  5. La merendina? Ci può stare! Applichiamo il buon senso e proponiamo insieme anche frutta fresca o secca.

  6. Bere tanto acqua, vale sia in inverno che in estate!

  7. Anche in inverno, via libera a giochi e attività all’aperto.

  8. Sì alla merenda preparata insieme in cucina.

  9. Dolce o salato? Lasciamo la scelta al bambino!

  10. Merenda con gli amichetti? Ottima idea!

Quindi perché non cogliere questa occasione per mettere in atto qualche nostro consiglio e tornare a dare qualità al momento della merenda dei vostri bimbi?

 

Diritto d’autore: petro / 123RF Archivio Fotografico


Autore del post

Sono un'educatrice con la passione per il mio lavoro, amo occuparmi di educazione e trasmettere la voglia di leggerezza e libertà ai più piccoli, mi piace pensare che in questo modo potranno essere adulti più felici. Ho sempre fatto tante cose insieme, insomma, non sono capace di star ferma! Mi affascina sperimentare continuamente e fare in modo che ogni giorno sia diverso dall'altro con nuovi stimoli e obiettivi da raggiungere. La routine mi annoia, infatti chi mi conosce sa che sono sempre in pista!